Scopri il mondo Touring

Visualizza

San Candido/Innichen

localita

San Candido/Innichen (BZ)
Celti, romani, baiuvari, slavi, austriaci. Tutti sono passati da questo borgo, da sempre chiave dei collegamenti verso l'Austria e il Veneto, ma anche porta di accesso alle Dolomiti pusteresi.

Qui bisogna arrivare per vedere il vertice espressivo raggiunto dall'arte romanica nell'Alto Adige, quella collegiata dei Ss. Candido e Corbiniano** cui i restauri del 1969 hanno cercato di rendere l'aspetto originario. La chiesa, costruita tra il 1141 e la metà del '200 sotto l'influsso di modelli lombardi, si individua dal massiccio campanile quadrato anche se all'esterno è prezioso il portale lungo il fianco destro, la cui lunetta racchiude un altorilievo di gusto antelamico. Un atrio gotico, precede l'interno*, semplice e severo nella ripartizione in tre navate tramite colonne e pilastri dai capitelli tutti diversi. Il Museo della Collegiata di S. Candido occupa con il tesoro della chiesa il granaio del Capitolo, il più antico (X secolo) in paese, che guarda al fianco sinistro della chiesa.

Miti, leggende, ma anche fossili e minerali spiegano l'ambiente naturale e culturale delle montagne nel Museo Dolomythos, che dalla parrocchiale barocca si raggiunge percorrendo la via pedonale in asse con la facciata della chiesa e quindi piegando nella prima strada a sinistra.

Scrivi la tua recensione