Scopri il mondo Touring
  • Home
  • Viaggiare
  • Bizzarrie della natura: i vulcani freddi dell'Emilia Romagna

La riserva naturale delle Salse di Nirano, nel Modenese, è caratterizzata da curiosi vulcanelli di fango freddi

Bizzarrie della natura: i vulcani freddi dell'Emilia Romagna

di 
Luca Bonora
8 Marzo 2021
In provincia di Modena c’è un fenomeno naturale rarissimo e singolare, dal nome altrettanto singolare: le Salse di Nirano. Siamo nel territorio comunale di Fiorano Modenese, in una zona collinare a calanchi, e quella delle Salse di Nirano è  la prima riserva naturale regionale dell’Emilia-Romagna, istituita nel 1982.  A caratterizzare quest’area sono dei curiosi vulcanelli di fango freddo che ribolle. Sembra un errore, un ossimoro, ma è proprio così: il fango risale da profondità che possono raggiungere anche i due chilometri, eruttando da piccoli vulcani alti pochi metri, ed è freddo.
Un fenomeno naturale così insolito e particolare che ha sempre attirato l’attenzione dei viaggiatori, da Plinio il Vecchio a Victor Hugo; in passato fu ritenuto (senza alcuna ragione) curativo, in tempi più recenti la cantante Giorgia ha girato qui il video di una sua canzone.
 
 
Nella riserva ci sono 13 percorsi di visita attrezzati con postazioni informative; il paesaggio è bizzarro, a tratti lunare. Curioso notare che l’area non è riserva naturale per questo fenomeno, ma per la presenza di una piantina tanto rara quanto anonima, la Puccinellia fasciculata, che cresce in questa zona ed è un fossile vivente, avendo più di ottomila anni.
Per saperne di più, www.fioranoturismo.it