Scopri il mondo Touring

Antonello da Messina, Ingres e il femminismo

Le mostre da non perdere a Milano a marzo e aprile

di 
Barbara Gallucci
1 Marzo 2019
Dona
Non sapete orientarvi tra le innumerevoli proposte culturali di Milano e dintorni?
 
Ecco i nostri suggerimenti per marzo e aprile 2019, tutte grandi mostre, spesso scontate per i soci Tci. Trovate anche altri suggerimenti nella nostra sezione eventi (dove potete cercare gli eventi, in tutta Italia, selezionando la località che vi interessa e il periodo).
 
L'ordine in cui ve le proponiamo è cronologico, dalla prima a chiudere fino a quelle che, aprendo nel corso del mese, proseguono anche nelle settimane successive.​
 
1. Romanticismo
Gallerie d'Italia e Museo Poldi Pezzoli, fino al 17 marzo 2019
Per chi: ha un animo romantico
 
La prima mostra dedicata al contributo italiano al movimento romantico che ha cambiato, nel corso della prima metà dell'Ottocento, la sensibilità e l'immaginario del mondo occidentale. Sono circa 200 le opere esposte in un percorso espositivo diviso in 12 sezioni alle Gallerie d'Italia in Piazza Scala e 5 al museo Poldi Pezzoli. Oltre che da dipinti e sculture l'allestimento è arricchito anche da costumi provenienti dalla Scala e da un vasto apparato video.
 
Per maggiori info, la nostra scheda eventoIngresso ridotto ai soci Tci.
 


2. The art of Bansky. A visual protest
Mudec, fino al 14 aprile 2019

Una mostra dedicata a Banksy, artista e writer inglese (la cui identità rimane tuttora nascosta) considerato uno dei maggiori esponenti della street art contemporanea: per la prima volta in un unico luogo pubblico sono raccolti oltre 70 lavori tra dipinti, sculture, prints dell’artista inglese, corredati di oggetti, fotografie e video che raccontano attraverso uno sguardo retrospettivo l’opera e il pensiero dell'artista. Quattro le sezioni che portano a una riflessione critica su quale sia (e quale può essere) la collocazione di Banksy in un contesto più generale della storia dell’arte.

Per maggiori info, la nostra scheda evento
 
3. Prospettiva arte contemporanea
Gallerie d'Italia, dal 14 marzo al 7 maggio
Per chi: cerca il meglio di oggi
 
Nella prestigiosa sede in piazza della Scala, una mostra con le opere della collezione della Fondazione Fiera Milano che include il meglio dell'arte contemporanea mondiale. L'esposizione evidenzia le diversità dei linguaggi artistici in un contesto di grande valore architettonico.

Ingresso ridotto ai soci Tci.​
 
 
4. Il soggetto imprevisto. 1978 Arte e Femminismo in Italia
FM Centro per l'arte contemporanea, dal 4 aprile al 26 maggio
Per chi: vuole capire meglio un periodo storico
 
Curata da Marco Scotini e Raffaella Perna,la mostra ricostruisce in modo puntuale un panorama artistico rimasto spessoin ombra nella recente storia dell’arte e quasi assente nel mercato, individuando nel 1978 l’anno catalizzatore di tutte le energie in campo, con opere di oltre 100 artiste italiane e internazionali attive in quegli anni in Italia.

Ingresso ridotto ai soci Tci.​
 
5. Antonello da Messina
Palazzo Reale, fino al 2 giugno
Per chi: apprezza i classici
 
È la mostra dell'anno e propone 20 fra le 35 opere realizzate dal maestro siciliano. Tutti i grandi capolavori sono riuniti in un percorso espositivo che aiuta a comprenderne la complessità stilistica e l'abilità pittorica rivoluzionaria.
 
Per maggiori info, leggi la nostra scheda evento. Ingresso ridotto ai soci Tci.
 
 
6. I segreti del Codice Atlantico. Leonardo all'Ambrosiana
Biblioteca Ambrosiana, fino al 16 giugno
Per chi: non vuole perdere nemmeno un capolavoro vinciano
 
Anche la Biblioteca Ambrosiana celebra Leonardo con una originale mostra dedicata ai progetti per macchine belliche che si concentra in modo particolare sugli studi d’ingegneria civile: congegni idraulici, macchine per corde, per l’attività tessile, per la produzione di strumenti meccanici, punzonatrici e girarrosti automatici.

Ingresso ridotto ai soci Tci.​
 
7. Ingres a Milano
Palazzo Reale, dal 12 marzo al 23 giugno
Per chi: ama la storia dell'arte
 
Quando il 12 giugno 1805 Napoleone si fa incoronare a Milano dichiara fin da subito di voler francesizzare l’Italia e, in effetti, il suo dispotismo e le sue politiche autoritarie hanno un impatto immediato e duraturo. Queste eredità hanno però avuto nell’arte un’evoluzione: uno scambio di stili e influenze quasi rivoluzionari tra Francia e Belpaese. Quando Jean Auguste Dominique Ingres si trasferisce a Roma ne assorbe la potenza visiva, diventando erede di Raffaello ma continuando a dialogare con i suoi colleghi francesi come Jacques-Luis David.

Ingresso ridotto ai soci Tci.​
 
 
8. Storie in movimento. Italiani a Lima, Peruviani a Milano
Mudec, dal 16 marzo al 14 luglio
Per chi: è curioso di scoprire il mondo
 
Il percorso espositivo ripercorre alcune significative vicende legate ai rapporti culturali tra Italia e Perù, tracciandone i legami secolari che hanno avuto le due città di Milano e Lima. La mostra poi si concentra sull’esperienza di due figure di grande rilievo del panorama culturale e artistico italiano e peruviano del XX secolo: Antonello Gerbi e Jorge Eduardo Eielson.
 
 
9. Giorgio Andreotta Calò. Cittàdimilano
Hangar Bicocca, fino al 21 luglio
Per chi: cerca suggestioni contemporanee
 
La mostra focalizzata sulla sua attività dal 2008 come scultore e su installazioni ambientali di larga scala e interventi spaziali che trasformano architetture o interi paesaggi.
 
 
10. Surrogati. Un amore ideale
Osservatorio Fondazione Prada, fino al 22 luglio
Per chi: preferisce la fotografia
 
Attraverso una selezione di 42 immagini, le artiste Jamie Diamond e Elena Dorfman esplorano i concetti di amore familiare, romantico ed erotico, tra soggetti animati e inanimati in un percorso straniante ma, allo stesso tempo, emozionante.
 
 
MONDO TOURING
- Scopri i nostri consigli su dove dormire e dove mangiareMilano!
- Tutte le informazioni su Milano nella nostra Guida Verde dedicata, da comprare online a prezzi scontati!
 
 
Dona