Scopri il mondo Touring

Club di territorio

In ogni parte d'Italia il Touring vive e opera grazie ai Soci

Bologna

Cari Amici Soci,

vi presentiamo il Club del territorio di Bologna; Bologna meta ideale per un turismo culturale, gastronomico ed ecosostenibile

Vi aggiorneremo inoltre su tutte le iniziative curate dai Gruppi di Lavoro del Club e dai Fiduciari che saranno felici di incontrarvi per farvi conoscere le città, i borghi, le colline o le parti più nascoste della Provincia

Speriamo che questa attività susciti l'entusiasmo di molti di voi e vi aspettiamo numerosi.

Quattro i gruppi di lavoro nell'ambito del Club:

 

1° gruppo:
 Ricerca siti di interesse culturale dimenticati e/o non accessibili in città per una loro valorizzazione attraverso la conoscenza
                      Coordinatore Lucia Arena - l.arena@branchini.info
 
2° gruppo:
 Migliorare la conoscenza della città attraverso l'organizzazione di una rete di percorsi trekking urbano e colline fuori porta che dal cuore della città raggiungano gli                                                   ambienti naturali che la circondano o che ne fanno parte
                      Coordinatore Giuseppe Stefanini - giuseppesn@libero.it
 
3° gruppo
Contribuire alla salvaguardia del collegamento ferroviario da Bologna a Pistoia (Ferrovia Porrettana) in quanto elemento fondamentale per la valorizzazione di una delle                                  valli più significative del nostro territorio
                      Coordinatore Sergio Ferroni - sergio.ferroni@hotmail.it  cell. 347 3460412
 
 
4° gruppo
  Rafforzare le relazioni e la conoscenza tra i Soci attraverso conferenze, visite guidate, gite e incontri conviviali
                       Coordinatore Giampaolo Amodeo - giampaolo_amodeo@alice.it
 
PER CONTATTARCI:

indirizzo e - mail: bologna@volontaritouring.it

cellulare : 3314325425

 

 

A spasso per le Colline di Bologna

Sergio Ferroni
Domenica, 4 Maggio, 2014

Grazie al lavoro dei volontari della Consulta Escursionistica, di cui fanno parte dieci associazioni, tra le quali il Touring Club Italiano, il C.A.I, Trekking Italia, l'Associazione Sentieri di Pace, la Fondazione Villa Ghigi, un nuovo sentiero collinare il 914 è sato consegnato alla città.

Pieve di Panico

Sergio Ferroni
Sabato, 5 Aprile, 2014

In occasione dell'escursione del  5 aprile è stato possibile effetturare una visita guidata alla Pieve di Panico in comune di Marzabotto.

La pieve di Panico è considerata uno dei più belli edifici in stile romanico dell'Appennino Bolognese.L'edificio, opera dei maestri comacini è orientato perfettamente sull'asse est - ovest, ha mantenuto gran parte delle strutture originarie nonostante siano passati più di mille anni dalla sua edificazione.

Dove la storia si racconta: Dagli Etruschi ai giorni più neri dell’ultimo secolo.

Sergio Ferroni
Mercoledì, 12 Marzo, 2014

Itinerario:  Lama di Reno (m 110) – San Silvestro  (m 311) –  Monte di Santa Barbara (m 400) – Marzabotto  (m. 130).

 Il   5 aprile si terrà la prima delle 10 escursioni organizzate dai Club del Territorio di Bolona e Pistoia con il patrocinio della Regione Emilia Romagna per celebrare i 150 anni  della Ferrovia Porrettana, che porteranno l'escursionista passo dopo passo fino a Pistoia. Il tema delle escursioni non è solo il camminare, ma anche conoscere il territorio che andremo ad attraversare sia sotto il profilo storico che ambientale.

Giornata Ferrovie dimenticate

Sergio Ferroni
Domenica, 2 Marzo, 2014

Ieri 1 marzo si svolta la settima giornata delle Ferrovie dimenticate a cure dei Club del Territorio di Bologna e Pistoia del TCI. Nonostante il tempo fosse inclemente, una leggera pioggia, alternata a brevi rovesci e un vento prettamente invernale 24 partecipanti si sono presentati all'appuntamento in Piazza San Francesco a Pistoia dove ad accorglierli era il Console Regionale della Toscana Gianluca Chelucci; tra i partecipanti provenienti anche da fuori regione era presente l'arch.

Cena degli auguri a Palazzo Grassi

Sergio Ferroni
Sabato, 23 Novembre, 2013
Insieme a poche altre dimore - come ad esempio Casa Isolani e Casa Reggiani – PALAZZO GRASSI costituisce una delle poche testimonianze superstiti dell'assetto urbano medievale. Il portico è sostenuto da travi lignee dalla caratteristica forma 'a stampella' mentre il portale principale presenta una ghiera a sesto acuto e le finestre a monofora sono decorate in terracotta.
Nel quattrocentesco cortile interno si segnalano intagli attribuiti alla scultrice Properzia de Rossi e una Madonna con Bambino in terracotta del XVI secolo.