Scopri il mondo Touring

Taormina

localita

Taormina (ME)
Questa autentica perla della Sicilia è singolarmente unica per posizione e per forma urbana: due ali di farfalla distese sul terrazzo di una rupe a picco sul mare. Protetta dalle ultime alture dei Peloritani, Taormina guarda a nord la costa fino a Messina e a sud l'Etna. È forse la sua luminosità intensa, specchiata dal mare, a rendere così suggestivi i suoi ambienti e i suoi scenari. Tappa obbligata sul percorso Messina-Siracusa, in passato la città ricoprì un ruolo importante nell'economia territoriale della Sicilia orientale, fino a quando nel XVIII secolo, costruita l'arteria costiera di collegamento fra le due città, non le restò che specializzarsi nell'offerta turistica che l'amenità peculiare del luogo suggeriva. Il sito era già popolato in età arcaica e vicino alla chiesa di S. Pancrazio sono ancora visibili resti di abitazioni databili al III secolo a C., per cui si suppone che la zona residenziale della cittadina ellenistica dovesse avere sede qui, mentre l'acropoli si trovava sulla vetta del monte Tauro, dove adesso sorge il castello medievale; più a sud era invece la zona della “polis”, con la piazza del mercato e l'agorà, circondata dagli edifici rappresentativi e di culto. Monumenti che subirono tutti, sotto la successiva dominazione romana, variazioni nella forma e nella destinazione d'uso. In epoca bizantina, diventata sede d'arcivescovado, Taormina vide ampliarsi i suoi confini e nell'estremità meridionale dell'abitato venne costruita la prima cattedrale di S. Maria Assunta. Gli arabi ne potenziarono e razionalizzarono il sistema di approvvigionamento idrico, consentirono la coltivazione del terreni circostanti e spostarono il centro urbano in corrispondenza del precedente ampliamento bizantino. Con la successiva dominazione normanna venne consolidato l'assetto urbanistico della città, con l'edificazione del Borgo al di là della porta di Mezzo, che segnava il limite dell'espansione altomedievale. Fra il XVI e il XVII secolo la città si ampliò verso nord; nel '700 l'arrivo di viaggiatori stranieri aprì la strada all'interesse turistico verso la cittadina, favorito nel secolo successivo dal riutilizzo dei monasteri come strutture ricettive e affermatosi definitivamente nel corso del Novecento.

Scrivi la tua recensione