Scopri il mondo Touring

Da Edimburgo alle Highlands, tra castelli, laghi, scogliere e arte inaspettata. Un viaggio straordinario

Dieci cose da fare in Scozia

di 
Stefano Brambilla
10 Ottobre 2017
 
Le lande ricoperte di erica, i misteriosi castelli, le scogliere e i romantici laghi... senza contare le vivaci città, ricche di fascino e tesori d'arte. Tutto questo è la Scozia: una terra di leggende, un interessante mix di natura selvaggia e storia ricca e interessante, dove in poco tempo si può passare dalla visita di un museo a una passeggiata solitaria nella brughiera fino all'incontro con l'atmosfera gioviale dei pub.

Il modo migliore per esplorare la Scozia è un viaggio on the road: la rete stradale raggiunge anche gli angoli più remoti della regione e i panorami che si ammirano dal finestrino sono davvero fuori dall'ordinario! Potreste noleggiare un'auto a Glasgow o a Edimburgo, servite da voli regolari dall'Italia, e mettervi in moto, tenendo conto che viaggiare nelle regioni più a nord richiede tempo - tanto per fare un esempio, da Edimburgo a Thurso (il paese nelle Highlands dove si prendono i traghetti per le Orcadi) sono oltre 420 km e quasi 6 ore di viaggio. 

In quest'articolo vi consigliamo dieci esperienze da non perdere, tra le tante che si possono fare in un viaggio tra le città e le Highlands. Se avete un paio di settimane di tempo, potrete sperimentarle tutte - anche se magari non vi avanzeranno molti giorni per esplorare i tanti arcipelaghi esterni (Shetland ed Ebridi esterne, soprattutto). Quando andare? Beh, il clima scozzese è sempre mutevole, soprattutto d'estate - a volte maggio e settembre sono mesi con tempo più bello rispetto ad agosto - ma almeno le giornate sono lunghe, con la luce che si protrae fino alle 21 e oltre... 

1. SCOPRIRE L'ISOLA DI SKYE
Tra le tante isole che circondano la Scozia, Skye è tra le più facilmente raggiungibili. Lunga circa 80 chilometri e mai larga più di 8, conserva montaagne impervie, tradizioni celtiche e una costa frastagliata: da non perdere la penisola di Trotternish, nella parte nord dell'isola, soprattutto per la Kilt Rock, una formazione di scoscese rocce a picco sul mare che ricordano le piaghe di un kilt, il gonnellino scozzese. Un tour con l'auto in una giornata di sole - come nella foto sotto - regalerà momenti indimenticabili. 


2. ESPLORARE IL CUORE DI EDIMBURGO
I musei gratuiti, il cuore medievale, le architetture così diverse e così ben amalgamate... sono molti i motivi per amare Edimburgo, la capitale scozzese dal XV secolo. Ce n'è per tutti i gusti: chi preferisce seguire le avventure di Maria Stuarda immaginando le scene tragico-romantiche nel palazzo di Holyrood; e chi ama sbirciare la città attraverso il periscopio della camera obscura, una delle più antiche e impressionanti attrazioni della città. E poi, c'è la famosa Rosslyn Chapel!


3. CERCARE LE DIFFERENZE TRA I LAGHI
Il più famoso è quello di Loch Ness, inutile dirlo: benché molto turistico, l'ambiente è grandioso e anche se non vedrete Nessie le acque nere e profonde del lago vi conquisteranno. Ma la Scozia è ricchissima di acque dolci: a noi piace moltissimo, per esempio, il Loch Lomond, il più grande bacino d'acqua dolce della Gran Bretagna, percorribile in auto lungo la sponda orientale dalla West Highland Way (quella occidentale è troppo turistica). Barche di legno, isolette ammantate di boschi, la vetta del Ben Lomond in lontananza... 


4. FARE LA COLLEZIONE DI CASTELLI
Quale castello scegliere, durante una vacanza in Scozia? Difficile dire: ognuno conserva un'atmosfera così particolare e autentica... Il bianco immacolato del Blair Castle, reso sublime dalla natura che lo circonda; il fiabesco aspetto del Dunrobin Castle, lungo la costa che conduce a capo Duncansby, il più a nord della Scozia; la posizione spettacolare dell'Eilean Donan Castle, sulla sponda del loch Duich, in uno scenario da film. A noi piace molto anche il Dunnottar Castle, un rudere arroccato in alto sul mare: una memorabile fortezza circondata da scogliere vertiginose. Lo potrete esplorare percorrendo in auto la costa orientale tra Dundee e Aberdeen.


5. MERAVIGLIARSI DI FRONTE ALLE NOVITÀ DI GLASGOW
Spesso in secondo piano rispetto a Edimburgo, Glasgow merita la visita per più di un motivo: anche perché ha saputo conquistarsi un ruolo di primo piano grazie a nuovi musei, una straordinaria riqualificazione cittadina e una vita culturale davvero intensa. Da non perdere per esempio l'avveniristico Glasgow Science Centre, sul lungofiume, perfetto per tutta la famiglia. Vi ricordiamo che tra Edimburgo e Glasgow c'è solo un'ora di macchina: potrete facilmente passare da una all'altra città, prima o dopo il vostro tour al nord (oppure partire da una e ritornare dall'altra). 


6. IMMERGERSI NELLA NATURA SELVAGGIA
Quando ci si trova in Scozia pare sempre incredibile che la natura sia così selvaggia, a poca distanza dalla "civiltà" e dai luoghi abitati: basta un attimo e ci si ritrova lungo scogliere battute dal vento, in brughiere fantastiche, in foreste secolari. Le Highlands, soprattutto, sono un paradiso per chi cerca il contatto con la wilderness. Foche in mare e pulcinelle di mare (i coloratissimi puffin) in aria... uno spettacolo senza pari. I luoghi migliori? Difficile dirlo. Gli appassionati di uccelli troveranno fantastica l'isola di Handa, a poca distanza dalla costa nordoccidentale; gli amanti dei paesaggi spettacolari non si perderanno un chilometro delle strade del Western Ross (il tratto della costa occidentale tra Ullapool e l'Eilean Donan Castle). Ma anche i capi della parte nord sono bellissimi! 
 
Booking.com

7. TORNARE INDIETRO NEL TEMPO ALLE ORCADI E ALLE EBRIDI
Tra i tanti segreti scozzesi, i siti archeologici sono forse tra i meno conosciuti: eppure, soprattutto sulle isole esterne (Ebridi esterne, Orcadi, Shetland) sono molti i luoghi dove si ammirano monumenenti preistorici, immersi in bellissimi contesti ambientali. Le Calanais Standing Stones, sull'isola di Lewis, sono un circolo di 48 megaliti imponenti, eretti nel 3500 a.C.; il Ring of Brodgar e Skara Brae, su Mainland, la più grande delle Orcadi, sono eccezionali ritrovamenti del Neolitico. Se l'opzione Ebridi esterne è per chi cerca luoghi fuori dal mondo e ha più tempo a disposizione, le Orcadi sono invece facilmente raggiungibili con un breve traghetto da John O' Groats e Scrabster, sulla costa nord (potrete caricare anche l'auto).


8. PASSEGGIARE NELLA CATTEDRALE DI ST. ANDREWS
Le maestose e suggestive rovine di quello che fu il principale centro religioso della Scozia si elevano in un prato verdissimo, non lontano dal mare, lasciando soltanto immaginare quanto incredibile e straordinario dovesse essere il colpo d'occhio per i pellegrini che arrivavano a St. Andrews. Una visione che non dimenticherete e un simbolo di tutta la Scozia - e poco lontano, i campi da golf che arrivano fino alla spiaggia. Se vi piacciono le rovine di abbazie, e avete tempo a disposizione, percorrete la strada A68 a sud di Edimburgo fino a Carter Bar: è bellissima e passa nei pressi delle splendide Jedburgh, Dryburgh e Melrose

9. ASSAPORARE L'ATMOSFERA DEI PUB
In Scozia ci si lascia sedurre dalla convivialità e dal calore umano che regnano nei pub. A suon di birre di whisky. le lingue si sciolgono... e iniziano i balli, anche a suon di cornamusa. Niente di meglio (e di più facile) per socializzare e capire qualcosa di più di un popolo da sempre fiero dalla sua cultura, della sua storia e delle sue peculiarità.


10. PERCORRERE LE STRADE PANORAMICHE
Non che i punti precedenti non includessero anche strade panoramiche. Ma vi vogliamo ricordare che una delle esperienze più belle in Scozia è quella di percorrere le sue strade: qualunque percorso sceglierete troverete ad attendervi panorami usciti da un romanzo fantasy o da un film sugli Highlander. Difficile davvero dare altri consigli: l'Ardnamurchan Loop, vicino al paese di Strontian? Il tratto tra Ullapool e Durness, tra scogliere, montagne e laghi? O quello tra Mallaig e Fort William, con la deviazione verso le spiagge bianche di Morar, ritratte in tanti film? O ancora una stradina tra le foreste vicino ad Aviemore per arrivare al Loch Garten, regno dei falchi pescatori? In ogni caso, non rimarrete delusi.