Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • Milano si scopre dai particolari: ne parliamo al Tci il 7 novembre

Nuovo appuntamento al Punto Touring di corso Italia con Compagni di viaggio: l’incontro con l’autore si fa in quattro

Milano si scopre dai particolari: ne parliamo al Tci il 7 novembre

di 
Tino Mantarro
2 Novembre 2018
 
Non è certo dai particolari che si giudica un giocatore, figuriamoci una città, un luogo o un'opera d'arte. I dipinti di Hieronymus Bosch sono un meraviglioso insieme di particolari che avrebbero senso anche da soli, e ne hanno ancor di più se viste appunto nel loro insieme. Però i particolari contano eccome, spesso – specie nelle città – sono il frammento su cui si concentra l'attenzione, si costruisce l'affetto, un senso del luogo stesso.
 
È un po' questa l'idea che sta alla base della collana Genius Loci dell'editore bergamasco Bolis edizioni. Una collana di libri di narrativa piccoli, mai più di cento pagine, che raccoglie storie da raccontare, prendendo le mosse da un capolavoro, da un minimo dettaglio di un’opera minore; da un paesaggio o da un albero; dal segno su una pietra selciata o dalla curva di una strada; dal suono dell’acqua in una fontana e dai passi lungo il camminamento di una cerchia di mura. Storie che spesso prendono spunto da Milano, dalle sue strade, angoli e vicende e generano libri.
 
 
Quattro di questi volumi verranno presentati mercoledì 7 novembre dalle 18.30 al Punto Touring di Milano in corso Italia 10 nel consueto appuntamento con Compagni di viaggio, la rassegna dedicata ai libri che racconta luoghi del Touring Club Italiano. Assieme a Gino Cervi dialogheranno quattro autori di altrettanti racconti “milanesi” editi da Bolis: Massimo Cassani, Claudio Sanfilippo, Ferruccio Parazzoli e Silvano Calzini. 
 
Massimo Cassani, giornalista e scrittore, scrive un piccolo romanzo giallo, “Sul marciapiede opposto”, partendo da una palazzina della multietnica via Padova. Claudio Sanfilippo, cantautore e musicista, parte invece dai navigli per parlare della Milano d'acqua e di campagna nel volume “Fin dove arriva l’acqua”. Mentre il romanziere Ferruccio Parazzoli per costruire la sua storia parte dalle sale del Museo di Storia Naturale di Milano, davanti alla vetrina 49, quella dei coleotteri (“La vetrina n. 49). Mentre Silvano Calzini ne “Il signor K e la donna di marmo” prende le mosse da una fatto realmente accaduto: la visita di Franz Kafka a Milano nell'estate del 1911.
 
Storie inventate per parlare di luoghi reali. Al Punto Touring di Milano il 7 novembre dalle 18.30 quattro autori, e quattro spunti diversissimi tra loro, accomunati da un'unica volontà: parlare di Milano in un modo diverso, finalmente letterario. 
 
 
I PROSSIMI APPUNTAMENTI
 
martedì 13 novembre / in collaborazione con JazzMi 
Gerlando Gatto racconta l'altra metà del jazz. Voci di donne nella musica jazz (edito da Kappa Vu)
 
mercoledì 21 novembre 
Marco Rizzini e Tino Mantarro conversano su Panda o morte, un viaggio di 14mila chilometri da Verona a Mosca (edito da Ediciclo)
 
mercoledì 28 novembre 
Maria Pace Ottieri presenta Vesuvio Universale (Einaudi)