Scopri il mondo Touring

Maggio e Giugno mesi dell'avventura!

Francesca Poli
Giovedì, 24 Maggio, 2018

Il Club di territorio di Brescia propone due attività all'insegna dell'avventura: l'escursione sul fiume Oglio su gommoni da Rafting da Bompensiero ad Acqualunga e la visita alla miniera 4 Ossi di Pisogne. 

27 Maggio: Rafting.Ai giorni nostri il fiume, molte volte, lo si incrocia solo, è una striscia d’acqua che fugge nel suo alveo, un azzurro colore colto nel transitare sugli attraversamenti; sbadati nella velocità del nostro tempo, forse nemmeno lo si degna d’uno sguardo, trascinati dalla fretta della modernità. Sono lontani i tempi in cui fiume e storia dell’uomo camminavano passo a passo, in cui il fiume ispirava l’animo di poeti e d’artisti.  Dopo l’era industriale e l’ossessionante corsa al progresso è l’inquinamento e non la mitologia a scorrere sul fiume. L’arcaico rispetto, il felice rapporto fra il fiume e l’uomo durato per millenni è stato tradito in pochi anni, l’acqua pura sta diventando un bene raro e prezioso. Delle tante arterie fluviali che solcano la provincia di Brescia il fiume Oglio ne è il signore, e nonostante la sempre crescente pressione dell’uomo, mantiene ancora anse dal magico fascino, angoli di natura miracolosamente conservati dove si affacciano castelli medioevali  e borghi dal fascino antico. Lo scopriremo col mezzo più semplice e silenzioso per un “immersione” a pieno nella natura: il gommone da rafting. Sedersi sul fiume è come essere partecipi di qualcosa di vivo, scivolare nella natura, nei suoi silenzi, vedere paesaggi insoliti, angoli meravigliosi. Travolti dalla gioia della natura, trovare in questo nostro consumato e ansioso mondo dei sereni momenti di tranquillità e sintonia con quello che ci circonda e ”scorre accanto”.  E’ un’attività sportiva e ricreativa adatta a tutti, con l’assistenza e l’esperienza di GUIDE FIRaft e FLUVILALI,  perché tutto diventi un gioco con emozioni sempre rinnovate, per godere pienamente la natura in tutta sicurezza 

17 Giugno: La miniera.  La zona di Pisogne era il centro minerario più importante della Valle Camonica. L’escavazione di materiale si può retrodatare fino all’età del ferro con alcuni riscontri di escavazioni fin dall’occupazione romana nel 16 a.C. L’attività mineraria si è conclusa completamente nella valle nel 1966. La miniera 4 Ossi è stata messa in sicurezza dai gruppi speleologici di Lovere e del Montorfano attraverso l’inserimento di scale fisse, passerelle e corrimani. Sotto la guida attenta degli speleologi del Gruppo Speleo CAI Montorfano anche i meno esperti potranno visitare questo spettacolo naturale. All’interno si possono osservare gallerie molto antiche, scavate con piccone e mazza coppia, ma anche ambienti più recenti, realizzati con moderni metodi di estrazione del minerale. Lungo il percorso s’incontrano stanze ampiamente concrezionate con stalattiti e stalagmiti, ossidi di rame e manganese ed anche laghetti pensili, tali da farla sembrare una grotta naturale.