Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • Torna "Mente Locale", il festival che promuove il racconto del territorio attraverso la narrazione audiovisiva

Dal 17 al 21 novembre l'ottava edizione dell'evento emiliano di cui il Touring è partner. I documentari visibili sia in sala sia online

Torna "Mente Locale", il festival che promuove il racconto del territorio attraverso la narrazione audiovisiva

12 Novembre 2021
 
Torna Mente Locale - Visioni sul territorio, il primo festival italiano dedicato a promuovere e valorizzare il racconto del territorio attraverso la narrazione audiovisiva, che per la sua ottava edizione si svolgerà da mercoledì 17 a domenica 21 novembre, in modalità ibrida, in sala tra le colline di Bologna e Modena - Vignola (Mo), Loiano (Bo), Savignano sul Panaro (Mo) e Bazzano (Bo) – e online su docacasa.it, la piattaforma creata dall’associazione D.E-R Documentaristi Emilia-Romagna.
 
L’edizione 2021, patrocinata come sempre dal Touring Club Italiano e con regioni ospiti la Toscana e la Sardegna, presenta 18 film in concorso, selezionati tra i tanti arrivati da ogni parte del globo, di cui 8 anteprime regionali e 3 anteprime nazionali. Protagonisti di questa selezione che come ogni anno presenta sguardi sui territori, multiformi e diversissimi tra loro, sono, per la prima volta, film di solo genere documentario senza distinzione di durata, tecnica, formato, dedicati al racconto di un territorio, inteso in senso ampio come racconto di luoghi, persone, culture, paesaggi, saperi e tradizioni riconducibili a un’area geografica. 
 


Dai 15.0000 profughi Saharawi dimenticati nel deserto del Sahara alle renne della taiga siberiana, dalla vita ancorata alla tradizione e alla pietra dell’isola di Minorca alla ‘gentrificazione’ di Londra, dal Santuario cinquecentenario in Montenegro alla birra finlandese Lapin Kulta salvata da un crowdfunding ‘miracoloso’, fino agli operai bolognesi immigrati in Patagonia e al ritratto intimo e affettuoso di Franco Grillini attraverso i luoghi della sua vita, con un’attenzione particolare al territorio italiano e alla Emilia-Romagna, da sempre casa del festival: l’ottava edizione del festival sarà un incredibile giro del mondo attraverso 18 film che faranno conoscere al grande pubblico storie, culture e costumi provenienti da tutto il pianeta.



Come di consueto, molti i premi in palio, a cominciare da quelli assegnati dalla qualificata giuria del festival - quest’anno composta da Marco Cucco, Direttore del Master in Management del Cinema e dell’Audiovisivo dell’Università di Bologna, Loris Lepri, autore e studioso di cinema, Alfonso Maiorana, regista e direttore della fotografia italo-canadese, Enza Negroni, autrice e presidente D.E-R e Silvestro Serra, direttore comunicazione e relazioni istituzionali del Touring Club Italiano - che consegnerà un premio di 2.000 Euro al miglior documentario in concorso e un premio di 1.000 Euro al miglior documentario prodotto in Italia. Ci saranno poi un premio in denaro di 500 Euro assegnato direttamente dal Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano; il premio Sayonara, offerto dalla società Sayonara Film, per il migliore cortometraggio in concorso della durata massima di 15 minuti (inclusi titoli di testa e di coda), che consiste in un contratto di distribuzione di 12 mesi del valore di 2.000 Euro; una menzione speciale del Touring Club Italiano, una del Segretariato Regionale MiC Emilia-Romagna, e la menzione speciale DAMS assegnata da una giuria composta da studenti del DAR - Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna.
 
Confermati anche per questa ottava edizione i premi del contest fotografico dedicato ai territori di Grand Tour Emil Banca - Il cuore nel territorio, che vedranno i rappresentanti di Emil Banca assegnare un premio di 250 Euro per la migliore fotografia e uno sempre di 250 Euro per la fotografia che meglio rappresenta il concetto di sostenibilità dei territori coinvolti.



Infine, come per le passate edizioni, un ricco e variegato programma di eventi ‘off’ del Festival affiancherà le proiezioni dei film in concorso.
mercoledì 17 novembre, alle ore 17, sulla piattaforma Docacasa e sulla pagina Facebook del festival, tavola rotonda inaugurale per conoscere gli autori in concorso dell’ottava edizione della kermesse.
giovedì 18 novembre, alle ore 16, in presenza presso l’Auditorium DAMSLab di Bologna, panel “Il racconto del territorio all’incrocio tra le discipline: esperienze a confronto” vedrà tra i partecipanti, oltre agli organizzatori, Fabio Abagnato (Responsabile Film Commission Emilia-Romagna), Stefania Ippoliti (Direttrice Toscana Film Commission), Nevina Satta (Direttrice Fondazione Sardegna Film Commission), Andrea Aleardi (Direttore Fondazione Giovanni Michelucci), Anna de Manincor e Massimo Carozzi (Collettivo ZimmerFrei) e Gianfranco Cabiddu (Regista e Sceneggiatore).
domenica 21 novembre al Teatro Fabbri di Vignola due eventi speciali: alle 17, la presentazione in anteprima assoluta de "Il sapore della terra", il nuovo documentario di Giulio Filippo Giunti sul vasto e variegato territorio dell’Unione Terre di Castelli, raccontato attraverso le voci delle persone che lo abitano e che da secoli realizzano prodotti gastronomici speciali. A seguire alle 18.30, l’assegnazione dei premi e delle menzioni speciali, insieme agli autori, ai giurati e a tutti gli amici del festival, che terminerà con la proiezione del film vincitore del premio Mente Locale Visione Globale - Miglior Documentario 2021.



INFORMAZIONI
- I film in concorso saranno visibili sia in sala (Teatro Fabbri di Vignola, Cinema Vittoria di Loiano, Cinema Bristol Multisala di Savignano sul Panaro, Cinemax di Bazzano) sia su Docacasa.it. In particolare, tutti i film vincitori del festival saranno visibili in streaming alla pagina festivalmentelocale.docacasa.it a partire dalle ore 10.00 del 22 novembre per le 24 ore successive.
- Tutte le info e programma completo su www.festivalmentelocale.it.