Scopri il mondo Touring

Da Marina Abramovic a De Pisis

Le mostre da non perdere a Milano a novembre e dicembre

di 
Barbara Gallucci
30 Ottobre 2019
Dona
Non sapete orientarvi tra le innumerevoli proposte culturali di Milano e dintorni?
 
Ecco i nostri suggerimenti per novembre e dicembre 2019, tutte grandi mostre, spesso scontate per i soci Tci. Trovate anche altri suggerimenti nella nostra sezione eventi (dove potete cercare gli eventi, in tutta Italia, selezionando la località che vi interessa e il periodo).
 
L'ordine in cui ve le proponiamo è cronologico, dalla prima a chiudere fino a quelle che, aprendo nel corso del mese, proseguono anche nelle settimane successive.​
 
 
1. Masbedo. Perché le frontiere cambiano
Ica, fino al 10 novembre
Per chi: ha un debole per la Sicilia
 
Focus del progetto è una riflessione sulla storia passata e presente della Sicilia, terra di tutti e di nessuno raccontata attraverso video, interviste, riferimenti alla cinematografia passata. Tra mille contaminazioni e contraddizioni, un viaggio poetico e coinvolgente negli spazi post industriali dell'Ica.
 
Ingresso gratuito.
 
 
2. The Kitchen. Homage to Saint Therese
Cripta di San Sepolcro, Pinacoteca Ambrosiana, fino al 31 dicembre
Per chi: mescola sacro e profano
 
Uno degli spazi più affascinanti e misconosciuti della città ospita un'opera in tre video della grande artista Marina Abramovic che documenta altrettante performance del 2009. Un'esperienza mitica e mistica che è anche un'originale immersione nella storia di Milano.
 
 
3. Il Sarcofago di Spitzmaus e altri tesori
Fondazione Prada, fino al 13 gennaio
Per chi: vuole vedere qualcosa di davvero diverso
 
Perché si colleziona? Come si organizza e custodisce una collezione? Su questa e altre mille domande si concentra questa mostra curata dal regista di Grand Budapest Hotel Wes Anderson e l'illustratrice, designer e scrittrice Juman Malouf che raccoglie 537 opere d'arte e oggetti provenienti dal Kunsthistorisches Museum e dal Naturhistorisches Museum entrambi di Vienna. Un viaggio incredibile e unico.
 
 
4. Daniel Steegman Mangrané. A leaf-shaped animal draws the hand
Hangar Bicocca, fino al 19 gennaio
Per chi: è appassionato di contemporaneità
 
Raccontano di relazioni e comunità i lavori dell'artista spagnolo che utilizza una grande varietà di media: dal disegno all'installazione, dalla fotografia alla scultura, fino ai video e agli ologrammi. Per la prima volta in Italia sono esposte una ventina di opere realizzate dal 1988 a oggi, inclusa quella che dà il nome alla mostra: un terrario di piante e animali.
 
Ingresso gratuito.
 
 
5. De Chirico
Palazzo Reale, fino al 19 gennaio
Per chi: si sente metafisico
 
Una viaggio tra i misteri della pittura di De Chirico attraverso decine di opere proveniente dai più importanti musei del mondo. Un percorso di visita che invita all'osservazione e alla meditazione di un'attualità sconcertante, metafisica.
 
 
6. Raffaello 2020
Museo della Permanente, fino al 2 febbraio
Per chi: vuole un'immersione completa
 
A 500 anni dalla scomparsa Milano ha deciso di celebrare la genialità di Raffaello ospitando un percorso espositivo multimediale che si articola in cinque sale. Tra ologrammi, realtà virtuale e aumentata ci si immerge nell'epoca storia del maestro di Urbino ed è possibile persino aggirarsi nel suo studio.
 
 
7. Guggenheim. La Collezione Thannhauser. Da Van Gogh a Picasso
Palazzo Reale, fino al 9 febbraio
Per chi: non si perde un grande classico
 
Sono circa 50 i capolavori dall'Impressionismo alle avanguardie dei primi del Novecento esposti in questa grande mostra che propone anche un focus sulle opere di Picasso collezionate da Justin K. Thannhauser e da lui donate poi al Guggenheim nel 1963.
 
Ingresso ridotto ai soci Tci.
 
 
8. Milano Anni 60. Storia di un decennio irripetibile, dal miracolo economico a piazza Fontana
Palazzo Morando, dal 6 novembre al 9 febbraio
Per chi: vuole fare un tuffo nel passato della città
 
Gli anni del boom economico e delle prime contestazioni, della crescita demografica e dei primi passi da capitale della moda e del design. In decine di fotografie dell'epoca viaggio in quei mitici anni Sessanta che hanno sicuramente lasciato un'eredità anche fino ai giorni nostri.
 
 
9. Training Humans
Osservatorio Fondazione Prada, fino al 24 febbraio
Per chi: ama la fotografia e l'intelligenza artificiale
 
Una mostra originale curata da Kate Crawford, professoressa e studiosa di intelligenza artificiale, e Trevor Paglen, artista e ricercatore. I due hanno selezionato immagini di training, ovvero repertori di fotografie utilizzate dagli scienziati per insegnare ai sistemi di intelligenza artificiale come vedere e classificare il mondo.
 
 
10. De Pisis
Museo del Novecento, fino al 1° marzo
Per chi: vuole scoprire un pezzo d'arte italiana del Novecento
 
Dopo 30 anni dall'ultima esposizione milanese dedicata a De Pisis, questa retrospettiva, che presenta al pubblico oltre 90 dipinti del maestro ferrarese, è un viaggio nella sua sensibilità pittorica. Dagli esordi nel 1919 in cui risuona l'eco dell'incontro con la pittura metafisica di De Chirico fino ai drammatici ricoveri in clinica psichiatrica agli inizi degli anni Cinquanta.
 
 
11. Canova. I volti ideali
Gam, Galleria d'arte moderna, fino al 15 marzo
Per chi: ha una passione per la scultura
 
All'apice della sua carriera Canova si dedica moltissimo allo studio dei volti e dei busti femminili. All'apice del successo ne elabora a decine per committenti importanti di mezza Europa. In mostra per la prima volta 20 di questi capolavori provenienti da musei di tutto il mondo. La mostra è collegata a un'altra grande retrospettiva su Canova e Thorvaldsen alle Gallerie d'Italia in piazza Scala; trovate maggiori informazioni nel nostro articolo dedicato a entrambe.
 
 
 
MONDO TOURING
- Scopri i nostri consigli su dove dormire e dove mangiareMilano!
- Tutte le informazioni su Milano nella nostra Guida Verde dedicata, da comprare online a prezzi scontati!
 
 
Dona