Scopri il mondo Touring

La nascita del Comitato Scientifico del Corpo Consolare della Campania

Renato Scialpi
Venerdì, 23 Marzo, 2018

«Sviluppare un confronto di idee e di proposte sui temi dei beni culturali, dell’ambiente, del paesaggio e del turismo. È con questo obiettivo che è nato il Comitato Scientifico del Touring della Campania – ha sottolineato il presidente del Tci Franco Iseppi nel corso della cerimonia di insediamento dello scorso 19 febbraio – La tutela e l’educazione a un corretto godimento del paesaggio, del patrimonio storico, artistico e delle identità plurali dell’Italia sono i valori fondanti della nostra associazione, che il Comitato saprà sviluppare al meglio».

Nel ricordare il ruolo di promozione della crescita culturale dei soci e delle attività di diffusione del Touring – aumentato del 14 per cento in numero di soci proprio in Campania, come ha segnalato il console regionale Giovanni Pandolfo – il presidente Iseppi ha ribadito che a caratterizzare il lavoro del Comitato potranno essere le tre funzioni fondamentali che storicamente connotano il ruolo del Touring Club Italiano: essere produttore di conoscenza, servitore civile delle istituzioni e punto di riferimento morale del turismo. Facendo leva su questi tre punti di riferimento, a partire dall’esperienza della Campania il Comitato avrà tutti i titoli per affrontare anche il tema, a più vasto spettro, della politica del turismo nel e verso il Mezzogiorno, in una prospettiva di sviluppo che allarga lo sguardo all’intero Mediterraneo.

Presieduto dal console Adriana Oliva, il Comitato Scientifico del Corpo Consolare della Campania è composto da Antonio Buonajuto, presidente della Fondazione Castelcapuano; Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania; Rosanna Cioffi, prorettrice alla Cultura dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli; Mauro Felicori, direttore della Reggia di Caserta; Paolo Giulierini, direttore del Museo archeologico nazionale Napoli (MANN); Luigi Maglio, presidente consiglio direttivo della sezione Campania dell’Istituto Italiano dei Castelli; Fabio Mangone, docente di Storia dell'architettura all’Università Federico II; Pina Mengano Amarelli, consigliere nazionale del Tci; Luigi Nicolais, presidente della Fondazione Carditello; Alessandro Pasca di Magliano, soprintendente del Pio Monte della Misericordia; Lida Viganoni, consigliere nazionale del Tci; Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco Archeologico di Paestum.