Bandiere arancioni

Bandiere arancioni

Tra le tante attività a favore delle ricchezze del nostro Paese, Tci seleziona e certifica con la Bandiera arancione i borghi eccellenti dell'entroterra per la loro qualità turistico-ambientale.

Bandiere arancioni


Tra le tante attività a favore delle ricchezze del nostro Paese, Tci seleziona e certifica con la Bandiera arancione i borghi eccellenti dell'entroterra. La Bandiera arancione  è stata pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita e viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma che sanno offrire al turista un'accoglienza di qualità.


Il marchio intende stimolare una crescita sociale ed economica attraverso lo sviluppo sostenibile del turismo.
In particolare, gli obiettivi sono:
- la valorizzazione delle risorse locali;
- lo sviluppo della cultura dell'accoglienza;
- lo stimolo dell'artigianato e delle produzioni tipiche;
- impulso all'imprenditorialità locale;
- il rafforzamento dell'identità locale.

Per il turista la Bandiera arancione è un elemento di scelta che garantisce un’esperienza di qualità, alla scoperta di luoghi di cultura e tradizione, fuori dai flussi turistici tradizionali.

L’idea di Bandiere arancioni è nata nel 1998 in Liguria, dietro l’esigenza della Regione di valorizzare l’entroterra. Il Touring sviluppò quindi un modello di analisi (Modello di Analisi Territoriale, M.A.T. del Tci) che portò all’individuazione delle prime località “arancioni” e alla volontà di promuovere il marchio in tutta Italia. Nel corso di questi anni il Touring Club Italiano ha raggiunto 20 regioni italiane e ha ricevuto la candidatura di oltre 2.000 Comuni, ma solo 203 località hanno soddisfatto gli oltre 250 parametri previsti dal Modello di Analisi e hanno ottenuto la Bandiera arancione.

Per ulteriori informazioni e conoscere le località certificate, visita il sito Bandiere arancioni: www.bandierearancioni.it
Cerca sul nostro portale gli eventi organizzati nei Comuni Bandiera arancione.

Chiudi
Una giornata di festa aperta a tutti con visite guidate, attività, degustazioni ed eventi per scoprire la bellezza dei borghi più accoglienti d’Italia certificati con la Bandiera arancione TCI.
La Giornata Bandiere arancioni si tiene in autunno ed è l’occasione per Soci e non Soci di conoscere  l’entroterra italiano d’eccellenza, visitando luoghi meno conosciuti, percorrendo sentieri in contesti naturalistici di pregio e assaporando e gustando le tipicità enogastronomiche.

Per ulteriori informazioni e aggiornamenti, visita il sito Bandiere arancioni: www.bandierearancioni.it

Le edizioni passate:
2012: in 100 località "arancioni" il 14 ottobre una grande festa!
2011: in 93 località "arancioni" il 09.10.11, una giornata che "Mi piace"!
2010: in 87 Comuni Bandiera arancione, una Giornata 10 e lode!
Chiudi
Aperti per Voi

Aperti per Voi

L’iniziativa Aperti per Voi favorisce l’apertura di luoghi di cultura altrimenti inaccessibili attraverso la collaborazione dei Volontari per il Patrimonio Culturale.

Aperti per Voi

Il Touring nel 2005 ha avviato l’iniziativa Aperti per Voi per favorire l’apertura di luoghi d’arte e di cultura (musei, aree archeologiche, palazzi storici, chiese) attraverso la collaborazione dei Volontari per il Patrimonio Culturale.

L’intento è quello di promuovere e diffondere la conoscenza dei beni culturali consentendo la visita di luoghi solitamente chiusi al pubblico. L’impegno del Touring è quello di assicurarne la fruizione in modo sistematico e continuato grazie alla presenza dei Volontari che assicurano l’accoglienza e l’attività informativa di orientamento ai visitatori, oltre al supporto e al presidio dei luoghi.

Nel 2010 Aperti per Voi ha ricevuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e nel marzo 2012, in occasione dell’importante traguardo del “milionesimo visitatore”, Giorgio Napolitano ha conferito ad “Aperti per Voi” l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Chiudi

Il Touring individua i luoghi da aprire di concerto con le proprietà, normalmente enti pubblici o religiosi, che non hanno la possibilità di garantire l’apertura – parziale o totale – dei siti a causa della diffusa carenza di risorse in ambito culturale.

Nella individuazione delle opportunità di collaborazione il Touring si pone alcuni criteri base per garantire l’impegno e la riuscita dell’iniziativa, tra cui l’interesse artistico-culturale del sito da aprire, la turisticità e la popolosità della località, la presenza locale del Touring (Consoli, Fiduciari, Punto Touring, Succursali), la numerosità di Soci Touring nell’area circostante per la ricerca di Volontari. A ciò si aggiunga una preferenza di fondo per i luoghi dove non è previsto un ingresso a pagamento.

Il Touring, oltre a garantire l’apertura, “adotta” il sito realizzando, dove possibile, concerti, visite guidate, mostre, incontri e letture col fine di promuovere la valorizzazione e la conoscenza dei luoghi.

 

Per scoprire l'elenco dei luoghi Aperti per Voi clicca qui.

Chiudi

I Volontari Touring per il Patrimonio Culturale mettono a disposizione parte del loro tempo libero per collaborare all’apertura di luoghi d’arte altrimenti chiusi al pubblico, promuovendo e diffondendo la conoscenza dei beni culturali del nostro Paese.

L’iniziativa è resa possibile grazie alla disponibilità, all’entusiasmo e alla passione dei Volontari, soci Touring che, dopo aver seguito un percorso formativo (incontri informativi, visite guidate dedicate, corsi di storia dell’arte) mettono a disposizione parte del loro tempo libero per consentire la fruizione dei luoghi. La loro attività prevede: accoglienza dei visitatori, informazioni storico-culturali generali e di orientamento dei visitatori, supporto al presidio dei luoghi e delle opere, supporto in occasione di manifestazioni ed eventi culturali, distribuzione di materiale informativo.

Indicativamente l’impegno richiesto è di circa 4 ore alla settimana, a seconda della disponibilità e delle necessità.
Per candidarti come Volontario e ricevere maggiori informazioni compila il modulo online.

Chiudi
Penisola del Tesoro

Penisola del Tesoro

Attraverso una serie di appuntamenti domenicali gratuiti ed esclusivi, con la Penisola del Tesoro il Touring Club Italiano conduce i propri soci alla scoperta dei luoghi meno conosciuti del nostro Paese.

Penisola del Tesoro

Con il patrocinio di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministro per gli Affari Regionali, il Turismo e lo Sport

Attraverso una serie di appuntamenti domenicali gratuiti ed esclusivi, con la Penisola del Tesoro® Tci conduce i propri Soci alla scoperta dei luoghi meno conosciuti del nostro Paese ma non per questo meno importanti quanto a ricchezza di tesori artistici, naturalistici, tradizioni culturali e artigianali, spesso aperti eccezionalmente per l'occasione.

Nelle 14 edizioni già realizzate, la  Penisola del Tesoro®  ha fotografato un’Italia virtuosa che, forte delle tipicità del territorio, ha saputo far convergere i propri valori verso un’immagine internazionalmente riconosciuta, invidiata e imitata. Negli anni, circa 110.000 persone hanno potuto ammirare ben 161 luoghi d’eccellenza, riconfermando il TCI come forza propulsiva e più grande aggregatore del movimento turistico in Italia.

Per partecipare alla Penisola del Tesoro®  occorre prenotarsi, nelle due settimane che precedono ciascuna tappa, presso i Punti Touring della regione di riferimento se presenti, oppure telefonicamente a Pronto Touring secondo le modalità indicate nella pagina dedicata a ciascun appuntamento.

Ciascuna tappa può essere completata da visite libere, spettacoli folcloristici ed esibizioni musicali, seminari e convegni, presentazione di prodotti artigianali ed enogastronomici, convenzioni riservate ai Soci presso strutture ricettive e ristoranti locali, che verranno dettagliati nella pagina relativa, accessibile dal Calendario.

Chiudi

Le tappe della Penisola del Tesoro - 15^ edizione

• 25-26 gennaio – C'è del nuovo a Milano! Le Gallerie d'Italia-Piazza Scala
• 15-16 febbraio – Barletta (Bt): la Bis-sfida
• 15-16 marzo – Chatillon (Ao): che arte al Castello
• 29-30 marzo – Jesi (An): ritorno in musica
• 17-18 maggio – Giffoni Valle Piana (Sa): che cinema!

Le tappe successive sono in continuo aggiornamento.

Chiudi

Giunta nel 2013 a completare la sua XIV edizione, la Penisola del Tesoro® ha raggiunto ben 161 località in tutte le regioni d’Italia, permettendo di conoscere musei e monumenti meno frequentati delle grandi città, centri storici di eccezionale valore e paesaggi di straordinaria bellezza.

Consulta le mete delle edizioni precedenti:
- Le tappe del 2013
- Le tappe del 2012
- Le tappe del 2011
- Le tappe del 2010
- Le tappe del 2009
- Le tappe del 2007/2008
- Le tappe del 2007
- Le tappe del 2006
- Le tappe del 2004/2005
- Le tappe del 2003/2004
- Le tappe del 2002/2003
- Le tappe del 2001/2002
- Le tappe del 2000/2001
- Le tappe del 1999/2000

Chiudi
Festival del turismo scolastico

Festival del turismo scolastico

È un concorso nazionale rivolto agli studenti e insegnanti delle scuole superiori italiane, a cui viene chiesto di realizzare elaborati sul tema del viaggio d'istruzione o video per valorizzare il proprio territorio.

Festival del turismo scolastico

Il Touring Club Italiano, con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, indice e organizza il concorso nazionale “CLASSE TURISTICA. Festival del turismo scolastico”.

Il Festival nasce dalla consapevolezza del valore formativo del viaggio d’istruzione, quale momento di arricchimento conoscitivo, culturale, umano e professionale, e del contributo fondamentale che esso può dare allo sviluppo di un’adeguata cultura del viaggio, rispettosa delle identità locali e protesa alla conoscenza, valorizzazione e tutela del patrimonio culturale e ambientale.

“Classe Turistica. Festival del Turismo Scolastico” è rivolto agli studenti e insegnanti delle prime 4 classi delle 8.500 scuole superiori d’Italia nonchè alle scuole di lingua italiana in Istria, Fiume e Dalmazia. Alle scuole viene chiesto di realizzare un elaborato video che evidenzi le esperienze didattiche realizzate dagli studenti durante il viaggio d'istruzione. In alternativa le classi possono optare per un video che racconti il loro territorio valorizzandone tradizioni, sviluppo e cultura.
 
Il Concorso, nella sua edizione speciale, si articola in sei sezioni competitive:
- Un viaggio di classe - per le classi che descriveranno il viaggio d’istruzione svolto;
- Vieni da noi - per le classi che promuoveranno la loro città presso i coetanei;
- Vieni a conoscere Fiume, l’Istria e la Dalmazia, per le classi residenti in quei territori;
- Viaggio nella civiltà Istriano–Dalmata, per le classi che sceglieranno quei luoghi come meta dei loro viaggi d’istruzione;
- Viaggio nei luoghi della Grande Guerra per le classi che decideranno di visitare quei luoghi;
- Vieni a conoscere i luoghi della Grande Guerra per le scuole residenti in quei territori.

Ogni scuola può partecipare con più classi, ognuna delle quali potrà concorrere con un solo elaborato. Tra le centinaia di elaborati pervenuti una giuria di esperti selezionerà le classi finaliste una cui rappresentanza verrà premiata in un momento comunitario e di festa che si svolgerà a Gorizia dal 16 al 18 ottobre.

Per maggiori informazioni visita il sito www.classeturistica.it

Chiudi
Cittadinamente

Cittadinamente

Cittadinamente è l’iniziativa Touring pensata per dar voce ai cittadini, perché un luogo per essere ospitale deve innanzitutto essere vivibile!

Cittadinamente

Il Touring Club Italiano, da sempre impegnato nella valorizzazione e tutela del territorio, ha messo in campo un nuovo, concreto e innovativo progetto nel quale si traducono e si attualizzano i principi dell’associazione.

Cittadinamente è un’iniziativa che, attraverso la partecipazione di cittadini e turisti, invitati a esprimere online pareri e commenti circa la vivibilità dei centri urbani, permette di:
- creare la mappa dinamica della vivibilità urbana in Italia;
- raccogliere commenti, proposte e buone pratiche urbane;
- costruire campagne sulla base delle esigenze emerse dal territorio.

Attraverso questa iniziativa Touring punta quindi l’attenzione sulla qualità della vita e diventa portavoce di istanze territoriali e collettore di buone pratiche civiche.

Per partecipare, 
- accedi al sito www.cittadinamente.it;
- valuta la tua città su ambiente, divertimenti, offerta culturale, mobilità, servizi alla famiglia;
- guarda il tuo risultato e come viene percepita la città dagli altri;
- invita i tuoi amici a partecipare;
- aiutaci a migliorare la vivibilità nella tua città proponendoci e segnalandoci le buone pratiche nella tua zona.

Partecipa anche tu, vogliamo sentire la tua voce!
Info: www.cittadinamente.it
 

Chiudi
Visite guidate e incontri

Visite guidate e incontri

Ogni settimana i soci hanno la possibilità di partecipare a un gran numero di attività e iniziative organizzate dai consoli Tci, dedicate appositamente a loro.

Visite guidate e incontri

Ogni settimana i Soci hanno la possibilità di partecipare a un gran numero di attività e iniziative organizzate dai Consoli Tci, dedicate appositamente a loro. Si tratta di appuntamenti estremamente differenziati – si va dalle visite guidate in musei e in luoghi di interesse artistico-culturale a itinerari enogastronomici, escursioni, visite a mostre, concerti e altro ancora, con l'obiettivo comune di essere partecipi della vita dell’associazione, sul territorio. Tutte le visite sono realizzate assieme a guide di accompagnatori esperti.

Scarica il programma delle visite guidate dei consoli della Lombardia!

Scarica il programma delle visite guidate dei consoli della Campania!


Collegamenti a tutte “Le Vie di …”

Chiudi
Parchi cicloturistici

Parchi cicloturistici

Una rete di percorsi di qualità ideati per scoprire in bicicletta l’enorme patrimonio italiano che Tci vuole promuovere, insieme agli operatori pubblici e privati locali.

Parchi cicloturistici

Il progetto “Parchi cicloturistici” nasce dalla considerazione che il tema della bicicletta – così come più genericamente quello della mobilità – interessa ormai una considerevole fetta della popolazione italiana che in questi anni sta modificando il proprio modo di muoversi: l’incremento dell’utilizzo della bicicletta non si limita, infatti, solo agli spostamenti casa-lavoro ma riguarda sempre più anche il settore dei viaggi e del tempo libero.

E non è un caso che il Tci se ne occupi: l'associazione, infatti, è nata alla fine del 1894 come “Touring Club Ciclistico Italiano” e ha preso l'attuale denominazione solo nel 1900. Per decenni il sodalizio ha fatto delle due ruote il mezzo principe per scoprire il nostro Paese e crede ora importante porsi nuovamente come riferimento nazionale per il cicloturismo, reinterpretando l’uso di questo mezzo di trasporto così antico ma così moderno.

Cosa sono i Parchi cicloturistici? Si tratta di una rete di percorsi di qualità ideati per scoprire in bicicletta l’enorme patrimonio italiano che Tci vuole promuovere, insieme agli operatori pubblici e privati locali. È, infatti, un modo per valorizzare il territorio e tutto quanto insiste ed esiste nelle sue immediate vicinanze, prevedendo un coinvolgimento delle attività commerciali e dei servizi più propriamente turistici (ricettività, ristorazione ecc.).

All’interno di un Parco cicloturistico, è possibile identificare percorsi differenti che si rivolgono a target diversi. A titolo di esempio possono essere:
- suddivisi in base al chilometraggio e al grado di difficoltà;
- in successione o a quadrifoglio, a seconda della durata;
- interconnessi con altri mezzi di trasporto (treno, barca ecc.);
- individuati privilegiando piacevolezza del paesaggio, tranquillità delle strade a basso tenore di traffico e propensione all’accoglienza turistica del territorio.

Per informazioni: centrostudi@touringclub.it

Chiudi
Segnaletica turistica

Segnaletica turistica

I progetti di segnaletica realizzati dal Tci sono volti a migliorare la fruizione e la conoscenza del territorio dal punto di vista turistico, culturale e paesaggistico.

Segnaletica turistica

Perché parlare di segnaletica? Prima di tutto per il fatto che i cartelli stradali sono “figli” del Tci: non tutti sanno, infatti, che in Italia la nostra associazione è stata la prima a realizzarli e posizionarli, avendo strutturato al proprio interno veri e propri laboratori. Poi, perché una segnaletica ben fatta è sinonimo di accessibilità e di accoglienza turistica: è uno strumento che ci guida alla scoperta dei luoghi e che ci informa su cosa stiamo visitando.
Purtroppo, però, la realtà nazionale è spesso diversa: cartelli usurati o fuori norma, assenti nei punti strategici oppure troppo numerosi disorientano e possono essere causa di incidenti, oltre che deturpare il paesaggio naturale o urbano.

La segnaletica, dunque, non è un aspetto banale per la circolazione, il turismo e l’informazione. Il semplice concetto di “cartello” assume un ruolo fondamentale nei centri urbani come nelle aree extraurbane, nei siti storici, archeologici, ovunque esista qualcosa da segnalare e sottolineare. Il ruolo decisivo che ha avuto Touring Club in questo ambito, aprendo la strada agli inizi del Novecento all’introduzione dei primi cartelli indicatori e alla successiva regolamentazione della circolazione a livello centrale, continua a essere ribadito e attualizzato con l’attività progettuale del Centro Studi Touring che negli anni ha sviluppato una specifica attività di consulenza e affiancamento tecnico alle pubbliche amministrazioni che intendono affrontare il tema.

I progetti di segnaletica realizzati dal Touring Club Italiano, tutti volti a migliorare la fruizione e la conoscenza del territorio dal punto di vista turistico, culturale e paesaggistico, possono prevedere tre diversi ambiti di applicazione:
- segnaletica stradale che consente di razionalizzare e rendere maggiormente efficaci i cartelli previsti dal Codice della strada;
- segnaletica info-monumentale che permette di valorizzare le risorse artistico-culturali di una destinazione;
- segnaletica pedonale e ciclabile che risponde all’esigenza di agevolare la fruizione slow del territorio ricostruendo nuovi percorsi di visita e garantendo, nel contempo, la sicurezza dell’utente che si muove senza auto.

Per informazioni: centrostudi@touringclub.it

Chiudi
Osservatorio sul turismo scolastico

Osservatorio sul turismo scolastico

L'osservatorio sul turismo scolastico si pone l'obiettivo di monitorare nel tempo l’andamento dei viaggi d’istruzione (ovvero le gite con almeno un pernottamento) degli istituti superiori di primo e secondo grado italiani.

Osservatorio sul turismo scolastico

Dall’a.s. 2006/2007 il Centro Studi Touring ha dato vita all’Osservatorio sul turismo scolastico, che si pone l’ambizioso obiettivo di monitorare nel tempo l’andamento dei viaggi d’istruzione (ovvero le gite con almeno un pernottamento) degli istituti superiori di secondo grado italiani e, dall’a.s. 2011/2012, anche di quelli superiori di primo grado.

Questa decisione nasce dal fatto che il Tci è da sempre in contatto con le istituzioni scolastiche per sensibilizzarle sull’importanza che il viaggio riveste come strumento di conoscenza – Touring è operatore specializzato per la scuola dal 1913 – e dalla constatazione che esiste, tuttora, una carenza informativa relativa a questo segmento che risulta “assente” dalle fonti ufficiali, pur avendo una sua rilevanza economica e sociale.
Touring è da sempre convinto, infatti, che nel percorso educativo dello studente il viaggio d’istruzione riveste un ruolo fondamentale, non solo perché completa la preparazione in classe dando la possibilità di vedere da vicino quanto studiato sui libri, ma soprattutto perché costituisce un’occasione irripetibile per comprendere il significato vero del viaggio, a prescindere dalle località scelte e degli specifici contenuti didattici proposti.

È importante considerare che quanto appreso dagli studenti nel corso dei viaggi scolastici può – e dovrebbe, in una scuola che crede nell’efficacia di esperienze fuori aula – guidare i comportamenti che essi metteranno in atto da adulti durante i propri viaggi e che si spera siano rispettosi dell’ambiente, delle risorse storico-culturali e, in generale, del territorio visitato e delle comunità ospitanti.
Nel corso di questi anni, il monitoraggio ha permesso di cogliere le caratteristiche proprie del turismo scolastico, rilevare le invarianti del settore e isolare le tendenze che consentono di ricostruire la sua evoluzione verso nuovi modelli di viaggio.
L’indagine è possibile grazie all’ampio database costituito da centinaia di scuole “amiche del Touring” che ogni anno forniscono il loro prezioso contributo, compilando i questionari proposti.

Per informazioni: ots@touringclub.it

Chiudi
Osservatorio vacanze

Osservatorio vacanze

L’osservatorio vacanze monitora - attraverso gli iscritti alla newsletter associativa - intenzioni e comportamenti di viaggio dei nostri connazionali con delle survey periodiche on line.

Osservatorio vacanze

Capire come è andata una stagione turistica non è cosa semplice: molteplici e a volte discordanti fonti a disposizione, tempi lunghi per il rilascio delle statistiche ufficiali e scarsa attenzione agli aspetti comportamentali dei viaggiatori rendono di difficile comprensione come si sta evolvendo anno dopo anno il mondo dei viaggi e delle vacanze. Ciò impedisce, inoltre, agli operatori pubblici e privati di impostare serie strategie per attrarre nuovi target o fidelizzare quelli tradizionali.

Con la consapevolezza che il problema delle statistiche turistiche è questione spinosa e non di facile soluzione, il Centro Studi Touring ha, però, deciso di fare la propria parte istituendo l’Osservatorio Vacanze che monitora – attraverso gli iscritti alla newsletter associativa – intenzioni e comportamenti di viaggio dei nostri connazionali con delle survey periodiche on line alle quali rispondono di consueto alcune migliaia di persone.

Interpellando gli italiani a ridosso dei principali periodi turistici o nei giorni appena successivi, l’Osservatorio è in grado di rilasciare informazioni in tempo quasi reale, tastando il polso della situazione dei flussi domestici e outgoing.

Per informazioni: centrostudi@touringclub.it

Chiudi