Scopri il mondo Touring

Menzione speciale al CdT di Reggio Calabria

Domenico Cappellano
Sabato, 14 Agosto, 2021

Al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria al via la prima edizione del Premio Bronzi di Riace. Sabato 7 agosto, nel suggestivo scenario della terrazza panoramica affacciata sullo Stretto, si è svolta la cerimonia di consegna dei riconoscimenti a note personalità che si sono spese per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale e in particolare archeologico. «È la prima iniziativa in vista delle celebrazioni per il Cinquantesimo anniversario dal ritrovamento delle due celebri statue, che festeggeremo il prossimo anno - spiega il Direttore Carmelo Malacrino. Un evento, quello del 2022, al quale stiamo lavorando da tempo, immaginando una ricca serie di proposte culturali che possa promuovere a livello internazionale questi due capolavori dell’arte greca. Un progetto che si avvarrà delle sinergie con le istituzioni, con il mondo universitario e con quanti vorranno portare il loro contributo alla valorizzazione del Museo, della città di Reggio e di questo straordinario territorio. Il Premio “Bronzi di Riace” - aggiunge Malacrino - intende essere un segno di riconoscimento a quelle figure che, nel loro percorso professionale e di vita, si sono impegnate in attività culturali o hanno operato per proteggere e restituire alla collettività le preziose testimonianze del nostro passato. Sarà anche l’occasione per ringraziare gli enti e le associazioni che in questi anni hanno voluto costruire con noi la visione di una cultura d’insieme, condividendo un percorso di collaborazione che – conclude il direttore – ha trasformato il Museo in un luogo dinamico e inclusivo per tutto il territorio».

Tra le associazioni premiate vi è stato il Club di Territorio di Reggio Calabria per la sua attività di “Aperti per Voi” della Necropoli Ellenistica posta all’interno dello stesso MArRC.