Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • Il Grand Tour Val di Merse diventa il primo percorso in Italia con segnaletica permanente per ciclisti

A inaugurarlo Paola Gianotti, biker impegnata con la campagna Salvaciclisti (e amica del Tci)

Il Grand Tour Val di Merse diventa il primo percorso in Italia con segnaletica permanente per ciclisti

di 
Fabrizio Milanesi
11 Settembre 2020
900 km in sei giorni. Aspettando il Giro d’Italia ci sarà un Giro di Toscana tutto dedicato alla sicurezza del ciclista, tema più che mai attuale. Dal 12 settembre Paola Gianotti, ciclista e cicloviaggiatrice, sarò impegnata in un tour disegnato tra 35 comuni che hanno aderito alla sua campagna Salvaciclisti, installando cartelli sulla sicurezza del ciclista sulla strada.
 
Il tour tra l'altro passerà a Casole d’Elsa il 14 settembre per la cerimonia di installazione dei cartelli con i comuni virtuosi del Grand Tour Val di Merse, protagonisti i Sindaci di Casole d’Elsa, di Radicondoli, di Monticiano, di Murlo, di Chiusdino e di Sovicille, tutti accomunati dalla volontà di fare del proprio percorso cicloturistico un’eccellenza italiana.
 
 
Il 17 Settembre Paola e il suo team percorreranno in bicicletta l’intero percorso del Grand Tour (173 km) ricevendo dagli stessi Sindaci l’Attestato al Valore, brevetto istituito nel 2020 per chi completa l’intero percorso, acquisendone i valori fondanti del territorio che li ha accolti, basati sull’ambiente, amicizia e rispetto. 

“Il Grand Tour Val di Merse - afferma il Direttore di Toscana PromozioneTuristica - è un esempio lungimirante di come il prodotto bike non sia la semplice disponibilità di infrastrutture, ma per un turismo sempre più evoluto, richieda la disponibilità di servizi di accoglienza che siano anche in totale sicurezza. Il messaggio ai bikers nazionali e internazionali è: venite in val di Merse e potrete godere della bellezza infinita senza preoccupazioni. Si conferma la cultura di sempre per una accoglienza straordinaria e sicura”.  
 
 
GRAND TOUR VAL DI MERSE E CASOLE BIKE HUB

Qualche parola in più sull'itinerario. Il Grand Tour Val di Merse nasce nel 2011, è un percorso permanentemente segnalato e aggiornato con servizi migliorativi anche di recente realizzazione come alcune panchine multifunzione e centraline di ricarica elettrica per le sempre più numerose ebike. Il percorso oltre ad essere segnalato per tutti i 172,8 km permette di avere la traccia gpx direttamente scaricabile per i propri supporti o di stamparla. E’ completato da una guida turistica cartacea che accompagna il visitatore nelle tante attrazioni, museali e culturali oltre che naturalistiche del territorio. 
 
A Casole d'Elsa, invece, è attivo Terre di Casole Bike Hub che nasce nel 2016 abbinando un’accoglienza bike friendly a 360 gradi dall’ospitalità ai servizi, all’impegno della pubblica amministrazione per il mantenimento dei percorsi. Già nel 2016 come primo segno evidente sul territorio vengono installati cartelli di sensibilizzazione stradale, invitando a ridurre la velocità ed a condividere la strada. Si tratta del primo bike hub in Italia, nato sul territorio del comune di Casole d’Elsa esteso per circa 150 kmq ma che in maniera naturale si estende ai comuni limitrofi di San Gimignano, Volterra, Radicondoli, Monteriggioni, Sovicillee Monticiano, Chiusdino e Murlo.
 
 
INFO E WEB
- Scopri il Grand Tour Val di Merse sul sito www.grandtourvaldimerse.it
- Scopri il Casole Bike Hub sul sito terredicasolebikehub.it
- Storie ed iniziative di Paola Gianotti sono sul sito keepbrave.com
- Casole d'Elsa è un comune Bandiera Arancione Tci, scoprilo nel nostro approfondimento sul sito di Bandiere Arancioni