Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Destinazioni
  • Milano
  • Fare
  • Collezione Grassi - Vismara presso la Galleria d'Arte Moderna di Milano, Milano, fare, Museo

Collezione Grassi - Vismara presso la Galleria d'Arte Moderna di Milano

fare

via Palestro 16 20100 Milano (MI)
Telefono: 0288445947

Le forme neoclassiche della Villa Reale di Milano, composte dall'architetto viennese Leopoldo Pollack verso la fine del XVIII secolo, custodiscono dal 1921 le opere della Galleria d'Arte Moderna di Milano, uno dei riferimenti più importanti nell'intero panorama museale della città.

La villa, fatta costruire da Lodovico Barbiano di Belgiojoso come propria abitazione, presenta la corte d'onore rivolta verso la strada (all'epoca strada Isera) e la facciata principale, abbellita da colonne di ordine ionico e motivi mitologici, rivolta verso il giardino all'inglese, coevo con la costruzione ma caratterizzato, nei camminamenti e nelle edicole, da elementi di impronta romantica.

Il percorso di visita si articola in due diverse collezioni: la Raccolta dell'Ottocento (con opere che vanno dalla fine del Settecento all'inizio del Novecento), collocata al primo piano, le Raccolte Grassi e Vismara, collocate al secondo piano, dove operano con continuità i volontari del Touring Club Italiano.

Il benvenuto ai visitatori è affidato al gesso originale di Antonio Canova, raffigurante Ebe – dea della giovinezza e meglio nota come la coppiera degli dei - ripresa nel momento in cui si appresta a servire alle divinità il nettare, la sostanza che donava l'immortalità ma ben presto si è costretti ad abbandonare le certezze del Neoclassicismo, per affrontare le inquietudini del Romanticismo e procedere in un attraente percorso espositivo, verso le successive correnti artistiche (Scapigliatura – Divisionismo), circondati da opere di Pompeo Marchesi, Hayez, Appiani, Piccio, Ranzoni, Cremona, Grandi, Segantini, Medardo Rosso. 

La Raccolta Grassi, donata al Comune di Milano da Nedda Mieli, consorte del famoso mecenate, fu aperta al pubblico nel 1958, dopo che l'arch. Ignazio Gardella ebbe compiuto il felice intervento di restauro dei locali del secondo piano, con la realizzazione della nuova scala di collegamento.
Le opere riflettono il gusto di Carlo Grassi, illuminato uomo d'affari e persona di grande vivacità culturale, che dimostrò vivo interesse per la corrente rinnovatrice dei macchiaioli toscani (Lega -Signorini – Fattori), senza trascurare la scuola napoletana (Palizzi – Morelli – Rossano – Toma), quella lombarda (Cremona – Ranzoni) e quella veneta (Ciardi – Favretto), per giungere agli autori che assunsero capacità espressive del tutto indipendenti, quali Boldini e De Nittis.
Si prosegue con Mancini, Segantini, Previati ed altri, prima di arrivare alle più recenti esperienze di Balla, Boccioni e Morandi.
Particolare importanza assume la significativa presenza di opere straniere (Millet – Corot – Gauguin – Van Gogh – Bonnard – Manet – Cezanne - Utrillo – Toulouse Lautrec), che pone la GAM di Milano in una posizione di assoluto rilievo rispetto a qualsiasi altro museo italiano.

La visita si conclude con la Raccolta Vismara, donata al Comune nel 1975, costituita grazie alla passione di Giuseppe Vismara e ai consigli del gallerista Gino Ghiringhelli.
Troviamo opere di Morandi, Sironi, Arturo Martini, Modigliani, Renoir, Matisse e Picasso, per il quale è d'uopo ricordare la seguente sua affermazione: “…a quattro anni dipingevo come Raffaello, ho poi impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino”.  

I Volontari del Touring Club Italiano per il Patrimonio Culturale accolgono i visitatori nelle sale espositive della collezione  Grassi - Vismara dal martedì alla domenica dalle ore 9,30 alle 17,30.

Ingresso a pagamento; possibile biglietto cumulativo.

Per visite di gruppo contattare: 02/45487400; c.galleriadartemoderna@operadartemilano.it


Scrivi la tua recensione