Scopri il mondo Touring

Visualizza

  • Viaggi
  • Destinazioni
  • >
  • Firenze
  • >
  • Localita
  • >
  • Museo di Storia naturale-Sezione di Mineralogia e Litologia dell'Università degli Studi, Firenze, localita, Museo

Museo di Storia naturale-Sezione di Mineralogia e Litologia dell'Università degli Studi

localita

via G. La Pira 4 50121 Firenze (FI)
Telefono: 0552756444-0552757536
Il museo universitario comprende le più importanti raccolte naturalistiche italiane, ed è erede dell’ “Imperial Regio Museo di Fisica e Storia Naturale” istituito nel 1775 dal granduca Pietro Leopoldo presso il palazzo Torrigiani di via Romana. Qui si trovano le sezioni di Mineralogia e Litologia, di Geologia e Paleontologia, e di Botanica. La sezione di Antropologia e Etnologia è invece in via del Procònsolo, e quella di Zoologia in Oltrarno.
Il Museo di Mineralogia e Litologia ha origine dalle raccolte medicee di pietre lavorate, e raccoglie circa cinquantamila reperti minerali. Si passano in rassegna trasparenze, fluorescenze, quarzi, diaspri, lapislazzuli e altre pietre dure lavorate. Oltre a una collezione sistematica, ci sono curiosità stupefacenti come un’acquamarina di novantotto chilogrammi e un topazio giallo di centocinquantuno (il secondo del genere al mondo).
Il Museo di Geologia e Paleontologia, con circa duecentomila pezzi, possiede uno dei più ingenti patrimoni italiani di rocce, invertebrati, flora e, soprattutto, vertebrati fossili; il reperto più spettacolare e famoso è ‘Pietro’, un proboscidato (Mammuthus meridionalis) scoperto nel 1953 nel Valdarno Superiore.
Il Museo Botanico, il maggiore d’Italia, ospita diversi erbari (alcuni dei quali cinquecenteschi), una stupefacente collezione di modelli in cera di piante e frutti, e una ricca siloteca. L’Erbario tropicale è la più importante raccolta al mondo di campioni provenienti dall’Etiopia e dalla Somalia.
Informazioni
 Apertura: giugno-settembre 10.30-17.30; ottobre-maggio, lunedì-martedì e giovedì-venerdì 9.30-16.30, sabato-domenica e festivi 10-16.30. Chiuso mercoledì
Condizioni di visita: ingresso a pagamento. Possibile biglietto cumulativo

Scrivi la tua recensione