Scopri il mondo Touring
  • Community
  • Voci del territorio
  • >
  • Toscana
  • >
  • WOW! Gli studenti dell’Istituto Sismondi di Pescia accompagnano i visitatori alla scoperta di Villa Sismondi

WOW! Gli studenti dell’Istituto Sismondi di Pescia accompagnano i visitatori alla scoperta di Villa Sismondi

Gianluca Chelucci
Sabato, 13 Maggio, 2017

Si ripete sempre che bisogna educare i giovani alla cultura. Il Touring Club Italiano ci prova con un progetto innovativo che coinvolge 750 studenti in tutta Italia in un programma di volontariato culturale.

È WOW! Aperture straordinarie di luoghi d’arte del Touring Club Italiano: nel weekend del 13 e 14 maggio, 750 di studenti aprono 50 luoghi d’arte e di cultura in 20 città di tutta Italia con l’obiettivo di lasciare i visitatori “a bocca aperta”!

Le due giornate sono il punto d’arrivo di un percorso formativo più ampio sul tema della cultura e dei luoghi d’arte, nel corso del quale i ragazzi si sono preparati ad accogliere i visitatori e raccontare le bellezze dei siti in cui sono impegnati anche attraverso attività di storytelling sui social media.

A Pescia gli studenti dell'Istituto Sismondi-Pacinotti accompagnano i visitatori alla scoperta di Villa Sismondi (via Sismondi), sabato 13 e domenica 14 maggio dalle 10 alle 18.  

 

IL PROGETTO WOW

L’iniziativa WOW! valorizza l’esperienza del programma Aperti per Voi del Touring Club Italiano per rendere fruibili in modo continuativo siti artistici, culturali e religiosi, spesso chiusi al pubblico (o aperti solo con forti limitazioni di orario). Sono più di 10 milioni i visitatori nei siti “adottati” nel Paese dall’Associazione e dai suoi volontari - oltre 2.200 in tutta Italia - che garantiscono grazie al loro impegno l’accoglienza “stra-ordinaria” di cittadini e turisti.

 

VILLA SISMONDI

La villa prende il nome dallo storico economista e letterato Jean Charles Léonard Sismondi, nato a Ginevra, ma trasferitosi a Pescia dal 1795. 

Un edificio grande ed elegante, caratterizzato da un articolato giardino dove Sismondi si dedicò alla coltivazione e allo studio di tecniche agricole che lo portarono poi alla stesura del "Tableau de l'agriculture toscane" (1801). 

Il giardino fu nel tempo arricchito da specie di piante diverse, raccolte durante vari viaggi, che andarono a costituire un piccolo orto botanico.

 

PER SAPERNE DI PIù

Accompagnano l’apertura di sabato 13 presso la Villa Sismondi, sede della Biblioteca comunale:

I canti popolari della raccolta Nardini (ore 10,30), in collaborazione con il Club di Territorio di Pistoia

In nome della rosa (ore 17) 

Per informazioni sul programma nazionale:

touringclub.it/wow