Scopri il mondo Touring
  • Home
  • Viaggiare
  • Escursioni e trekking nei dintorni di Urbino

Per esperti o da fare in famiglia alla scoperta di un territorio naturale davvero unico

Escursioni e trekking nei dintorni di Urbino

di 
Redazione Touring
23 Ottobre 2020
L'autunno è una stagione da scoprire. E quale modo migliore per farlo se non con un'immersione nella natura? I colori cambiano da un giorno con l'altro e le temperature non troppo rigide consentono di passeggiare nel silenzio per riempirsi gli occhi di bellezza. Una delle zone d'Italia più ricche di sentieri e percorsi adatti a esperti e principianti, bambini inclusi, è quella intorno a Urbino. Valli e monti, foreste e colline sono una palestra a cielo aperto dove i polmoni si rigenerano un passo alla volta. Tra i luoghi più apprezzati e noti la Riserva del Furlo la cui celebre gola situata tra il monte Pietralata e il monte Paganuccio è uno spettacolo straordinario in ogni stagione. Numerose le escursioni previste fino a fine novembre pensate anche anche i più piccoli (il calendario completo sul sito riservagoladelfurlo.it). Altra zona da scoprire quella del Monte Catria, un tempo rifugio di eremiti al confine tra Marche e Umbria. Anche qui da non perdere una gola, quella del Burano, che costituisce il confine nord del Monte Catria e che un tempo era considerata la strada migliore per andare a Roma dalla costa adriatica. Boschi, boschi e ancora boschi invece per la foresta delle Cesane. Le specie arboree sono innumerevoli, dalle conifere ai lecci, e si cammina prendendo nota delle mille sfumature che le foglie prendono proprio in autunno. Un'altra alternativa da prendere in considerazione per gite e trekking il Monte di Montiego, un rilievo calcareo che è un vero e proprio comprensorio di sentieri, di varia difficoltà tra cui segnaliamo il numero 5 che collega Piobbico al borgo di Montiego passando per la Balza della Penna dove la vista sulle Marche è davvero indimenticabile.