Scopri il mondo Touring
  • Home
  • Viaggiare
  • Montefalco, il borgo umbro diventa (per un giorno) un ristorante a cielo aperto

Il 2 giugno tavoli all'aperto e menu degustazione nei ristoranti di Montefalco

Montefalco, il borgo umbro diventa (per un giorno) un ristorante a cielo aperto

di 
Luca Bonora
25 Maggio 2020
“Montefalco, ristorante a cielo aperto”: il borgo “ringhiera dell’Umbria”, tra i più belli d’Italia, apre le sue porte ai turisti per una giornata simbolicamente dedicata alla ripartenza di un territorio ricco di storia, cultura ma anche sapori, in particolare la viticoltura che ha nel vino sagrantino il suo fiore all’occhiello.
La giornata, promossa dal Consorzio Tutela Vini Montefalco e da La Strada del Sagrantino, in collaborazione con il Comune di Montefalco, è in programma il prossimo 2 giugno, festa della Repubblica Italiana.
 
L’intero borgo diventa per un giorno il ristorante a cielo aperto più grande d’Italia. A ora di pranzo tutte le tavole dei ristoranti all’aperto saranno imbandite e a fare da quinta scenica saranno la piazza principale e tutto il centro storico di Montefalco. Per l’occasione ogni ristorante proporrà un menu degustazione con piatti della tradizione umbra, e un menu baby dedicato ai più piccoli.
L’iniziativa è stata molto apprezzata dai ristoratori del centro storico di Montefalco che hanno risposto con entusiasmo. Hanno aderito i ristoranti Alchimista, Antica Alimentari, Castel Petroso, Coccorone, Enoteca Osti_Nati, Federico II, Il Falisco, Il Postaccio, Il Verziere, La Foresteria Alzatura, Locanda del Teatro, Olevm, Oro Rosso, Re Tartù. Sarà ovviamente garantito il rispetto di tutte le norme di sicurezza oggi vigenti, con l’utilizzo di tutti i dispositivi obbligatori e il rispetto delle regole del distanziamento sociale in vigore.
 

Le cantine accompagneranno con percorsi di degustazione, esaltando e valorizzando i sapori di una delle cucine più apprezzate nel mondo.
 
Si potrà accedere esclusivamente su prenotazione mandando una email all’indirizzo info@stradadelsagrantino.it. A questo link trovate tutte le informazioni.
 
Un modo per far ripartire il turismo in sicurezza e per dare un segnale di ottimismo. E anche per godere della cucina tradizionale umbra, fra pasta fresca, tartufi e norcineria.