Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Destinazioni
  • >
  • Perugia
  • >
  • Localita
  • >
  • Oratorio di San Francesco dei Nobili, Perugia, localita, Edificio Monumentale

Oratorio di San Francesco dei Nobili

localita

via degli Sciri, 6 Perugia (PG)

Protetta dalla doppia cinta muraria che caratterizza l’elegante città umbra, la Confraternita dei Disciplinati di San Francesco (mutatosi nell’800 in Pio Sodalizio Braccio Fortebracci) si staglia fra le testimonianze storico artistiche che ornano questo antico sito.
All’ombra della monumentale Torre degli Sciri, alta 46 m, per mezzo di un raffinatissimo portale marmoreo, attraversando l’elegante vestibolo ornato mediante gli stucchi barocchi di Jean Regnaud, si accede alla sala del Consiglio e quindi all’Oratorio: un raffinatissimo scrigno “cesellato” che custodisce innumerevoli tesori.
Nella Sala del Consiglio imponenti e eleganti si stagliano due prospetti architettonici in legno con i nomi dei Fratelli del XVII sec., una cassetta per le votazioni del cinquecento e un ritratto di Braccio Fortebraccio del XVI sec.
Fiore all’occhiello del primo barocco perugino il soffitto dell’Oratorio è modulato mediante cassettoni dorati e intagliati di Girolamo di Marco e Maestro Ercole (1570-74) a sovrastare gli scranni in noce opera di Marco Pace e Sciarra Bovarelli nel 1584. I seggi laterali in fondo sono del maestro Gianpiero Zuccari, autore anche delle imponenti cornici intagliate che inquadrano le opere cristologiche di Giovanni Antonio Scaramuccia; un interessantissimo ciclo pittorico realizzato tra il 1611 ed il 1627 e caratterizzato da episodi biblici (Annunciazione, Visitazione, Natività, Adorazione dei Magi, Presentazione al Tempio, Fuga in Egitto, Disputa con i Dottori, Resurrezione).
L’altare di Benedetto di Giovanni (1558) è arricchito dall’Ascensione di Leonardo Cungi. Gli arredi liturgici ed il gonfalone processionale con la “Flagellazione di Cristo” del 1480, opera di Pietro di Galeotto, sono custoditi all’interno della sagrestia.
L’edificio fu sede della Confraternita dei Disciplinati di San Francesco a partire dal 1319 che si unì con quelle di S. Agostino e S. Domenico nel 1472 tuttavia conservando la propria autonomia; è soltanto nel 1890 che si riunirono trasformandosi in Pio Sodalizio di mutuo soccorso tra nobili perugini. Successivamente e precisamente nel 1904 l’indicato Ente è stato dichiarato pubblica Istituzione che, nel 1991 ha riassunto la natura di Ente di diritto privato che, a tutt’oggi esercita la funzione propria delle Confraternite delle quali è legittimo erede.
L’Archivio Braccio Fortebracci, ivi custodito, costituisce la raccolta storica delle tre confraternite ed è una fonte di inestimabile valore che squarcia il muro del tempo e apre una breccia, in maniera particolare, sulle attività della congregazione dei Disciplinati.

I Volontari del Touring Club Italiano accolgono i visitatori il giovedì e il venerdì dalle ore 9,30 alle 12,30 a partire da giorno 14 settembre.

Scrivi la tua recensione