Scopri il mondo Touring

VISITA GUIDATA AL POLOMUSEALE DELL'ESERCITO A PALERMO

Fabio Rocca
Sabato, 20 Novembre, 2021

VISITA AL POLO INFORMATIVO, ESPOSIITIVO E CULTURALE DELL’ESERCITO

di Bellinas Tuti

Il 20 novembre u.s. il Club di Territorio di Palermo ha organizzato la visita del Polo Museale dell’esercito a Piazza San Francesco di Paola. Divisi in due turni, i partecipanti guidati da addetti dell’esercito hanno potuto conoscere e rivivere le esperienze dei nostri soldati durante le prima e la seconda guerra mondiale e ammirare gli affreschi che sono stati scoperti ripulendo le pareti della caserma.

Una parte del convento di San Francesco di Paola, a seguito  dell’entrata in vigore della legge che nel 1866 sopprimeva gli ordini religiosi e venne trasformato in caserma. Questo cambiamento determinò profonde trasformazioni all’intero edificio. Il ritrovamento casuale di alcune decorazioni pittoriche sulle pareti del chiostro attualmente tompagnato, ha determinato l'inizio dei lavori di riqualificazione del convento dei frati Minimi. Oggi, alla scoperta dei tesori nascosti di Palermo eccoci qui con il Club Territorio di Palermo del TCI con il Console e Coordinatore Fabio Rocca organizzatore della visita presso la Caserma Ruggero Settimo di Palermo. Il percorso, di grande interesse, é stato supportato da persone addette e molto preparate. Durante la prima parte ci siamo soffermati nel Chiostro dove è iniziata la descrizione dei dipinti.

Gli affreschi ritrovati si trovano nelle pareti di fondo del chiostro e rappresentano alcuni momenti della vita del Santo. Questi, dei primi anni del XVII secolo, sono realizzati con tecnica mista e si ipotizza che siano opera di Giuseppe Alvino e Gaspare Navarro.

Nell'atrio é stata rinvenuta pure una cisterna medievale che pesca direttamente nella falda acquifera anche questa recuperata. Ci siamo trasferiti, subito dopo, nel vecchio refettorio del Convento luogo che per tanti anni é stato adibito a diversi usi da teatro e magazzino e dove nella parete principale sono stati rinvenuti altri dipinti che rappresentano la vita di Gesù. Questi  sono ancora in fase di recupero.

Un'ala della Caserma adibita a Museo nell’ambito di un percorso è cronologicamente organizzata dal Risorgimento ai giorni nostri, con ampi spazi espositivi dove si raccolgono materiali, documenti e armi dell’epoca. Nella sala Risorgimento è esposta una nutrita collezione di pistole, rivoltelle, fucili, carabine, sciabole e baionette in uso durante il secolo XIX°, appartenenti alle marche più prestigiose.

Nella sala della Grande Guerra l’elemento che la domina è sicuramente la ricostruzione dello spaccato di una trincea italiana. Per costruirlo sono stati utilizzati materiali di recupero ed è stata corredata di oggetti quali moschetti, tascapane, maschere antigas, elmetti, effetti personali, tutti assolutamente originali che ne amplificano l’effetto realistico.

Nell'ultima sala dedicata alla seconda guerra mondiale si trova invece una corposa collezione di oggetti e armi in uso durante il secondo conflitto mondiale. In particolare, sono esposte armi automatiche e semiautomatiche di produzione italiana ed estere.