Scopri il mondo Touring
  • Home
  • Viaggiare
  • Cherasco, a metà ottobre la pacifica invasione delle chiocciole

Nel Borgo piemontese Bandiera Arancione Tci il 16 e 17 ottobre si tiene HELIX 2021, il Festival internazionale delle chiocciole

Cherasco, a metà ottobre la pacifica invasione delle chiocciole

di 
Luca Bonora
2 Ottobre 2021
Sabato 16 e domenica 17 ottobre Cherasco (Cuneo) rende omaggio alla chiocciola – prodotto tipico del territorio ed elemento centrale della sua economia  – e la ospita nelle strade, nelle piazze e nei palazzi che diventano il palcoscenico di Helix 2021, l'unica manifestazione internazionale dedicata alle chiocciole, giunta alla seconda edizione, la prima completamente "dal vivo" dopo quella digitale dello scorso anno.
Helix 2021 sarà una vetrina e un’occasione per raccontare il "Metodo Cherasco”, un progetto che parte dall’elicicoltura (termine con cui si indica l’allevamento delle chiocciole) fino a generare quella che Simone Sampò - Presidente dell'Istituto Internazionale di Elicicoltura Cherasco - chiama l'economia elicoidale, un processo virtuoso che coinvolge diversi comparti, dal mondo del lavoro all’ambiente, a quello gastronomico.
 
La manifestazione ruota intorno a quattro aree tematiche: Economy - Food&Wine - Beauty & Wellness - Art&Music e alterna cene e pranzi a dibattiti, tavole rotonde di approfondimento, esposizione di case history di imprenditoria legate all’elicicoltura, dimostrazioni delle tecniche di allevamento, testimonianze dei Paesi esteri in cui il Metodo Cherasco è stato esportato (fra gli altri, Georgia e Pakistan, che saranno ospiti), street food e ricette d'autore a base di chiocciole ed eccellenze enogastronomiche del territorio (come il prosciutto crudo di Cuneo, il porro di Cervere, il peperone di Carmagnola e la nocciola tonda gentile delle Langhe), giochi, arte e intrattenimento musicale.
 
Entrambi i giorni, dalle 10 alle 24, un padiglione coperto ospita l’area Food&Wine di HELIX 2021. All’interno, sei chef stellati si alterneranno per realizzare le loro personali interpretazioni della Chioccola Modello Cherasco: sabato 16 ottobre saranno Davide Botta, 1 Stella Michelin Ristorante l’Artigliere, Isola della Scala (Verona), Daniel Canzian, Ristorante DanielCanzian di Milano e Marcello Trentini, 1 Stella Michelin Ristorante Magorabin, Torino. Domenica 17 sarà la volta di Enrico Gerli, 1 Stella Michelin Ristorante I Castagni Vigevano (Pavia), Filippo Saporito, 1 Stella Michelin Ristorante La Leggenda dei Frati (Firenze) e Luca Marchini, Ristorante l’Era del Re, Modena.
 

E poi tante proposte originali e insolite per gustare un prodotto che non è per tutti, dalla focaccia con le chiocciole all’hamburger di carne di chioccola, l’EscargotBurger, fino al MakiLumaca di Wicky Priyan, un sushi speciale a base di chiocciola. E naturalmente non mancherà la Trattoria della Chiocciola, con lo Chef Gabriele Santolin de "L'Ultimo Borgo" di Settimo Torinese che proporrà una degustazione di quattro piatti della tradizione popolare a base di "Chiocciole Metodo Cherasco".
Info e prenotazioni su helixworld.tv.
 
CHERASCO, BANDIERA ARANCIONE TCI
Già esistente in epoca romana con il nome di Clerascum, il paese sorge nel Cuneese, a pochi km da Bra e alla confluenza dei fiumi Stura di Demonte e Tanaro. Bandiera Arancione Tci, Cherasco è conosciuta come "Città delle Paci": “Urbs firmissima pacis” è la scritta che compare sullo stemma. All'interno delle sue mura, ben sette volte fu firmato un armistizio, dal Trecento fino a quello che del 1796 fra Napoleone e il Regno di Sardegna.
A pianta quadrilatera, Cherasco è caratterizzata da ampie strade ortogonali con suggestivi portici, è adornata da numerosi edifici civili (palazzo Salmatoris, palazzo Gotti di Salerano, sede del museo civico) e religiosi (S. Martino, S. Pietro…) di diverse epoche, dal medioevo all’età barocca, ed è circondata da alti bastioni. Cuore della cittadina è la suggestiva piazza Arco del Belvedere dove lo splendido Arco bianco, simbolo della città eretto nel 1647, racchiude in un abbraccio il centro della cittadina fino all'Arco di Porta Narzole, situato dalla parte opposta. Oltre alle chiocciole, per cui è famosa nel mondo, vanta diversi piatti e prodotti tipici come i Baci di Cherasco, confetti prodotti con le nocciole delle Langhe tostate e con il cioccolato fondente.