Scopri il mondo Touring

VISITE GUIDATE ALLE CHIESE BASILIANE DELLA COSTA JONICA ED ESCURSIONE SULL'ETNA

Fabio Rocca
Sabato, 18 Maggio, 2019

VISITE GUIDATE ALLE CHIESE BASILIANE DELLA COSTA JONICA ED ESCURSIONE SULL’ETNA

a cura di Giusi Riggio

La visita dei gg. 18 e 19 maggio è stata particolarmente interessante e resa, direi perfetta, grazie alla magnifica organizzazione del nostro Console Fabio e della nostra preziosa Laura.

Entrambi hanno curato ogni particolare con attenzione e tutto è andato nel migliore dei modi.

La giornata Sabato abbiamo ammirato al seguito della guida Brigida Carruba le Chiese Basiliane di ITALA e CASTELVECCHIO SICULO.

Direi stupefacente la sensazione di fronte alla bellezza dell’ Abbazia dei Santi Pietro e Paolo d’Agrò datata il 1117.

Nonostante le varie trasformazioni nel 1500, la Chiesa non mutò il primitivo impianto.

L’esterno ha un aspetto fortificato di  ecclesia munita, accentuato dalle merlature perimetrali e dal verticalismo dell’abside del tutto simile ad una torre.

Si rimane incantati davanti a tanta bellezza quasi ci si trovasse davanti ad un miraggio nel deserto, in un’atmosfera rarefatta di silenzi e ritorni a tempi perduti.

Entusiasmante il paese di SAVOCA, paesino fuori dal tempo e dallo spazio moderni, rimasto intatto con la sua atmosfera particolarissima, le sue chiese, il bar Vitelli, fermatosi al tempo delle riprese del film il Padrino.

Davvero Coppola ebbe un colpo di genio, qual era, nel rinvenire nel cuore della Sicilia, una “Sicilia” intatta e integra nella sua sicilianità.

Atmosfera di silenzi e ricordi dell’infanzia quasi magiche.

L’atmosfera nel gruppo è stata estremamente gradevole ancor di più grazie ancora a Fabio e Laura, attenti ad ogni esigenza.

Ci siamo rilassati e divertiti per entrambe le giornate allontanando dalla mente problemi e quotidianità.

Ma l’esperienza di Domenica mattina sull’Etna con la guida Donato Teri assecondato dalla moglie,resterà indimenticabile per la bellezza infinita ed eterna del paesaggio che si muove tra sensazioni di morte e vita e non si può non ricordare Leopardi con la sua magnifica “La Ginestra”.

Sospesa tra un cielo inaspettatamente azzurro, il bianco della neve ed il nero della lava, sono stata rapita da un profondo benessere interiore.

Come di fronte all’eterno ciclo della vita.

La vegetazione stupenda dalle ginestre ai fiori di ogni colore in mezzo alla terra nera e fertilissima, segno che dopo ogni morte c’è una vita che rinasce.

Affascinante il bosco di betulle con i suoi tronchi bianchi che si ergono eleganti verso il cielo.

Siamo stati guidati da un giovane bravissimo che ci ha fatto entrare con la sua passione e competenza nell’anima stessa del vulcano e di chi lo ama e lo teme, vivendogli vicino.

Molto interessante la visita alla grotta vulcanica con i suoi squarci verso il cielo aperto e le formazioni stupende della roccia vulcanica.

Dopo un ottimo pranzo in una baita abbiamo fatto ritorno a Palermo, lasciandoci dietro la bellezza indelebile di paesaggi unici al mondo che si radicano profondamente negli occhi e nel cuore, con la voglia di “ritornare” in quei luoghi così diversi dalla nostra realtà quotidiana e così belli che persino tentare di descriverli appare riduttivo.

Il Touring ci fa vedere cose nuove e sveglia il nostro spirito di viaggiatori e ricercatori del “bello”.

Grazie a tutti ed alla prossima avventura.

Ottimo l’albergo di Zafferana Etnea accogliente e che ci ha offerto un’ottima cena.

                                                                                             Giusi Riggio