Scopri il mondo Touring

Gola del Bottaccione

localita

06024 Gubbio (PG)
Uscendo da Gubbio sulla via Perugina si vede l'elegante facciata in conci della chiesa della Madonna del Prato, eretta nel 1662-78 sul modello del S. Carlino di Roma del Borromini. Il vescovo Sperelli, a cui si deve, commissionò a Francesco Allegrini la decorazione interna a fresco.
Proseguendo, in poco più di 2 km da porta Metauro sulla statale 298 per Scheggia si arriva alla gola del Bottaccione, scavata dal Camignano tra le pareti del monte Ingino e del monte Calvo. La gola è di eccezionale interesse geologico in quanto presenta una serie sedimentaria carbonatica completa. Sono stati rilevati «aghetti di magnetite» (ossido di ferro) che sono considerati una sorta di 'bussola' fossile, e un'insolita presenza di minerali del gruppo del platino, di sicura origine extraterrestre (meteoriti).
Informazioni

Scrivi la tua recensione