Scopri il mondo Touring

I video di De Dominicis, l'Art Nouveau e i capolavori del Mantegna

Le mostre da non perdere a Torino a gennaio e febbraio

di 
Barbara Gallucci
8 Gennaio 2020
Non sapete orientarvi tra le innumerevoli proposte culturali di Torino e dintorni?
 
Ecco i nostri suggerimenti per gennaio e febbraio, tutte grandi mostre, spesso scontate per i soci Tci. Trovate anche altri suggerimenti nella nostra sezione eventi (dove potete cercare gli eventi, in tutta Italia, selezionando la località che vi interessa e il periodo).
 
L'ordine in cui ve le proponiamo è cronologico, dalla prima a chiudere fino a quelle che, aprendo nel corso del mese, proseguono anche nelle settimane successive.
 
 
1. Primo Levi. Figure
Gam, fino al 26 gennaio
Per chi: vuole perdersi in una Wunderkammer insolita
 
In occasione delle celebrazioni per il centenario della nascita di Primo Levi, per la prima volta in Italia è esposta una significativa selezione dei lavori in filo metallico realizzati dal grande scrittore e intellettuale. Realizzati tra il 1955 e il 1975 senza titoli né datazioni precise, Levi li realizzava per gli amici o per il suo studio. Creature fantastiche, ma anche animali e altri bizzarre forme che, insieme, riempiono gli spazi della Wunderkammer della Gam.
 
 
2. Art Nouveau
Reggia di Venaria, fino al 26 gennaio
Per chi: è elegante per principio
 
Con manifesti e dipinti, sculture, mobili e ceramiche, la mostra illustra la straordinaria fioritura artistica e artigianale che ha travolto e cambiato il gusto decorativo all'inizio del Novecento. Attraverso la riproduzione di ambienti abitativi di Parigi, la mostra racconta inoltre l’arte e la vita quotidiana con un allestimento innovativo che ricrea le atmosfere e gli arredamenti dell’epoca.

Ingresso ridotto ai soci Tci.
 
 
3. Vittorio Corcos. L'avventura dello sguardo
Museo di arti decorative Accorsi-Ometto, fino al 16 febbraio
Per chi: vuole scoprire un maestro della pittura
 
Dame evanescenti e atmosfere Belle époque per questa mostra dedicata a uno dei maestri della pittura italiana. Dai ritratti ai paesaggi, l'immersione in un mondo fatto di dettagli, sguardi misteriosi e ambientazioni naturali.
 
Ingresso ridotto ai soci Tci.
 
 
4. Guerriere dal Sol Levante
Mao, Museo d'Arte Orientale, fino al 1° marzo
Per chi: non si accontenta delle geishe
 
Armate di spade, alabarde, pugnali, archi e frecce, le donne guerriere giapponesi, chiamate onna-bugeisha, sono protagoniste di questo originale percorso espositivo che illustra otto secoli di storia del Giappone attraverso armi originali, corazze, dipinti e molti altri oggetti preziosi. Da non perdere anche la sezione dedicata ai manga, agli anime e al cinema che racconta delle guerriere contemporanee.
 
 
5. Gino De Dominicis. Video
Gam, fino all'8 marzo
Per chi: segue sempre l'arte più innovativa
 
Prima di sei esposizioni dedicate ai video d’artista. Si comincia con Gino De Dominicis e un omaggio che presenta Videotape (1974, dell’Archivio Storico della Biennale), posto a confronto con Tentativo di volo del 1969, esemplare della collezione GAM.
 
 
6. Konrad Mägi. La luce del nord
Musei reali, fino all'8 marzo
Per chi: è affascinato dal Polo
 
La più ampia personale mai proposta in Europa (50 opere tra paesaggi, ritratti e disegni) per indagare la vicenda artistica del capostipite della pittura estone moderna a un secolo dal suo viaggio in Italia.
 
7. Helmut Newton. Works
Gam, dal 30 gennaio al 3 maggio
Per chi: non si perde uno scatto
 
Una panoramica di 68 fotografie del maestro dell'immagine tedesco che va dagli anni Settanta fino al 2000. In quattro sezioni si trovano alcuni fra gli scatti più noti di Newton, dalla moda ai ritratti, in un percorso suggestivo e intenso che parla di un'epoca così lontana ma ancora così vicina.
 
 
8. Andrea Mantegna. Rivivere l'antico, costruire il moderno
Palazzo Madama, fino al 4 maggio
Per chi: non si perde un grande classico
 
Uno dei più importanti artisti del Rinascimento italiano è protagonista assoluto di una delle mostre da non perdere con oltre un centinaio di opere provenienti dai maggiori musei e collezioni del mondo. Non manca anche un'installazione multimediale immersiva che permette ai visitatori di entrare completamente nel mondo di Mantegna.
 
 
9. Dipingere l'Asia dal vero. Vita e opere di Arnold Henry Savage Landor
Mao, Museo arte orientale, dal 14 febbraio el 14 giugno
Per chi: ha l'Oriente nel cuore
 
Una figura poliedrica quella di Arnold Henry Savage Landor, caduta nell'oblio nonostante fosse un artista, un antropologo, uno scrittore e fotografo. Il Mao gli dedica un'interessante mostra con le sue opere dal vero in stile impressionistico-macchiaiolo che raccontano il mondo asiatico nella seconda metà dell'Ottocento.
 
 
MONDO TOURING
- Scopri i nostri consigli su dove dormire e dove mangiare a Torino!
- Tutte le informazioni su Torno nella nostra Guida Verde dedicata, da comprare online a prezzi scontati!