Scopri il mondo Touring

Visualizza

Soncino

localita

Soncino (CR)
Centro padano di bell’atmosfera storica a poca distanza dall’Oglio, conserva un raccolto nucleo medievale. Sorto come castrum nel IV secolo, fu più volte distrutto nel corso del medioevo. Nel 1329 passò al ducato di Milano, sotto il quale rimase - tranne una breve parentesi veneziana (1432-48) - fino alla metà del ’500 quando divenne feudo della famiglia Stampa. Agli Sforza si deve la costruzione delle mura, con le quattro porte d’accesso (abbattute dagli austriaci) segnate da bianchi pilastri, e soprattutto della possente Rocca, una delle più importanti e meglio conservate della Lombardia. Non lontano, nell’ex filanda Meroni, interessante complesso ottocentesco di archeologia industriale, ha sede il Museo della Seta, che documenta l’allevamento del baco e l’antica produzione artigianale. Nella centrale piazza Garibaldi si trova il basso palazzo del Comune, porticato, con a fianco la cosiddetta torre dell’Orologio, di origine veneta, dietro la quale svetta molto più alta la torre del Palazzo dei consoli (XII secolo). Subito dopo è la parrocchiale di S. Maria Assunta (1889), che custodisce una tela seicentesca del fiammingo Matthias Stomer (Vespasiano fa liberare Giuseppe Flavio dalle catene). Sulla destra della piazza, lungo via IV Novembre si incontrano la chiesa di S. Giacomo, d’origine trecentesca ma poi ampiamente rimaneggiata, e una sequenza di belle case gotiche e rinascimentali: spicca, sulla sinistra, la quattrocentesca casa degli Azzanelli, con eleganti decorazioni in cotto.

Scrivi la tua recensione