Scopri il mondo Touring
  • Home
  • Viaggiare
  • Grado, l'arcipelago friulano tutto da scoprire

L'Isola del Sole amata da Pasolini è una rinomata località turistica e termale

Grado, l'arcipelago friulano tutto da scoprire

di 
Luca Bonora
8 Giugno 2020
Restare in Italia, nell’estate 2020, permette di fare scoperte straordinarie. Come un arcipelago in Friuli Venezia Giulia con oltre 100 isolotti e 10 km di spiagge sabbiose. E' Grado, centro turistico del Goriziano dalla storia antichissima, dichiarata dagli Asburgo spiaggia imperiale fin dal 1892 e stazione termale riconosciuta a livello internazionale.

Siamo nell’Alto Adriatico e a certificare la qualità della destinazione ci sono 30 Bandiere Blu (per la gestione sostenibile delle spiagge e per la qualità delle acque) e 11 Bandiere Verdi (assegnate dai pediatri europei), e la Bandiera Gialla con 5 bike smile, ottenute solo da 6 Comuni in Italia, a certificare i suoi 40 km di piste ciclabili. Un indimenticabile “luogo dell’anima”, come lo definì Pier Paolo Pasolini, intellettuale e regista innamorato di Grado, che scelse la sua laguna per girare Medea, uno dei suoi capolavori.
 
Suggestivo borgo di pescatori dall’antichissima storia, trasformatosi negli anni in una vivace ed elegante località turistica, Grado è oggi conosciuta come l’Isola del Sole. Mette a disposizione degli ospiti il più ampio ventaglio di strutture ricettive, particolarmente impegnate nella gestione delle necessarie sanificazioni, in grado di garantire indipendenza di relazioni e distanze: alberghi, aparthotel, appartamenti proposti dalle agenzie immobiliari, campeggi, aree camper e villaggi turistici, che offrono soluzioni all'aria aperta, per una vacanza poco affollata e in mezzo alla natura.
 
 
Già da giugno, in virtù degli agli ampi spazi aperti che caratterizzano la località balneare, per i visitatori sarà possibile vivere una vacanza all’insegna del relax, dello sport, della scoperta delle ricchezze d’arte e storia di cui Grado e dintorni sono straordinariamente ricchi. Nella laguna è infatti possibile praticare possibile fare vela, kite surf, golf, tennis, canoa, kayak, windsurf ed esplorazioni subacquee.

E per chi ama la mobilità green, è disponibile un servizio di bike sharing che, grazie a una app gratuita, permette di noleggiare una bicicletta con guida virtuale, che accompagna il turista a scoprire i santuari naturali dell’Isola della Cona (coi suoi cavalli Camargue) e di valle Cavanata (paradiso del birdwatching) e quelli spirituali, come le chiese paleocristiane del centro storico di Grado o la basilica di Aquileia, distante una decina di km. Per saperne di più, www.grado.it