Scopri il mondo Touring

Entro il 30 aprile verranno ridotte a 10. E a giugno la decisione definitiva

Le 43 città candidate alla Capitale Italiana della Cultura 2021

11 Febbraio 2020
Sono ben 43 le città che hanno manifestato interesse al bando per la Capitale Italiana della Cultura 2021 entro i termini previsti. Ora le amministrazioni sono chiamate a confermare la propria adesione depositando entro il 2 marzo 2020 un dossier di candidatura con il programma delle attività culturali previste, la struttura incaricata della elaborazione e promozione del progetto, una valutazione di sostenibilità-economico finanziaria, gli obiettivi perseguiti e gli indicatori che verranno utilizzati per la misurazione del loro conseguimento.
 
La validità formale di ogni candidatura e i singoli dossier verranno esaminati da una giuria di sette esperti di chiara fama nel settore della cultura, delle arti e della valorizzazione territoriale e turistica per selezionare entro il 30 aprile le dieci città finaliste. La città Capitale Italiana della Cultura 2021 verrà scelta entro il 10 giugno (con un bel ritardo rispetto agli anni passati, quando la città veniva decisa con molto più anticipo).


Genova

LE 43 CITTÀ
Ecco le 43 città che hanno manifestato interesse per il bando, regione per regione (solo Valle d'Aosta, Trentino Alto Adige e Umbria non hanno candidati).

Il maggior numero di candidature è in Puglia (7), seguita da Campania (6) e Sicilia (5). Addirittura quattro i Comuni candidati in provincia di Salerno. Curiosa la partecipazione di piccoli centri come Padula, in provincia di Salerno (5000 abitanti) e San Sperate, in provincia di Cagliari (8000 abitanti).

Ricordiamo che le capitali italiane della cultura sono finora state nel 2015 Cagliari, Lecce, Perugia, Ravenna e Siena; nel 2016 Mantova; nel 2017 Pistoia; nel 2018 Palermo; nel 2019 Matera (ma come Capitale europea della cultura); nel 2020 Parma. 


Procida
 
Piemonte: Verbania
Lombardia: Vigevano (Pv)
Liguria: Genova
Veneto: Belluno, Feltre (Bl), Pieve di Soligo (Tv), Verona
Friuli Venezia Giulia: Pordenone
Emilia Romagna: Ferrara, Unione dei Comuni della Bassa Reggiana, Unione dei Comuni della Romagna Forlivese
Toscana: Arezzo, Livorno, Pisa, Volterra (Pi)
Marche: Ancona, Fano (An)
Abruzzo: L'Aquila
Molise: Isernia
Lazio: Arpino (Fr), Cerveteri (Rm)
Campania: Capaccio Paestum (Sa), Castellammare di Stabia (Na), Giffoni Valle Piana (Sa), Padula (Sa), Procida (Na), Teggiano (Sa)
Puglia: Bari, Barletta, Molfetta (Ba), San Severo (Fg), Taranto, Trani, Unione Comuni Grecia Salentina
Basilicata: Venosa (Pz)
Calabria: Tropea (Vv)
Sicilia: Catania, Modica (Rg), Palma di Montechiaro (Ag), Scicli (Rg), Trapani
Sardegna: Carbonia, San Sperate (Ca)