Scopri il mondo Touring

Club di territorio

In ogni parte d'Italia il Touring vive e opera grazie ai Soci

Bologna

Cari Amici Soci,

vi presentiamo il Club del territorio di Bologna; Bologna meta ideale per un turismo culturale, gastronomico ed ecosostenibile

Vi aggiorneremo inoltre su tutte le iniziative curate dai Gruppi di Lavoro del Club e dai Fiduciari che saranno felici di incontrarvi per farvi conoscere le città, i borghi, le colline o le parti più nascoste della Provincia

Speriamo che questa attività susciti l'entusiasmo di molti di voi e vi aspettiamo numerosi.

Quattro i gruppi di lavoro nell'ambito del Club:

 

1° gruppo:
 Ricerca siti di interesse culturale dimenticati e/o non accessibili in città per una loro valorizzazione attraverso la conoscenza
                      Coordinatore Lucia Arena - l.arena@branchini.info
 
2° gruppo:
 Migliorare la conoscenza della città attraverso l'organizzazione di una rete di percorsi trekking urbano e colline fuori porta che dal cuore della città raggiungano gli                                                   ambienti naturali che la circondano o che ne fanno parte
                      Coordinatore Giuseppe Stefanini - giuseppesn@libero.it
 
3° gruppo
Contribuire alla salvaguardia del collegamento ferroviario da Bologna a Pistoia (Ferrovia Porrettana) in quanto elemento fondamentale per la valorizzazione di una delle                                  valli più significative del nostro territorio
                      Coordinatore Sergio Ferroni - sergio.ferroni@hotmail.it  cell. 347 3460412
 
 
4° gruppo
  Rafforzare le relazioni e la conoscenza tra i Soci attraverso conferenze, visite guidate, gite e incontri conviviali
                       Coordinatore Giampaolo Amodeo - giampaolo_amodeo@alice.it
 
PER CONTATTARCI:

indirizzo e - mail: bologna@volontaritouring.it

cellulare : 3314325425

 

 

Pieve di Panico

Sergio Ferroni
Sabato, 5 Aprile, 2014

In occasione dell'escursione del  5 aprile è stato possibile effetturare una visita guidata alla Pieve di Panico in comune di Marzabotto.

La pieve di Panico è considerata uno dei più belli edifici in stile romanico dell'Appennino Bolognese.L'edificio, opera dei maestri comacini è orientato perfettamente sull'asse est - ovest, ha mantenuto gran parte delle strutture originarie nonostante siano passati più di mille anni dalla sua edificazione.

Dove la storia si racconta: Dagli Etruschi ai giorni più neri dell’ultimo secolo.

Sergio Ferroni
Mercoledì, 12 Marzo, 2014

Itinerario:  Lama di Reno (m 110) – San Silvestro  (m 311) –  Monte di Santa Barbara (m 400) – Marzabotto  (m. 130).

 Il   5 aprile si terrà la prima delle 10 escursioni organizzate dai Club del Territorio di Bolona e Pistoia con il patrocinio della Regione Emilia Romagna per celebrare i 150 anni  della Ferrovia Porrettana, che porteranno l'escursionista passo dopo passo fino a Pistoia. Il tema delle escursioni non è solo il camminare, ma anche conoscere il territorio che andremo ad attraversare sia sotto il profilo storico che ambientale.

Giornata Ferrovie dimenticate

Sergio Ferroni
Domenica, 2 Marzo, 2014

Ieri 1 marzo si svolta la settima giornata delle Ferrovie dimenticate a cure dei Club del Territorio di Bologna e Pistoia del TCI. Nonostante il tempo fosse inclemente, una leggera pioggia, alternata a brevi rovesci e un vento prettamente invernale 24 partecipanti si sono presentati all'appuntamento in Piazza San Francesco a Pistoia dove ad accorglierli era il Console Regionale della Toscana Gianluca Chelucci; tra i partecipanti provenienti anche da fuori regione era presente l'arch.

Cena degli auguri a Palazzo Grassi

Sergio Ferroni
Sabato, 23 Novembre, 2013
Insieme a poche altre dimore - come ad esempio Casa Isolani e Casa Reggiani – PALAZZO GRASSI costituisce una delle poche testimonianze superstiti dell'assetto urbano medievale. Il portico è sostenuto da travi lignee dalla caratteristica forma 'a stampella' mentre il portale principale presenta una ghiera a sesto acuto e le finestre a monofora sono decorate in terracotta.
Nel quattrocentesco cortile interno si segnalano intagli attribuiti alla scultrice Properzia de Rossi e una Madonna con Bambino in terracotta del XVI secolo.