Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • In Campania al via il progetto della ciclovia più grande del Sud Italia

L'idea di una ciclabile da Benevento alla Reggia di Carditello, passando per la Falanghina e per la Reggia di Caserta

In Campania al via il progetto della ciclovia più grande del Sud Italia

di 
Fabrizio Milanesi
4 Marzo 2020
C’è tutto perché sia una meraviglia la più grande pista ciclabile del sud Italia. Quando sarà realizzata in concreto ancora non è dato dirlo, ma finalmente il progetto della Ciclovia Benevento-Reggia di Carditello è ai nastri di partenza. È di questi giorni infatti il varo del protocollo d’intesa che mette nero su bianco l’importante struttura cicloturistica che vede come principali promotori e attori il Real Sito di Carditello, i Comuni di Dugenta e di Melizzano e l’Unione dei Comuni della Città Caudina per la progettazione di una infrastruttura fondamentale per accrescere l'attrattività del territorio campano e valorizzarne le attività ricettive.
 
Dalla splendida Reggia di Caserta la pista consentirà di arrivare in bicicletta fino a Telese, Amorosi e Melizzano passando per i Ponti Vanvitelliani della Valle di Maddaloni, la Reggia di Carditello e gli straordinari territori della Falanghina, sfruttando e rivitalizzando i tracciati di storiche linee ferroviarie dismesse.
 
L'acquedotto Carolino del Vanvitelli / Getty Images
 
I TRATTI DELLA CICLOVIA
Quella che si sta delineando sulle linee di progetto è un’opera fondamentale per lo sviluppo del cicloturismo nell’area campana. Ma quali sono i possibili segmenti del tragitto al vaglio dei progettisti? La prima tratta si chiamerà “Sannio Greenway” e attraverserà i territori del “Sannio Falanghina Città Europea del Vino 2019”. L’intervento sarà l’occasione per risistemare il tratto ferroviario dismesso tra i comuni di Melizzano e Vitulano che tocca nel suo vecchio tragitto le località di Melizzano Amorosi, Telese Terme, Solopaca, Castelvenere, Guardia Sanframondi, San Lorenzo Maggiore, Ponte, Torrecuso e Vitulano.
 
La seconda tappa pensata dai progettisti sarà la “Via Verde Caserta-Sannio”, che andrà a ripercorrere il vecchio tratto ferroviario dismesso tra Maddaloni e Dugenta (Maddaloni, Valle di Maddaloni, Sant’Agata dei Goti e Dugenta). La terza sarà la “Ciclovia Caudina”, che collegherà il Parco del Partenio a quello del Taburno
 
La quarta ed ultima tratta sarà la “Ciclovia del Carolino”, che dal Real Sito di Carditello attraverserà San Leucio, Capua, Caserta Vecchia, la Reggia di Caserta, i Ponti della Valle di Maddaloni, ripercorrendo in buona parte l’Acquedotto Carolino, fino ai comuni della Valle Caudina.
 
In questo ambizioso progetto anche il Touring Club Italiano avrà una porta da aprire a tutti i visitatori che transiteranno sulle loro biciclette. Ed è una porta di accesso nel luogo più prestigioso del percorso, la Reggia di Caserta. I volontari Touring di Aperti per Voi sono infatti impegnati dal 2017 nell’apertura del Teatro di Corte della Reggia di Caserta.  
 
Le antiche terme di Telese / Getty Images

LA REGGIA DI CASERTA E IL SUO TEATRO
Progettata nel 1752 da Luigi Vanvitelli su mandato di re Carlo, la Reggia di Caserta è uno dei monumenti più famosi e visitati d'Italia, creata per essere il nucleo della nuova capitale del Regno. Il Teatro di Corte è uno splendido esempio di architettura teatrale settecentesca, si trova nel lato occidentale della Reggia. La sua ideazione risale a una fase successiva a quella della progettazione del Palazzo: venne infatti progettato da Luigi Vanvitelli solo dopo il 1756.

Il teatro fu collocato all'interno del Palazzo a uso esclusivo della corte e dotato di un ingresso riservato che consentiva al re di accedere direttamente al palco reale. Il palcoscenico reca ancora intatte le assi originali, mentre l’unica scenografia rimasta dell'epoca vanvitelliana è una grande tela attribuita ad Antonio Joli, restaurata grazie al contributo di Tom Cruise in occasione delle riprese del film “Mission Impossible III” girato nel complesso vanvitelliano nel 2013.
 
L’apertura del Teatro di Corte della Reggia di Caserta è il frutto della ultradecennale esperienza dell’iniziativa “Aperti per Voi” e dei Soci Volontari del Touring Club Italiano per accogliere visitatori nei siti d’arte altrimenti inaccessibili al pubblico o aperti con forti limitazioni di orario. 
 
Il teatro della Reggia di Caserta. un luogo Aperto per Voi
 
INFO E GUIDE TCI
- Per info sulla Reggia di Caserta si può visitare il sito dedicato. Orari appartamenti reali: 8.30-19.30.
- I volontari Touring accolgono i visitatori nello splendido teatrino settecentesco ogni venerdì, sabato e domenica, dalle 10 alle 13.
- Per informazioni su tutti i luoghi Aperti per Voi e per diventare Volontari Tci, ecco il sito dedicato.
- Per saperne di più sulla Reggia di Caserta e sulle meraviglie dell'arte campana, la nuova Guida Verde Campania, acquistabile online a prezzi scontati