Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • In arrivo un nuovo tratto della Ciclovia del Sole, un corridoio verde tra Crevalcore e Sala Bolognese

Si snoderà nella Città Metropolitana di Bologna, sul tracciato dell’ex ferrovia nei comuni di Sant'Agata Bolognese, San Giovanni in Persiceto e Crevalcore

In arrivo un nuovo tratto della Ciclovia del Sole, un corridoio verde tra Crevalcore e Sala Bolognese

di 
Fabrizio Milanesi
18 Novembre 2022
Buone notizie per la Ciclovia del Sole. Sono finalmente al via i lavori per la realizzazione di un corridoio verde lungo 15 km sul tracciato dell’ex ferrovia nei comuni di Sant'Agata Bolognese, San Giovanni in Persiceto e Crevalcore e si è concluso l’iter di affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva di un nuovo tratto di 19 della Ciclovia del Sole, per una lunghezza totale di circa 19 km.
 
Lo scorso 13 aprile abbiamo raccontato dell’inaugurazione del tratto che collega Mirandola a Sala Bolognese (Osteria Nuova), anche quello segmento dell’ambizioso progetto della “Verona-Bologna-Firenze”, parte dell’Eurovelo 7 Capo Nord-Malta.  
 
Questa volta il nuovo tratto ciclabile comprenderà anche un’opera di riforestazione che interesserà 4,5 ettari, prevalentemente ceduti in comodato d'uso da Rete Ferroviaria Italiana alla Città metropolitana. Si tratta di 600 alberi, di cui 230 ad alto fusto e 2500 arbusti che arricchiranno il tracciato, portando al progetto una nuova valenza territoriale e ambientale. Infatti, attraverso l'arricchimento della vegetazione si vuole non solo rafforzare la piacevolezza del percorso ciclabile, ma anche favorire l'incremento della diversità e della complessità ecologica del corridoio verde, ridurre la temperatura del suolo, sfruttare per più mesi all'anno uno dei principali collegamenti ciclabili del territorio, oltre a migliorare la bellezza del paesaggio, la sua fruizione e attrattività.
 
Gli interventi sono finanziati dal Ministero della Transizione Ecologica nell’ambito dall’Avviso pubblico per la riforestazione urbana nelle città metropolita
"Siamo soddisfatte - commenta Simona Larghetti consigliera delegata alla Mobilità ciclistica di Bologna metropolitana - di questo ulteriore tassello che siamo riusciti a portare avanti per la qualificazione della Ciclovia del Sole, perché pedalare all'ombra in estate sia bello e piacevole, perché sia una infrastruttura che arricchisce i nostri territori e il loro paesaggio"
 
Uno scorcio della pianura coltivata, nei dintorni di Crevalcore / foto Shutterstock
 
LA CICLOVIA DEL SOLE, IL PERCORSO COMPLETO
Nella sua totalità, come è stata pensata da FIAB, la Ciclovia del Sole dovrebbe essere un itinerario cicloturistico dalla lunghezza di 3.000 km. Presentato per la prima volta nel 1991 al “VeloCity” di Milano, nelle intenzioni dei suoi membri vorrebbe collegare tutto il Paese dal Brennero alla Sicilia, Sardegna compresa. L’obiettivo di questo progetto è infatti di raccordare le varie infrastrutture per permettere di percorrere in bicicletta ed avere davanti a sé centinaia e centinaia di chilometri di pista ciclabile su cui pedalare in sicurezza per qualche ora come per giorni e giorni.