Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • Treni in Francia: si viaggerà sempre più veloce. E spendendo meno

Tra poco più di tre mesi si andrà da Parigi a Bordeaux in due ore di treno

Treni in Francia: si viaggerà sempre più veloce. E spendendo meno

di 
Renato Scialpi
24 Marzo 2017
 
Il conto alla rovescia è ormai avviato. Mancano poco più di tre mesi al 2 luglio, quando in Francia sarà inaugurata la nuova linea del TGV Atlantique. L’apertura del nuovo tratto ad alta velocità di 300 chilometri tra Tour e Bordeaux “accorcerà” l’Ovest dell’Esagono di almeno un’ora di viaggio.

Da quel giorno saranno sufficienti due ore e quattro minuti di percorrenza per coprire i poco meno di 600 chilometri che separano la gare Montparnasse di Parigi dalla stazione Saint-Jean di Bordeaux, rinnovata per accogliere i nuovi servizi TGV di Sncf.
 
I lavori in corso alla stazione di Bordeaux Saint-Jean per accogliere i convogli TGV.

RIVOLUZIONE SULLA FASCIA ATLANTICA
In realtà la rivoluzione ferroviaria nell’Ovest della Francia è cominciata lo scorso 11 dicembre, con l’apertura della linea TGV Océane da Parigi verso Le Mans, Rennes e Nantes che ha portato anche al debutto i nuovi convogli TGV Euroduplex a due livelli.

Si tratta di treni da 556 passeggeri a due piani che costano 30 milioni di euro: possono raggiungere i 320 km/h di velocità e, oltre a dotazioni di sicurezza di ultima generazione, offrono a tutti i viaggiatori prese elettriche per ricaricare smartphone e computer, wifi gratuito, schermi interattivi per le comunicazioni di bordo e un sistema di raccolta differenziata dei rifiuti. In più, sul TGV Euroduplex i passeggeri di prima classe viaggiano sempre fronte marcia grazie all’adozione di speciali poltrone con schienale modulare.

Un treno di prova del TGV Atlantique in sosta alla stazione di Bordeaux.

NON SOLO PARIGI-BORDEAUX
Già oggi la linea ferroviaria “normale” tra Parigi e Bordeaux permette velocità di punta di 220 chilometri orari ai treni passeggeri. Quindi il vantaggio dato dall’apertura della nuova tratta ad alta velocità di Sncf non riguarda soltanto il risparmio di tempo, di un’ora e 10 minuti circa, ma anche il fatto che il nuovo tracciato permetterà di decongestionare quello esistente, raddoppiando la frequenza dei collegamenti e ampliando le possibili coincidenze con i treni regionali.

Senza dimenticare l’accorciarsi dei tempi di viaggio per i servizi TGV diretti verso il Sud della Francia. Da luglio il collegamento Parigi-Tolosa avverrà in quattro ore e otto minuti (un ora e 20 in meno rispetto a oggi) e il servizio fino a Hendaye, a ridosso del confine spagnolo, impiegherà quattro ore e mezza, guadagnando un’ora e un quarto.

Il convoglio inaugurale del TGV Océan, lo scorso 11 dicembre.
 
E FORSE SI SPENDERÀ DI MENO
Ultima novità per i servizi ad alta velocità francesi: a partire da luglio lungo l’asse atlantico (e da dicembre su quello mediterraneo verso Lione-Marsiglia-Nizza) scompariranno i collegamenti low cost iDTGV nati nel 2004. Per rendere accessibili a un maggior numero di viaggiatori le tariffe scontate sui treni ad alta velocità, visto il successo delle linee su strada di OuiBus (di proprietà delle ferrovie) e FlixBus, i ticket “a partire da 19 euro” dei treni iDTGV saranno sostituiti da una tariffa scontata Prem’s offerta su tutti i collegamenti ai clienti che prenotano con molto anticipo. Di fatto la stessa filosofia adottata dalle compagnie aree low cost.

Un treno del servizio iDTGV sponsorizzato dai bus low cost Ouigo.
 
INFORMAZIONI
Sito web it.voyages-sncf.com.