Scopri il mondo Touring

Un giorno per bene alla Pineta Dannunziana

Elio Torlontano
Mercoledì, 11 Settembre, 2019

A Pescara il bene comune scelto per Un giorno per bene è la grande pineta popolata da pini d’Aleppo e molte altre essenze mediterranee, con una zona retrodunale e una umida, interamente inglobata nella città, accanto allo stadio e per gran parte separata dalla spiaggia da numerosi villini, molti in stile liberty, sorti in virtù del piano urbanistico per una città-giardino ideata a fine Ottocento dal geniale ingegnere Antonino Liberi, cognato di Gabriele d’Annunzio.

Nella Pineta in tanti vanno a correre o a ginnasticarsi lungo i percorsi vita, i bambini giocano nelle aree attrezzate a loro dedicate e possono ammirare cigni, folaghe e altri uccelli acquatici in un ampio specchio d’acqua circondato dalla macchia vergine, mentre i più meditativi trovano angoli di appartata quiete. Insomma la Pineta è vissuta come un parco, ma in realtà è una Riserva naturale regionale che ha bisogno di essere conosciuta meglio nella sua natura ricca ma fragile e nei preziosi valori ecologici che esprime, perché tutti coloro che la frequentano ne siano consapevoli e perciò la rispettino per consegnarla integra alle generazioni future. Con l’iniziativa Un giorno per bene il Touring Club Italiano vuole contribuire a formare e diffondere questa consapevolezza, anche recuperando e facendo conoscere episodi storici che conducono in contesti culturali più ampi.

Grazie ad alcuni volontari del Touring è riemerso il fondamento storico dell’intitolazione della Pineta a Gabriele d’Annunzio, avvenuta solo nel 2000 con l’istituzione della Riserva naturale. Prima era sempre stata denominata Pineta d’Avalos, perchè parte dei possedimenti della nobile famiglia dei Marchesi di Pescara fin dalla fine del 1400. L’episodio recuperato alla memoria è un grande banchetto nella Pineta offerto dai concittadini a Gabriele d’Annunzio, documentato da una foto e da un articolo pubblicati su L’Illustrazione italiana del 1904, da ora riportati alla memoria collettiva, con testi in italiano e inglese, su un pannello esposto presso l’ingresso alla Pineta che si apre sul lato dei viali dei villini liberty.

Qui il programma di Un giorno per bene del 21 e 22 settembre 2019.

#ungiornoperbene