Scopri il mondo Touring

Visualizza

Museo nazionale della Certosa di Calci

localita

via Roma 79 56011 Calci (PI)
Telefono: 050938430
Fondata nel 1366, la Certosa – conosciuta anche come Certosa di Pisa – fu ampliata nella seconda metà del ’400, e subì cospicui rifacimenti tra ’600 e ’700. Il Museo tutela tutti i suoi edifici e alcuni ambienti interessanti dal punto di vista storico-documentario, come la farmacia o le abitazioni dei monaci attorno al chiostro grande seicentesco. Ogni cella è concepita come unità abitativa individuale, con più stanze e un giardino.
Oltre alla quadreria, sono notevoli soprattutto la Foresteria granducale con stucchi e affreschi, il chiostrino priorale seicentesco, il quattrocentesco chiostrino capitolare, il refettorio – con affreschi settecenteschi e con un’Ultima Cena di Bernardino Poccetti (1597) – e il chiostro grande, un tempo cimitero della Certosa.
Sulla corte d’onore si affaccia il prospetto barocco della chiesa, decorato da statue allegoriche. Il ricco interno, a navata unica con un tramezzo di marmi policromi, ha le pareti decorate di affreschi settecenteschi (storie della Bibbia) di Giuseppe e Pietro Rolli; altri affreschi, del certosino lucchese Stefano Cassiani (1685), sono nella cupola. Sul fianco sinistro si trova una serie di cappelle per le messe quotidiane di ogni monaco: nella cappella di S. Brunone, il santo è raffigurato in una tela di Jacopo Vignali, (1623-1626); nella cappella del Rosario, pala d’altare di Giuseppe Maria Terreni (1794).
La Certosa ospita anche il Museo di Storia naturale dell’Università di Pisa, erede della Galleria fondata nel 1591 da Ferdinando I de’ Medici. Il nucleo originario delle collezioni è cresciuto nel tempo, soprattutto nel corso dell’800, fino a disporre di circa duecentomila pezzi che testimoniano di quattro secoli di ricerca naturalistica. Sono importanti i settori zoologici, mineralogici, paleontologici e la collezione di scheletri cetacei, allestiti in un loggiato lungo 120 metri con vista sul verde dei giardini.
Informazioni
 Apertura: martedì-sabato 8.30-18.30, domenica e festivi 8.30-12.30
Condizioni di visita: ingresso a pagamento

Scrivi la tua recensione