Scopri il mondo Touring

TRAPANI MUSEO PEPOLI E MUSEO DELLE ILLUSIONI OTTICHE

Fabio Rocca
Sabato, 8 Febbraio, 2020

A cura di Sonia Giordano

Sabato 8 febbraio 2020 il Club di Territorio ha effettuato una visita nella ridente città di Trapani, ricca di chiese, palazzi imponenti e musei. Il gruppo guidato dal nostro Console, prof. Fabio Rocca, ha visitato il Museo Pepoli, sistemato nell' ex convento dell'Annunziata.

All' ingresso siamo stati accolti dal direttore del museo, Architetto Roberto Garufi che ci ha guidato attraverso le varie sale che accolgono raccolte di pittura, scultura ed archeologia. Dopo avere attraversato il bellissimo chiostro del ' 600 abbiamo visitato la sala delle sculture medievali e la sale delle opere del Gagini tra le quali spicca   la statua di San Giacomo di Antonello Gagini; alcune di queste statue sono firmate. Salendo il sontuoso scalone del '600 ci siamo immersi nella pittura del '300/'400; molto interessante la Pietà di Roberto Oderisio, proveniente dalla chiesa di Sant' Agostino. Tra i dipinti italiani la nostra attenzione é stata captata dal quadro del Tiziano: San Francesco che riceve le stimmate. Continuando la nostra visita, sempre accompagnati dalla nostra eccellente guida, ci siamo soffermati ad ammirare il bozzetto in bronzo per il monumento equestre di Carlo II, di Giacomo Serpotta unico esemplare perché il monumento è andato distrutto e nella sala fiamminga l'Allegoria della Terra di Bruegel dove sono rappresentati   i quattro elementi aristotelici terra, aria, acqua e fuoco e  una  profusione di fiori e frutta a colori vivaci. Abbiamo anche ammirato le bellissime teche, una delle quali   contenente la Natività di Maria    le cui statuette sono state realizzate con legno, stucco e stoffa. Siamo stati ammaliati dai numerosi gioielli in pietre preziose del Tesoro della Madonna e da un Crocefisso in corallo rosso Prima che la visita si avvii alla conclusione ci siamo soffermati ad ammirare i pavimenti maiolicati provenienti da alcune chiese raffiguranti la pesca del tonno e un rostro romano con iscrizione. Dopo esserci congedati dal direttore del Museo, abbiamo avuto del tempo a disposizione per fare uno spuntino. Nel primo pomeriggio abbiamo visitato il Museum of Optical Illusions, unico in Italia dove i visitatori si trovano di fronte ad illusioni ottiche che si basano su principi di fisica, ottica e geometria. Certamente il visitatore si trova a fare un'esperienza unica e particolare nel suo genere.