Scopri il mondo Touring

Oltre 200 proposte di viaggi inaspettati a due passi da casa. Per un’estate sicura nell’Italia che non avete mai visto

"Vacanze italiane" - Lazio

10 Giugno 2020
 
Per il progetto "Vacanze Italiane", Touring Club Italiano e Legambiente hanno selezionato oltre duecento proposte di vacanze attive a pochi passi da casa, con i consigli di operatori qualificati e attenti ai temi della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente. Alla pagina www.touringclub.it/vacanzeitaliane l'introduzione al progetto e l'indice con tutte le regioni. Buon viaggio!

Ecco il capitolo dedicato al Lazio.
 
Canyoning al Fosso della Mola
Provincia di Rieti

Nella Valle del Fiume Salto, nei pressi della località Balzi di Grotti (Ri), vi è una zona famosa per le tante falesie ricche di vie di arrampicata: il Fosso della Mola. La pratica del canyoning è l’ideale per avvicinare ambienti suggestivi, dove tratti con acqua bassa si alternano a profonde vasche dove è necessario immergersi e la vegetazione si fa sempre più rigogliosa e fitta. Quando la forra si stringe e si fa più verticale, si scoprono le prime cascate (la più alta misura 12 metri di altezza), alternate a scivoli e i piccoli balzi. Sempre circondati da cascatelle e rigagnoli d’acqua si continua nella discesa in un ambiente suggestivo, esperienza che culmina in una discesa in grotta immersi in una vasca di acqua cristallina.

Per informazioni: www.naturaavventura.itwww.parcobracciano.it.


 
Amatrice, il Biodistretto Terra Viva
Provincia di Rieti

Nato da una iniziativa di solidarietà all’indomani del terremoto, il Biodistretto Amatrice Terra Viva è diventato un vero progetto imprenditoriale e sociale che punta alla valorizzazione del comprensorio di Amatrice. Amministratori locali, imprenditori e Legambiente sono i soggetti che animano il Biodistretto fatto di persone che, con volontà e forza, sono rimasti nell’area più colpita dal sisma. Insieme oggi questa ampia rete di produttori, promuove e rinnova la possibilità di vivere, camminare e degustare le meraviglie del territorio; un rilancio turistico ecologico che ha saputo coniugare correttamente sostenibilità, appartenenza e voglia di tornare alla vita.

Per informazioni: www.amatriceterraviva.it.

 
A cavallo alla scoperta del Lago del Salto
Provincia di Rieti

Al confine con l’Abruzzo, si apre il magnifico paesaggio che comprende il lago del Salto, l’Altopiano di Rascino, il Borgo di Cartore e le montagne della Duchessa, nonché la Riserva del Monte Cervia Navegna. Per avvicinare una natura ancora pressoché incontaminata si possono intraprendere tranquille passeggiate e trekking a cavallo, una modalità ideale per scoprire l’ambiente nel rispetto degli animali e della natura, riscoprendo sapori e tradizioni popolari.

Per informazioni: turismoacavallo.itwww.parchilazio.it.
 
 
Cicloturistica dei Borghi Sabini
Provincia di Rieti

È un anello di 105 chilometri percorribile in almeno un paio di tappe, che attraversa undici caratteristici borghi medievali della Sabina, sulla sponda destra del Tevere. Ha ricevuto il secondo premio nell’ultima edizione dell’IGRAW, l’Italian Green Road Award di quest’anno. Si tratta di un percorso cicloturistico che vuole valorizzare un territorio del Lazio poco conosciuto, ma facilmente raggiungibile in treno da Roma. L’itinerario ha la sua partenza dalla stazione ferroviaria di Collevecchio (Ri), facilmente collegata con la rete ferroviaria della Capitale. In circa 50 minuti si può passare dalla stazione Tiburtina alla partenza di un tour caratterizzato da numerosi saliscendi e da un avvicendarsi di paesaggi e borghi dove sostare.

Per informazioni: www.viagginbici.comwww.reteimpresesabina.it

Trekking da Nepi a Castel Sant’Elia 
Provincia di Viterbo

Una straordinaria e spettacolare escursione ad anello con partenza da Nepi, dal castello dei Borgia, per proseguire lungo l’antica Via Amerina, tra forre e cavoni, passando per inaspettate e suggestive cascate fino al bellissimo paese di Castel Sant’Elia, tra guadi e saliscendi, tra campi coltivati e ponti medioevali. Natura, storia, archeologia in un connubio imprevisto e misterioso.

Per informazioni: www.naturaavventura.itwww.lagodibolsena.org.
 
 
Da Viterbo alla Città Eterna (Via Francigena del Nord)
Province di Viterbo e Roma

Nell’anno 990 d.C. l’arcivescovo di Canterbury, Sigerico, decise di intraprendere un pellegrinaggio spirituale del tutto eccezionale, conosciuto ancora oggi come uno dei percorsi simbolo della fede cristiana: la Via Francigena. Basandosi sui suoi diari di viaggio, oggi conosciamo il tracciato di un articolato percorso che costituì, fin dall’epoca medioevale, una delle più importanti vie di comunicazione europee. L’ultimo tratto della Via Francigena riserva paesaggi e ricchezze inaspettate a pochi chilometri dall’Urbe.

Per informazioni: www.viagginaturaecultura.itwww.viefrancigene.org

 
La Via Francigena da Viterbo a Roma
Province di Viterbo e Roma

Un viaggio sorprendente dal primo all’ultimo passo: dal suggestivo centro medievale di Viterbo, con un intero quartiere dedicato al pellegrino, alle antiche strade etrusche, all’anfiteatro romano di Sutri, interamente scavato nel tufo, al verde del parco di Monte Mario, il Monte della Gioia, dove finalmente scorgerete il cupolone di San Pietro. Il paesaggio laziale, verde e collinare fa da quinta scenografica sull’ultimo emozionante tratto della Via Francigena.

Per informazioni: www.sloways.euwww.viefrancigene.org.



Anticoli e le sue acque 
Provincia di Roma

Nei pressi del fiume Aniene, Anticoli è un borgo celebre per il suo patrimonio idrico. Tra le antiche case degli artisti anticolani sgorga una sorgente naturale, impreziosita da una fontana scolpita anch'essa nella parete rocciosa. Non lontano si raggiunge la fonte sulfurea dell'Oriella, testimone della natura carsica del territorio insieme alle innumerevoli sorgenti che lambiscono la strada campestre (via Vecchia Ferrovia), come quella della Vecchia Mola. Il percorso dura mezza giornata ed è adatto a tutti, anche alle famiglie con bambini.

Per informazioni: www.valledellaniene.comwww.aniene.it.
 
L'Anello di Campagnano
Provincia di Roma

A Nord di Roma una vastissima area verde è protetta dal Parco Regionale di Veio. A meno di 30 km dalla Capitale è facile ritrovarsi a passeggiare tra mucche e cavalli allo stato brado nell’antica Valle del Sorbo, dominata dal famoso Santuario e attraversata da un suggestivo torrente che disegna numerose cascatelle lungo il suo corso. Un’occasione per scoprire il territorio e le sue risorse è un tracciato ad anello che dal centro storico si snoda per circa 22 km da percorrere a piedi o in bicicletta lungo il tracciato dell'ultimo tratto della via Francigena e l'antica via Amerina.
 
Per informazioni: www.mediterraid.itparcodiveio.it


 
Pedalando nella Città Eterna
Provincia di Roma

La Città eterna riserva sempre meraviglie. Scoprirla in bicicletta è una possibilità per non perderne anche gli angoli più nascosti. Una possibilità per un suggestivo tour a pedali adatto a tutti è percorrere il tratto urbano della ciclabile del Tevere per poi risalire a Trastevere e dal Circo Massimo e le Terme di Caracalla immergersi nella meraviglia della Via Appia Antica, toccando anche il Colosseo, il Quirinale e Villa Borghese.
 
Per informazioni: www.mybikeway.it
 


La Riserva dell’Insugherata
Provincia di Roma

Un corridoio naturale che dai settori settentrionali di Roma conduce direttamente al sistema Veio-Cesano: al suo interno moltissimi spunti geologici, paesaggistici, naturalistici fanno di questa area. Si riconoscono gli elementi caratteristici del paesaggio collinare della campagna romana, con ampi pianori di materiale vulcanico e lunghi fondovalle, a volte profondamente incisi dai corsi d’acqua. Cosa piuttosto rara sono invece delle rocce con fossili marini: sabbie cementate di color giallo-avorio che ci parlano della presenza di un antico mare in questo luogo, una delle tante sorprese della riserva.

Per informazioni: www.naturaavventura.itwww.insugherata.com

 
Nella Riserva Naturale di Monterano e Monterano, la città fantasma
Provincia di Roma

La Riserva Naturale Monterano è uno scrigno di bellezza a pochi chilometri da Roma. La riserva è lambita da due corsi d’acqua: il fiume Mignone, che forma la valle che cinge l’antica città morta e il suo affluente Biscione, che proprio al limitare della valle vi confluisce. Tutta la Riserva custodisce una grande varietà di ambienti e di esuberante biodiversità. La città di Monterano, costruita in un’area sommitale, è disabitata ma non priva di meraviglie, come il suo palazzo ducale, l’acquedotto su ardite arcate, la fontana berniniana del Leone, il Convento di san Bonaventura e il tessuto di edifici minori che spesso affondano le loro radici su antiche preesistenze etrusche.

Per informazioni: www.naturaavventura.itwww.monteranoriserva.com.

 
Lungo la Regina Viarum
Provincia di Roma

Camminare o pedalare sulla storia si può, lungo la “Regina Viarum” nella Campania Felix, patria del vino Falerno, il vino degli imperatori. E nelle soste si visitano i resti della Villa di Tigellino, nell’antica colonia romana di Sinuessa, si pernotta e si cena in un agriturismo costruito sui resti di una villa rustica del II sec. a.C. e si posano i piedi su un tratto ancora fruibile della prima grande strada romana, nel rispetto dei distanziamenti di sicurezza.

Per informazioni: Associazione Appia a Piedi, appiaapiedi.altervista.org; villa.petrinum@gmail.com.
 
 
Le proposte verdi della Capitale
Provincia di Roma

Una proposta per giornate in natura anche a chi è rimasto a Roma durante l’estate. La rete dei 13 parchi terresti gestita da RomaNatura propone ricettività, agricoltura sostenibile e percorsi di natura e cultura, dalla Francigena ai sentieri lungo il fiume Aniene, dal parco di Monte Mario a ridosso del Vaticano fino alle ampie aree protette della Marcigliana, dell’Insugherata e di Decima Malafede. Tredici parchi urbani e periurbani da vivere e che danno la possibilità a tanti romani di trascorrere momenti nella natura senza mai uscire dal territorio della capitale.

Per informazioni: www.romanatura.roma.it.
 
I borghi dei Castelli Romani e del Lazio Meridionale
Province di Roma, Latina e Frosinone
 
I colli Albani sono un gruppo montuoso di oltre 60 km di circonferenza a sud-est di Roma, di origine vulcanica, dove sono situati i laghi di Albano e di Nemi. Si tratta del cosiddetto Vulcano Laziale, attorno al quale si sviluppa la zona dei Castelli Romani, area delle dimore fortificate feudali, appartenute alle famiglie in lotta per il soglio pontificio, costruite a partire dall’alto medioevo sulle sponde dei laghi. Il palazzo di Nemi, unica Bandiera Arancione di quest’area, fa appunto parte della schiera dei “castelli”.

I monti Lepini, insieme con i più meridionali Ausoni e Aurunci, formano invece un allineamento a ridosso dell’Agro Pontino, lontano dagli alti rilievi interni appenninici. Sono rilievi dove è scarsa la circolazione superficiale delle acque mentre abbondante è quella sotterranea. Ciò dà vita a numerose sorgenti, attorno alle quali si sono radunati borghi, abbazie e castelli. Qui troviamo Bassiano, Campodimele, Fossanova (fraz. del Comune di Priverno) e Sermoneta.

Più nascoste, fra le pieghe appenniniche a nord delle valli del Sacco e del Liri, Collepardo che vanta nel suo territorio la celebre certosa di Trisulti; Arpino, patria di Marco Tullio Cicerone e San Donato Val di Comino, dove il Parco Nazionale d'Abruzzo si affaccia sugli ulivi del Mediterraneo, tra rupi assolate e il profumo di erbe aromatiche.

Per informazioni: schede dei borghi sul sito Bandiere arancioni. Nemi, Bassiano, Campodimele, Fossanova, Sermoneta, Collepardo, Arpino, San Donato Val di Comino.


 
Nel Parco Regionale dei Monti Simbruini
Province di Roma e Frosinone

Nel cuore del Parco Regionale dei Monti Simbruini si erge il monte Autore, che svetta dai suoi 1855 metri Slm. Per guadagnarne la cima si può percorrere sentieri ben segnati tra boschi di faggio e splendidi scorci sulle vallate circostanti. I tracciati sono adatti anche ai meno esperti e dalla cima il panorama spazia dal mar Tirreno fino alle più alte e belle cime dell’Appennino.

Tra spettacolari faggete e radure carsiche si snoda anche un itinerario ad anello affascinante, quello di Campo dell'Osso, per vivere l’emozione della montagna. Si pedala con un occhio alle cime che svettano sulle vallate, con la speranza di un avvistamento della fauna che abita le faggete attraversate dal percorso.
 
Per informazioni: www.naturaavventura.itwww.parcomontisimbruini.it.



Sull’onda del divertimento, nel Parco Regionale della Riviera di Ulisse
Provincia di Latina

Watersport sono gli sport individuali, indicati dal Coni come a rischio zero per il contagio da Covid-19. Ecco quindi una fantastica settimana da passare a fare attività al mare dove imparare, in brevissimo tempo, le tecniche base di queste attività. Dove? Sulla costa della Riviera di Ulisse, che corre fra Sperlonga e Gaeta,  ricca di grotte e insenature tutte da esplorare in sicurezza a bordo di sup e surf. 

Per informazioni: www.outheretour.com.
 
INFORMAZIONI
Alla pagina www.touringclub.it/vacanzeitaliane l'introduzione al progetto e l'indice con tutte le regioni.