Scopri il mondo Touring

San Gennaro Patrono delle Arti. Dalla Reale Cappella del Tesoro nel Duomo di Napoli al Castello Imperiali di Francavilla Fontana.

Giovanni Colonna
Giovedì, 7 Aprile, 2016

 

Dalla Reale Cappella del Tesoro di San Gennaro nel Duomo di Napoli al Castello Imperiali di Francavilla Fontana. “San Gennaro Patrono delle Arti” è il titolo della conferenza in programma sabato 09 aprile, alle 18.00, nella sala del Camino dell’antica residenza dei Principi Imperiali. Si discuterà di arte, cultura, tradizione, viaggio, attualità. 

L’iniziativa è promossa dal Club UNESCO di Francavilla Fontana d’intesa con l’Eccellentissima Deputazione della Cappella del Tesoro di San Gennaro e del Museo del Tesoro di San Gennaro, in collaborazione con il Touring Club Italiano e l’Accademia Imperiali, con il patrocinio di Regione Puglia, Pugliapromozione, Provincia di Brindisi, Città di Francavilla Fontana. 

In occasione della conferenza sarà esposta la copia originale del busto reliquiario del Santo, in oro e pietre preziose, proveniente dallo scrigno dei preziosi del Museo di San Gennaro. 
I soci Touring e Club Unesco potranno accedere all’esposizione alle ore 17,00, partecipando a una visita guidata loro riservata. 

Introduce e coordina i lavori il dottor Michele Clarizio, presidente Club UNESCO Francavilla Fontana. 
Al saluto del sindaco di Francavilla Fontana e presidente della Provincia di Brindisi, professor Maurizio Bruno, seguono gli interventi del dottor Paolo Iorio, direttore del Museo di San Gennaro, dell’avvocato Riccardo Imperiali di Francavilla, membro della Deputazione della Cappella e responsabile degli Affari legali, del dottor Giovanni Colonna, console del Touring Club Italiano.
Interviene con la sua relazione finale il professor Stefano Causa, docente di Storia dell’Arte presso l’Istituto Universitario “Suor Orsola Benincasa” e curatore della collana editoriale “San Gennaro Patrono delle Arti” che da anche il titolo alle conversazioni in Cappella, quella del Tesoro di San Gennaro nel Duomo di Napoli, appunto, per far conoscere questo straordinario gioiello dell’arte agli stessi napoletani, nella dimora d'elezione del santo patrono della città e tra i capolavori che ne celebrano la gloria: dal reliquiario prezioso del santo alla cupola affrescata da Giovanni Lanfranco, dalle pale d'altare in rame di Domenichino e di Jusepe de Ribera alle sculture in bronzo di Giuliano Finelli, dal cancello geniale di Cosimo Fanzago. 

Il tesoro è un immenso patrimonio donato a San Gennaro da papi, regine, imperatori, nobili e fedeli che non appartiene alla Chiesa ma alla città di Napoli e per questo viene custodito da un’istituzione laica, la Deputazione, composta da 12 membri come gli apostoli, presieduta dal Sindaco di Napoli. Tra i suoi Deputati vi è anche l’avvocato Riccardo Imperiali dei Principi di Francavilla Fontana, che ne cura gli affari legali, ora particolarmente impegnato nel difendere e tutelare la secolare autonomia dell’istituzione, minacciata da un recente decreto del ministro degli Interni che affida alla Curia napoletana la nomina di alcuni componenti della Deputazione, scavalcando la secolare tradizione che da 500 anni vuole la Deputazione espressione della città, laica, del tutto autonoma dal potere ecclesiastico.