Scopri il mondo Touring

VISITA DELLA SEZIONE DI PALERMO DEL T.C.I.

Fabio Rocca
Martedì, 21 Marzo, 2017

Circa 40 Soci ed amici del Touring Club Italiano di Palermo si sono incontrati nell'atrio della Biblioteca Comunale, già pertinenza dell'adiacente splendida Chiesa del Gesù (famosa per la fantasmagorica presenza di marmi mischi) per essere accompagnati nella visita dal Dirigente Responsabile Dott.ssa Eliana Calandra.

La visita rientrava tra le attività avviate da Fabio Rocca, che in poco tempo è riuscito ad aggregare un bel numero di presenze sotto l'egida del T.C.I.

Dopo un lungo periodo di chiusura la Biblioteca, che vanta la presenza di oltre 400.000 volumi, ha riaperto i battenti alla fine del 2016. In atto sono in corso i lavori di catalogazione di un fondo che, a seguito di un allagamento, aveva determinato il trasferimento dei volumi all'Abbazia di San Martino delle Scale. Questa attività si svolge neòlla Chiesa di San Michele Arcangelo, di impianto trecentesco, sottratta al culto nel 1870, che contiene delle originali librerie lungo le pareti, e dove si constatano facilmente gli attuali "lavori in corso" per restituire quest'immenso patrimonio culturale al pubblico. E' stato così possibile visitare anche l'adiacente Chiesa dei SS. Crispino e Crispiniano, i cui restauri evidenziano, attraverso i pavimenti in vetro, parte dei sotterranei, anch'essi visitabili, nonchè i pertinenti spazi esterni che creano un percorso davvero gradevole.

La sala dedicata a Michele Amari, cui si accede dall'atrio della Biblioteca, contiene i libri più preziosi, come il manoscritto originale dei diari palermitani di Villabianca o la seconda rarissima edizione del volume di Copernico, che illustra la teoria eliocentrica, rivoluzionaria all'epoca rispetto alla radicata concezione, fino ad allora, della validità dell'assunto tolemaico che voleva la terra al centro del sistema solare. Il tutto circondato dalle seicentesche librerie lignee con motivi a marmi mischi, che richiamano lo stile delle vicine chiese, riportate all'originario splendore grazie ad un perfetto restauro. 

Dulcis in fundo la visita si è conclusa con la visita delle due sale lignee, di cui la seconda per la consultazione dei testi, con gli arredi originali e le scaffalature poste su due livelli con ballatoi perfettamente percorribili. Le due sale, presentano, all'altezza del secondo livello, una splendida galleria di oltre 350 ritratti di Siciliani illustri, denominata Famelio (Tempio della fama). 

Qui si è conclusa la visita con la dotta e garbata guida della Dottoressa Calandra - alla quale è stata donata una pubblicazione del Touring Club a ricordo della giornata.Per concludere la Dottoressa ha evidenziato, come purtroppo soltanto dieci donne illustri, fanno parte di questa galleria di ritratti, che si è incrementata nel tempo anche con personaggi di recente memoria, come quello dedicato al Giudice Biorsellino per l'opere di uno studente dell'Accademia delle Belle Arti.

Di Giulio Perricone