Scopri il mondo Touring

Dai colori di Mirò alle foto di Basilico, musei e gallerie aprono le porte in tutta Italia

Trenta mostre da non perdere quest'autunno

di 
Barbara Gallucci
25 Ottobre 2021
Con più serenità e un desiderio diffuso di cultura le mostre in programma per l'autunno 2021/inverno 2022 in tutta Italia sono davvero tante. In quest'articolo ve ne proponiamo alcune da Torino a Catania, tutte appena partite o in procinto di partire; sono grandi esposizioni, spesso scontate per i soci Tci.
 
Trovate molti altri suggerimenti nella nostra sezione eventi (dove potete cercare gli eventi, in tutta Italia, selezionando la località che vi interessa e il periodo).
 
1. Parigi era viva. De Chirico, Savinio e gli Italiens
Fondazione Accorsi Ometto, Torino, fino al 30 gennaio
Per chi: ha nostalgia della Ville Lumière
 
Il percorso di visita della mostra si sviluppa attraverso 70 dipinti e restituisce il clima artistico, propositivo, dialogante e provocatorio di un crocevia spazio-temporale unico e irripetibile quale Parigi degli anni Venti-Trenta del Novecento.
 
Ingresso ridotto ai Soci Tci.
 
 
2. Martin Parr. We love sports
Camera, Torino, dal 28 ottobre fino al 13 febbraio
Per chi: ama le foto e lo sport
 
La carriera del maestro della fotografia inglese attraverso 150 immagini dedicate a diversi eventi sportivi con un originale focus sul tennis. La mostra è anche l'occasione per scoprire gli scatti di una carriera dedicata alle immagini e al racconto della società contemporanea anche in maniera spietata talvolta.
 
Ingresso ridotto ai Soci Tci.
 
 
3. Fattori. Capolavori e aperture sul '900
Gam, Torino, fino al 20 marzo
Per chi: cerca classici ottocenteschi
 
Oltre 60 capolavori dell'artista livornese sono esposti in questa mostra divisa in nove sezioni che copre un arco cronologico che va dal 1854 e finisce nel 1894. Dalle sperimentazioni macchiaiole fino alle tele realizzate in età matura da Fattori che ne rilevano lo sguardo acuto e innovatore, capace di intuire i grandi cambiamenti all'orizzonte.
 
 
4. Burri, la poesia della materia
Fondazione Ferrero, Alba (Cn), fino al 30 gennaio
Per chi: ama l'arte 

“Amo Burri perché non è solo il pittore maggiore d’oggi ma è anche la principale causa d’invidia per me: è d’oggi il primo poeta”. Parole di Giuseppe Ungaretti. Per scoprire o riscoprire uno dei grandi artisti del Novecento, una doppia occasione ad Alba: "Burri. La poesia della materia" è la mostra allestita nella sede della Fondazione Ferrero mentre "Burri. Il Cretto di Gibellina" quella a Palazzo Banca d’Alba. Si parla della sua arte affiancandola alla poesia di quegli anni. 


 
4. Escher
Palazzo Ducale, Genova, fino al 20 febbraio
Per chi: perde la testa di fronte a un disegno ben fatto
 
La più grande mostra antologica mai fatta in Italia sul genio olandese Maurits Cornelis Escher, molto amato dal pubblico per la grande capacità di cambiare prospettive. Con oltre 200 opere esposte, si viaggia nella mente contorta dell'artista per poi immergersi in sale multimediali dove si entra letteralmente nelle sue strutture magiche.
 
Ingresso ridotto ai Soci Tci.


 
5. Disney. The art of telling timeless stories
Mudec, Milano, fino al 13 febbraio
Per chi: è rimasto un po' bambino
 
Come nasce, si sviluppa e diventa un successo planetario un cartone animato Disney? Questa mostra racconta come avviene questo processo creativo grazie ai materiali provenienti proprio dagli archivi Disney. Innovazione e tecnologia, ma anche ironia e curiosità emergono un disegno alla volta.
 
 
6. Monet dal Musée Marmottan di Parigi
Palazzo Reale, Milano, fino al 30 gennaio
Per chi: ama i grandi classici
 
Sono 53 le opere provenienti dal Musée Marmottan di Parigi esposte a Palazzo Reale per la mostra Monet. Dalle celebri Ninfee alla sua ultima opera Le rose, un percorso di visita in sette sezioni aiuta a seguire la vita artistica di uno dei maestri dell'impressionismo.
 
Ingresso ridotto ai Soci Tci.
 
 
7. Irving Penn
Cardi Gallery, Milano, fino al 22 dicembre
Per chi: è appassionato di fotografia
 
Per la prima volta in Italia una mostra antologica dedicata al maestro della fotografia, l’americano Irving Penn, scomparso nel 2009, dopo una lunga e prolifica carriera che spesso ha avuto come protagonista la moda milanese. Nei due piani della galleria Cardi sono esposti gli scatti più iconici e memorabili.
 

8. Realismo magico. Uno stile italiano
Palazzo Reale, Milano, fino al 27 febbraio
Per chi: vuole immergersi negli anni Venti
 
Un periodo storico e artistico complesso quello degli anni Venti in Italia. Tante correnti, tanta ricerca, ma anche tanta difficoltà a emergere. Per questo in pochi conoscono quella specifica declinazione del Realismo magico. In questa mostra, attraverso un percorso cronologico e filologico, si intuisce l'originalità di grandi artisti come Felice Casorati, Carlo Carrà, il primo de Chirico e Gino Severini.
 
Ingresso ridotto ai Soci Tci.
 


9. Mario Sironi. Sintesi e grandiosità
Museo del Novecento, Milano, fino al 31 marzo
Per chi: ama gli anniversari importanti
 
Il percorso artistico di Mario Sironi è protagonista della mostra che celebra i sessant’anni dalla sua morte. Un viaggio che, in un centinaio di opere, inizia con le sue prime mosse simboliste e procede con l’adesione al futurismo, passando per il periodo metafisico fino all’espressionismo e alla pittura monumentale, per terminare con il secondo dopoguerra e gli ultimi anni.
 


10. Domenico Gnoli
Fondazione Prada, Milano, fino al 27 febbraio
Per chi: vuole scoprire un pittore contemporaneo
 
Concepita da Germano Celant, la mostra riunisce più di 100 opere realizzate da Gnoli tra il 1949 e il 1969 accompagnate da altrettanti disegni. Scenografo, disegnatore di costumi e illustratore, è anche straordinario pittore. Nel 1964 è Leone d'oro alla Biennale di Venezia e ancora oggi le sue opere sono raffinate, minimali ma con uno stile inconfondibile.

 
11. Wildlife Photographer of the Year
Palazzo Francesco Turati (ex spazio Forma), Milano, fino al 31 dicembre
Per chi: si meraviglia di fronte alla natura
 
Cento scatti eccezionali, premiati in numerose categorie (comportamento mammiferi, comportamento uccelli, piante, scatti creativi e così via) sia nella categoria adulti sia in quella ragazzi, riservata ai minori di 18 anni. Sono le immagini del Wildlife Photographer of the Year, il concorso annuale organizzato dal Museo di Storia Naturale di Londra. Tutti i vincitori e i segnalati dell'edizione 2020 sono in mostra a Milano fino alla fine dell'anno.
Maggiori informazioni nel nostro articolo dedicato.


© Evie Easterbrook, Wildlife Photographer of the Year 2020
 
12. Nulla è perduto. Arte e materia in trasformazione
Gamec, Bergamo, fino al 13 febbraio
Per chi: cerca una mostra di sostanza
 
Un percorso espositivo di forte impatto sensoriale diviso in quattro sezioni, Fuoco, Terra, Acqua e Aria, che include una selezione di opere molto ricca e di epoche differenti. Da Duchamp a Man Ray fino alle poetiche dell'Arte Povera con Calzolari e Icaro e ai contemporanei come Olafur Eliasson, Cyprien Gaillard ed Erika Verzutti.
 
Ingresso ridotto ai Soci Tci.
 

13. Depero new Depero
Mart, Rovereto (Tn), fino al 12 febbraio
Per chi: si sente futurista

Un pioniere dell'arte totale: Fortunato Depero, fondatore proprio a Rovereto dell'omonimo museo futurista, è celebrato al Mart con una grande mostra che presenta circa 500 lavori, dai manifesti ai mobili, dalle fotografie agli oggetti. Una sperimentazione continua, che ha influenzato arte, moda, design e anche fumetto. 
 
Ingresso ridotto ai Soci Tci.

 
14. Venetia 1600
Palazzo Ducale, Venezia, fino al 25 marzo
Per chi: vuole conoscere la storia della città
 
Una storia mitica quella della fondazione di Venezia della quale ricorrono i 1600 anni. La tradizione suole farla coincidere con la posa della prima pietra della chiesa di S. Giacometo a Rivoalto il giorno dell'Annunciazione della Madonna, il 25 di marzo del 421. La mostra racconta questo e molto altro attraverso 250 opere.
 
 
15. Doisneau
Palazzo Roverella, Rovigo, fino al 30 gennaio
Per chi: è in cerca di un famoso bacio
 
Catturare momenti di felicità. La filosofia del grande maestro francese della fotografia Robert Doisneau era tanto semplice quanto universale. La mostra abbraccia la sua opera senza distinzioni cronologiche, tematiche o di genere. In un ritratto dopo l’altro realizzato per le strade di Parigi, emerge uno stile che mescola fantasia e poesia, libertà d’espressione e un pizzico di surrealismo.
 
Ingresso ridotto ai Soci Tci.
 
 
16. Capa in color
Gallerie Estensi, Modena, fino al 13 febbraio
Per chi: va oltre il bianco e nero
 
Un'esposizione importante di 150 immagini a colori scattate dal fotografo di fama mondiale Robert Capa. A corredo del percorso di visita anche lettere personali e appunti dalle riviste in cui furono pubblicate. Dai grandi ritratti fino al conflitto in Indocina, un viaggio per immagini davvero sensazionali.
 
 
17. Caleidoscopica. Il mondo illustrato di Olimpia Zagnoli
Palazzo Magnani, Reggio Emilia, fino al 28 novembre
Per chi: vuole scoprire come si illustra il mondo
 
Da Reggio Emilia a New York. Questo in sintesi il percorso personale e professionale dell'illustratrice che questa mostra racconta attraverso disegni, stampe, neon, tessuti, sculture in vari materiali e oggeti di uso comune. In dieci anni la Zagnoli è riuscita a conquistare le copertine dei magazine più prestigioni e i brand più alla moda.
 
 
18. Mirò. Il colore dei sogni
Fondazione Magnani Rocca, Mamiano di Traversetolo (Pr), fino al 12 dicembre
Per chi: è in cerca di astrazione
 
Con circa cinquanta opere esposte, la mostra propone un percorso di visita orchestrato come una partitura musicale che segue la carriera del maestro spagnolo dagli anni Trenta agli anni Settanta con un focus proprio sugli ultimi anni con tele di grande formato. La simbologia di Mirò diventa più chiara pur mantenendo un'astrazione onirica sempre suggestiva.
 
Ingresso ridotto ai soci Tci.
 
19. Giovanni Boldini. Lo sguardo dell'anima
Palazzo Albergati, Bologna, dal 29 ottobre fino al 13 marzo
Per chi: cerca l'eleganza in un dipinto
 
In occasione del novantesimo anniversario della morte di Boldini, una mostra che espone 90 opere che esaltano la bellezza femminile e le sue mille sfumature intime e misteriose. Contesse, attrici, dame sono le protagoniste assolute di un'epoca e soggetti perfette per l'estetica boldiniana.
 
 
20. Jeff Koons. Shine
Palazzo Strozzi, Firenze, fino al 30 gennaio
Per chi: vuole arte che luccica
 
Una delle figure più importante, note e pop dell'arte contemporanea porta a Firenze le sue sculture più lucenti in una provocazione che sta in equilibrio tra splendore e bagliore, essere e apparire. La mostra è una via di mezzo tra un inno al selfie e uno showroom di giocattoli artistici.
 
Ingresso ridotto ai soci Tci.
 
 
21. Oro e colore nel cuore dell’Appennino. Allegretto Nuzi e il '300 a Fabriano
Pinacoteca civica Bruno Molajoli, Fabriano (An), fino al 30 gennaio
Per chi: sogna il Trecento dorato

La qualità dei suoi fondi oro era così alta che ad Allegretto Nuzi (vissuto nel Trecento) arrise uno straordinario successo. Nel nostro paese non resta nessuno dei suoi dipinti di devozione individuale: ecco perché questa mostra è un evento, visto che per la prima volta tornano a Fabriano una trentina di opere del Maestro, fra cui undici tavole da musei stranieri. Consentendo anche di riunire parti da tempo disperse e lavori finalmente a confronto.



22. Oro e colore nel cuore dell'Appennino. Ottaviano Nelli e il '400 a Gubbio.
Palazzo Ducale e Palazzo Consoli, Gubbio (Pg), fino al 9 gennaio
Per chi: ama le mostre diffuse

Se Fabriano ha Nuzi (vedi sopra), Gubbio ha Nelli: un altro maestro vissuto tra Marche e Umbria (ma nel secolo successivo) e altrettanto importante per le novità che apportò nel periodo del "gotico internazionale". Nei due palazzi più importanti di Gubbio è allestita una mostra che racconta le sue opere e il suo lascito; e un percorso tra chiese e oratori del borgo porta alla scoperta dei suoi capolavori nascosti, primo tra tutti la straordinaria Madonna del Belvedere.

Scopri di più sul nostro articolo dedicato


 
23. Klimt. La Secessione e l'Italia
Museo di Roma, Roma, dal 27 ottobre fino al 27 marzo
Per chi: si sente mitteleuropeo
 
Opere iconiche e note, ma anche lavori meno conosciuti ma non per questo meno interessanti per questa mostra che ripercorre la vita di Klimt, sottolineando il suo ruolo nella Secessione viennesi e ingando sul suo rapporto con l'Italia, meta frequente dei suoi viaggi. 200 le sue opere esposte alle quali si accostano lavori degli artisti della sua cerchia.
 

 
24. Sebastiao Salgado. Amazonia
Maxxi, Roma, fino al 13 febbraio
Per chi: vuole fare un viaggio antropologico
 
Salgado quando ha in mente un progetto ci si immerge completamente. In questo caso ha trascorso settimane nella foresta amazzonica brasiliana per raccontare lo stile di vita dei suoi abitanti, dei diversi gruppi etnici, ma anche la natura dirompente sempre più in pericolo. Un percorso fotografico di grande valore antropologico e culturale.
 


25. Inferno
Scuderie del Quirinale, Roma, fino al 9 gennaio
Per chi: vuole gettarsi a capofitto nell'Ade

La Voragine infernale di Sandro Botticelli, la versione in gesso della mastodontica Porta dell'Inferno di Auguste Rodin e il Giudizio Finale di Beato Angelico. Sono soltanto tre degli oltre 200 capolavori della mostra che indaga la mappa mentale e simbolica della prima cantica della Divina Commedia raccontandone la fortuna nel corso dei secoli. In occasione del settimo centenario della morte di Dante Alighieri.
 
Ingresso ridotto ai soci Tci.


26. I Marmi Torlonia. Collezionare Capolavori
Musei Capitolini – Villa Caffarelli, Roma, fino al 9 gennaio
Per chi: vuole respirare l'aria del classico

È stata prorogata fino a gennaio l'eccezionale esposizione dove sono raccolte in tutto il loro splendore alcune sculture della collazione Torlonia, ultima fra le grandi collezioni principesche di Roma e una delle più famose raccolte d'arte antica del mondo intero. Un evento nell'evento, visto che Villa Caffarelli torna alla vita dopo oltre cinquanta anni. Maggiori info nel nostro articolo dedicato


 
27. Frida Kahlo. Ojos que no ven corazon que no siente
Palazzo delle Arti, Napoli, fino al 9 gennaio
Per chi: vuole immergersi nel mondo di Frida
 
Per la prima volta in Europa viene mostrata al pubblico una selezione unica, appassionante e rivelatrice di fotografie e lettere che si riferiscono a momenti conosciuti ed inediti della vita di Frida Kahlo. Uno sguardo intimo nella storia dell'artista con un allestimento multimediale e immersivo molto coinvolgente.


 
28. Lisetta Carmi. Voci allegre nel buio
Museo di arte contemporanea, Termoli (Cb), fino al 16 gennaio
Per chi: vuole scoprire la genialità della fotografa
 
Sono 70 le fotografie realizzate da Lisetta Carmi tra il 1962 e il 1976 in Sardegna esposte in questa mostra insieme ad altro materiale d'archivio che racconta l'Italia dell'epoca. Un viaggio estetico ed etico che rimette al centro il sud e le sue mille contraddizioni.
 

29. Tra albe e tramonti. Immagini per la Puglia
Fondazione Museo Pino Pascali, Polignano a Mare (Ba), fino al 22 febbraio
Per chi: cerca il sud di quarant'anni fa

Una retrospettiva dedicata a Luigi Ghirri. La famiglia, attraverso negativi e foto originali, ha ricostruito il viaggio per immagini del celebre fotografo emiliano che nel 1982 intraprese un personale viaggio in Puglia. Un corpus fotografico parzialmente inedito, accompagnato da una preziosa pubblicazione.


 
30. Gabriele Basilico. Territori intermedi
Castello Ursino, Catania, fino al 6 gennaio
Per chi: vuole vedere il mai visto
 
Sono 60 gli scatti del maestro della fotografia italiana mai pubblicati né presentati salvo rare eccezione esposti a Catania. Immagini sospese che raccontano un Paese che forse non esiste più e diventano quindi testimonianza assoluta e di grande fascino.