Scopri il mondo Touring

Da Mondrian a Wonder Woman

Le mostre da non perdere a Milano a gennaio e febbraio

di 
Barbara Gallucci
1 Gennaio 2022

La grande stagione delle mostre è cominciata e Milano ne è protagonista. Ecco una selezione di quelle a Milano e dintorni programmate per gennaio e febbraio 2022.

 
Sono tutte grandi mostre, spesso scontate per i soci Tci. Trovate anche altri suggerimenti nella nostra sezione eventi (dove potete cercare gli eventi, in tutta Italia, selezionando la località che vi interessa e il periodo).
 
L'ordine in cui ve le proponiamo è cronologico, dalla prima a chiudere fino a quelle che, aprendo nel corso del mese, proseguono anche nelle settimane successive.​
 
 
1. Claude Monet. Opere dal Musée Marmottan Monet di Parigi
Palazzo Reale, fino al 30 gennaio
Per chi: ama l’Impressionismo
 
Sono 50 i dipinti esposti provenienti dal Musée Marmottan di Parigi per questa importante mostra dedicata al maestro impressionista. L’evoluzione di Monet emerge quadro dopo quadro. Protagonisti delle sue opere i luoghi da lui amati, da Trouville ad Argenetuil, da Londra alla Normandia. Senza dimenticare le sue celebri ninfee.
 

 
2. Corpus Domini. Dal corpo glorioso alle rovine dell’anima
Palazzo Reale, fino al 30 gennaio
Per chi: mette al centro il corpo umano
 
Disegni, dipinti, sculture, fotografie, installazioni e video per raccontare come gli artisti rappresentano il corpo umano. Un viaggio che mette in mostra come sono cambiati i canoni estetici, e la percezione della rappresentazione iconica dell’essere umano. Dalla body art all’Iperrealismo, una mostra che costringe a una riflessione non sempre piacevole.
 
 
3. Domenico Gnoli
Fondazione Prada, fino al 27 febbraio
Per chi: è in cerca di dettagli
 
Sono più di cento le opere esposte in questa retrospettiva dedicata a Domenico Gnoli e ai suoi dipinti di ispirazione rinascimentale caratterizzati da un’eleganza e una cura dei dettagli pressoché unici. Anche l’allestimento è all’insegna della linearità con serie tematiche grazie alle quali si comprende al meglio la coerenza espressiva di Gnoli.
 
 
4. Realismo magico
Palazzo Reale, fino al 27 febbraio
Per chi: vuole scoprire l’arte di cento anni fa
 
Il movimento artistico del Realismo magico prese piede soprattutto in Italia e in Europa negli anni Venti e Trenta. Con una pittura figurativa di grande aderenza alla realtà, seppur con l’inserimento di elementi stranianti, rende le tele quasi sospese nel tempo. Tra gli artisti che vi si sono cimentati Felice Casorati, Carlo Carrà, Giorgio de Chirico, Achille Funi, Massimo Campigli e molti altri.
 
Ingresso ridotto ai soci Tci.
 
 
5. Divisionismo. Due collezioni
Galleria d’arte Moderna, fino al 6 marzo
Per chi: ama la pittura
 
Per la prima volta due collezioni dedicate al Divisionismo sono esposte insieme. Le opere della Galleria d’arte Moderna sono infatti accostate a quelle della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona. Dai quadri di Giuseppe Pellizza da Volpedo di fine Ottocento agli altri protagonisti del movimento come Morbelli, Longoni, Segantini e Previati, si scoprono sperimentazioni e capolavori. Sempre alla GAM, fino al 13 marzo una piccola e interessante mostra su "Bambina x Balcone", capolavoro di Giacomo Balla: ne parliamo in quest'articolo dedicato.
 
Ingresso ridotto ai soci Tci.
 
 
6. Wonder Woman. Il mito
Palazzo Morando, fino al 20 marzo
Per chi: si sente super eroe 
 
Nata dalla fantasia dello psicologo americano William Moulton Marston che ideò le prime storie nel 1941, Wonder Woman è diventata in poco tempo esempio indiscusso di verità, giustizia e uguaglianza. Incarna da sempre le migliori abilità fisiche e morali della mitologia greco-romana e, in mostra, emergono tutte in un percorso proprio delle meraviglie.
 
 
7. Grand Tour. Sogno d’Italia da Venezia a Pompei
Gallerie d’Italia, fino al 27 marzo
Per chi: vuole viaggiare in Italia
 
Dalla fine del Seicento a metà Ottocento tutti i giovani di buona famiglia europei avevano un sogno: fare un Grand Tour alla scoperta dell’Italia. Un percorso di viaggio ma anche di crescita personale che spesso diventava protagonista di opere d’arte, fossero libri, quadri o sculture. Per comprendere meglio il fenomeno questa mostra è un’occasione da non perdere.
 
 
8. Piet Mondrian e il paesaggio olandese
Mudec, fino al 27 marzo
Per chi: vuole vedere cosa c’era prima dei quadrati
 
Tutti lo conosciamo come autore di opere astratte, geometriche, con guizzi di colore tanto opportuni quanto inaspettati. Eppure il grande artista olandese in origine si era dedicato ai paesaggi che conosceva, nella campagna e nelle città olandesi. La mostra regala quindi una prospettiva completamente diversa e particolarmente originale.
 
 
9. Mario Sironi
Museo del Novecento, fino al 31 marzo
Per chi: è appassionato di Milano
 
A cent’anni dalla sua prima esposizione milanese, il Museo del Novecento rende omaggio al grande artista di origini sarde. Nel percorso di visita si scoprono tutte le fasi della sua crescita artistica: dal Divisionismo al Futurismo, fino alla metafisica e alla grande decorazione murale. Un viaggio nei decenni che è anche un viaggio in Italia e a Milano grazie alle celebri vedute cittadine.
 
 
MONDO TOURING
- Scopri i nostri consigli su dove dormire e dove mangiareMilano!
- Tutte le informazioni su Milano nella nostra Guida Verde dedicata, da comprare online a prezzi scontati!