Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • La Gioconda esce dal Louvre? Per il capolavoro di Leonardo l’idea di un tour internazionale

Un “grande piano itinerante” per la Monna Lisa è al vaglio del ministero della cultura francese

La Gioconda esce dal Louvre? Per il capolavoro di Leonardo l’idea di un tour internazionale

di 
Fabrizio Milanesi
2 Marzo 2018
Dona
La Gioconda uscirà dal Louvre? La sola ipotesi sta mettendo in fibrillazione il mondo dell’arte e non solo.

La ministra della Cultura francese, Francoise Nyssen, parlando alla radio Europe 1 ha dichiarato di voler "studiare seriamente" un trasferimento della Gioconda nel quadro di un "grande piano itinerante" che potrebbe vedere il dipinto più celebre al mondo lasciare i confini parigini. A candidarsi per prima la filiale del Louvre di Lens, nel nord della Francia, pronta ad accogliere a braccia aperte la Monna Lisa.

LA PRIMA VOLTA DELLA MONNA LISA
Ma la Gioconda ha mai lasciato le mura del Louvre dal suo primo ingresso nel 1804? A dire il vero sì, e ovviamente per amore, di patria però. Nella notte di una domenica di fine agosto, nel 1911, prima della chiusura del museo Vincenzo Peruggia, ex dipendente del Louvre, italiano e luinese di nascita, stacca il quadro e lo porta via mettendoselo sotto il paltò. Furto da manuale.
 
Passano 28 mesi in cui Peruggia lascia la Monnalisa sotto un letto di una pensione parigina, prima di portarla nel suo paese, Dumenza, nei pressi di Varese. Vincenzo era convinto (come molti ancor oggi) che il dipinto facesse parte del trafugamento di opere dei soldati napoleonici. E per questo, spinto dal fuoco patrio, voleva che fosse restituito all’Italia. Il dipinto venne ritrovato in circostanze altrettanto rocambolesche e di lì a poco al Peruggia toccarono mesi di "patrie" galere.
 
Vincenzo Peruggia, autore del rocambolesco furto nel 1911 /foto Luinonotizie
 
FU LEONARDO A VENDERLA AI FRANCESI
La Gioconda è legittima proprietà della Francia. Fu lo stesso Leonardo a portarla con sé Oltralpe per venderla a caro prezzo a re Francesco I nel 1518.
 
Napoleone quindi non rubò il quadro, ma lo amava molto, al punto che molti storici dell’arte citano che il generale lo portò nel 1800 nelle stanze della moglie Joséphine, al Palazzo delle Tuileries. Ora non resta che attendere buone nuove da Parigi. Oppure fare un salto al Louvre per farsi rapire dallo sguardo della Monna Lisa.
 
Il museo del Louvre e la Pyramide /foto getyourguide.com

INFORMAZIONI
Vuoi andare al Louvre e saltare la fila? Grazie al nostro partner Musement, acquista il tuo biglietto prioritario con il 5% di sconto!
Dona