Scopri il mondo Touring

Visualizza

Strada Basolata Romana

fare

Via Solferino 33 Cremona (Cr)

Risale al 1967, in occasione dei lavori all’edificio sede della Camera di Commercio, la scoperta dei resti di due strade romane, una quasi parallela all'odierna via, l'altra ad essa ortogonale. Si tratta di selciati costituiti da lastroni in pietra (bàsoli) con la faccia superiore levigata e quella inferiore a cuneo, per una maggiore penetrazione nel terreno. Su entrambi i lati del tratto lungo l’odierna via Solferino si conservano i resti del marciapiede (crepido), mentre sul lato orientale è stato messo in luce un frammento di tubazione in piombo (fistula), parte del sistema di approvvigionamento idrico per gli edifici prospicienti la strada. La via costituisce uno dei cardines minori della città romana, parallelo al cardo maximus, corrispondente all'asse degli attuali corso Campi, via Verdi e via Monteverdi, e incrocia uno dei decumani, che seguono a loro volta l'orientamento di quello massimo, ricalcato dalle odierne vie Jacini, Cavallotti e Cavour. Il ritrovamento, oltre al suo valore archeologico, è stato fondamentale, così come simili scoperte in altre aree cittadine, per la ricostruzione dell'impianto urbanistico della città romana, fondata nel 218 a.C. Il tratto di strada, a differenza di altri scavati, documentati e ricoperti, è stato reso sempre vsibile per tutta la sua lunghezza originaria di oltre 7 metri.

I Volontari del Touring Club Italiano per il Patrimonio Culturale accolgono i visitatori il sabato dalle ore 16 alle 19.

Apertura eccezionale sabato 21 e domenica 22 dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 19.


Scrivi la tua recensione