Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • “Un segnale per il clima”, l'iniziativa di AIIG per riflettere sulle trasformazioni ambientali

In occasione della settimana Unesco di educazione alla sostenibilità – Agenda 2030

“Un segnale per il clima”, l'iniziativa di AIIG per riflettere sulle trasformazioni ambientali

di 
Sandra Leonardi
8 Novembre 2019
Quest'articolo è frutto dalla convenzione stipulata dall’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG) e Touring Club Italiano. Sandra Leonardi è docente a contratto di Geografia e Turismo Sostenibile e valorizzazione del territorio presso la Facoltà di Lettere - La Sapienza Università di Roma, oltre a essere Consigliere Nazionale dell’AIIG.

Il 18 novembre prende il via la settimana Unesco di educazione alla sostenibilità – Agenda 2030, promossa dal Comitato Nazionale per l'Educazione alla Sostenibilità-Cnesa 2030 e patrocinata dalla Commissione Nazionale per l'Unesco, che si concluderà il 25 novembre e che quest’anno è dedicata al tema “Cambiamenti climatici e salute”

Per l’occasione saranno organizzate moltissime iniziative consultabili sul sito dell’Unesco. Anche l’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia ha aderito alla settimana con un’iniziativa indirizzata alle scuole di ogni ordine e grado: ‘Un segnale per il clima’. L’attività proposta prevede l’ideazione di messaggi utili a diffondere saperi, sensibilità e abilità, promuovere valori, formare competenze, incoraggiare l’assunzione di comportamenti virtuosi in merito ai cambiamenti climatici e ai loro effetti sulla salute del Pianeta e di ciascun individuo. Per farlo dovrà essere utilizzato il linguaggio della segnaletica stradale (forme, colori, simboli ecc.). 

 


La proposta mira a stimolare una riflessione sulle trasformazioni ambientali e le loro conseguenze sulla vita di ogni cittadino e sulla relazione tra impegno individuale e responsabilità collettiva. Partecipare è semplicissimo e lo si può fare in due modalità: reinterpretando un segnale stradale esistente oppure ideandone e disegnandone uno totalmente nuovo. Tutti i segnali, reinterpretati o inventati, devono contenere un messaggio relativo ai cambiamenti climatici o alle azioni quotidiane da mettere in pratica per tutelare la salute dell’umanità e del pianeta. I segnali più originali e significativi saranno raccolti, graficizzati e resi disponibili in una gallery nel sito dell’AIIG. I segnali saranno inoltre valorizzati dalle sezioni locali dell’associazione e dalle scuole che lo desidereranno, in occasione della Notte della Geografia, che si terrà venerdì 3 aprile 2020. 

INFORMAZIONI
- Attività AIIG: www.aiig.it/attivita/progetti/unsegnaleperilclima
- Settimana Unesco: www.cnesagenda2030.it/settimana2019.html