Scopri il mondo Touring

Da Picasso ai grandi eventi, da inaugurazioni di musei a festival

Cultura in Francia: tutte le novità del 2018

di 
Stefano Brambilla
2 Febbraio 2018
Dona

Che cosa succederà in Francia nel 2018 quanto a cultura, mostre, grandi eventi?

Abbiamo provato a riunire in questa pagina alcune delle novità, delle inaugurazioni e delle mostre più importanti del 2018, dalla Bretagna fino alla Provenza.

Tutti ottimi motivi per programmare un viaggio... Potete trovarne molti altri sul sito dell'Ente per il turismo francese, france.fr. 

IN ALSAZIA
Nell'angolo a nordest della Francia il 2018 si preannuncia di grandi novità. Innanzitutto, una straordinaria biblioteca patrimonio Unesco vedrà l'inaugurazione di una nuova ala, progettata dall'architetto Rudy Ricciotti: si tratta della Biblioteca umanista di Sélestat, a metà strada tra Colmar e Strasburgo, che poteva vantare una delle scuole latine più famose del Sacro Romano Impero Germanico. La "nuova" biblioteca vedrà la sua nascita a giugno. Quanto ai festival, si segnalano i 30 anni del Festival internazionale di Colmar (4-14 luglio), irrinunciabile per gli amanti della musica classica: primo tra gli ospiti, il prodigio russo Evgueni Kissin. E poi, a Mulhouse, il festival delle auto d'epoca (30 giugno-1 luglio) e la mostra temporanea al Museo dei Tessuti Stampati, sempre a Mulhouse, il più importante centro di immagini su tessuto del mondo (fino al 30 settembre).

Info: www.alsace.com; www.turisme-mulhouse.com.

Il progetto della Biblioteca di Sélestat - foto archi-graphi.fr

IN BRETAGNA E A NANTES
La Bretagna punta soprattutto su quattro eventi: oltre al Tour de France, che nel 2018 passa quattro giorni nella regione (10-13 luglio), si segnala il Festival di fotografia di La Gacilly, un villaggio del Morbihan che si trasforma per tutta l'estate (2 giugno-30 settembre) in un vero museo all'aria aperta - tutte le foto sono esposte gratuitamente all'aperto e in grande formato. Sarà anche l'anno della centesima scultura monumentale nella valle dei Santi, dove da 10 anni vengono scolpite statute giganti di santi bretoni: la festa è dal 26 al 29 luglio. Il 4 novembre parte da Saint-Malo anche la Route du Rhum, la mitica traversata transatlantica in solitaria: grande festa alla partenza. Appena a sud, a Nantes, bel fermento con il Van, Viaggio a Nantes, un percorso urbano con ostre, installazioni, incontri, degustazioni dal 30 giugno (festa di inaugurazione) al 26 agosto. Un ottimo modo per esplorare la bella città. 

Info: www.tourismebretagne.com; www.nantes-tourisme.fr.

Festival di fotografia di La Gacilly​

IN NORMANDIA
Nuova esperienza per uno dei prodotti più tipici della Normandia: il Calvados, la celebre acquavita prodotta con le mele. Il sito "Calvados Experience" sarà inaugurato nella primavera 2018: vi attenderanno un villaggio normanno, un percorso alla scoperta della preparazione dell'acquavite, uno spazio degustazione... Ha già aperto le porte, invece, Les Pêcheries, il nuovo museo nel porto di Fécamp, con una vista bellissima: è dedicato all'arte, alla storia e alle tradizioni locali (per esempio a quella dei pescatori che partivano per mesi a cercare il baccalà nelle acque gelide di Terranova). Chi fa una vacanza in Normandia deve passare anche da Le Havre, che nel 2017 ha festeggiato i 500 anni della città ma che ha lasciato anche quest'anno a disposizione dei visitatori molte installazioni e collezioni, tra cui gli archi formati da container. Molti eventi previsti per tutta l'estate.

Info: www.normandie-tourisme.fr/it; www.lehavretourisme.com.
 
Il nuovo Calvados Experience

IN NUOVA ACQUITANIA
Passiamo al sudovest francese. Novità a Bordeaux, città in perenne fermento (alcolico e non solo). Il 2018 festeggerà l'apertura di un nuovo museo dedicato al mare e alla marina (inaugurazione prevista il 15 giugno), mentre in primavera riaprirà anche il grande Museo di storia naturale dopo tre anni di risistemazione e ampliamento. A giugno (14-18) grande festa del vino, con degustazioni, regata di velieri e molto altro - l'evento si chiama Bordeaux Festeggia il vino. E se non siete ancora stati, è l'occasione giusta per visitare anche la Cité du Vin, la grande cittadella del vino inaugurata qualche anno fa.
 
 
Bordeaux Fête le Vin © Gilles ARROYO​
 
IN OCCITANIA
L'Occitania è una nuova, immensa regione che copre il sudovest francese. Iniziamo dalla città di Albi, nel dipartimento del Tarn, èun gioiello da non perdere, con un centro storico patrimonio Unesco e il Museo dedicato a Toulouse-Lautrec; nei sui pressi, il Museo Dom Robert e della tappezzeria del XX secolo, che presenta dal 5 febbraio un nuovo allestimento delle collezioni (gli arazzi sono davvero fantastici!). Più a est, verso la Provenza, ecco le due città di Nîmes e di Montpellier: entrembe, così come molte altre città tra il 2017 e il 2019, preparano mostre su Picasso, a Nimes prima Picasso-Dominguin (fino a settembre) e poi "Picasso Politico" al Carré d'Art; a Montpellier, dal 16 giugno al 23 settembre l'esposizione Donner a Voir al Museo Fabre. A Nîmes grande attesa anche per l'apertura del Museo della Romanità (2 giugno), un progetto decisamente contemporaneo con dispositivi multimediali, terrazze con vista sull'arena e naturalmente bellissime opere che ricostruiscono la storia della città.

Info: www.tourisme.tarn.com; www.montpellier-tourisme.fr; www.nimes-tourisme.com.

Il nuovo Musée de la Romanité a Nîmes​, con vista sull'Arena romana

IN ALVERNIA-RODANO ALPI
Il 30 maggio il castello di Voltaire a Ferney riapre al pubblico dopo tre anni di lavori con un percorso di visita rinnovato e l'acquisizione di mobili e dipinti: è il castello dove il filosofo trascorse gli ultimi vent'anni della sua vita. Mostre poi un po' dappertutto: a Grenoble, capolavori del disegno dell'Ottocento (17 marzo-17 giugno, Musée de Frenoble); a Évian, il piattore naturalista Jules Adler (3 marzo-21 maggio, al Palais Lumière); a Saint-Etienne, Anish Kapoor, grande aristia contemporaneo (al Museo di Arte moderna); a Lione Hugo Pratt (da aprile fino al 2019) e poi il Giappone al Musée des confluences; al monastero reale di Brou a Bourg-en-Bresse da Van Eyck a Van Orley, primitivi fiamminghi di Margherita d'Austria (8 maggio-26 agosto). Sempre a Lione, gli appassionati di danza non potranno mancare la Biennale della danza dal 14 al 30 settembre; il festival delle luci sarà invece l'8 dicembre.

Info: www.fr.auvergnerhonealpes-tourisme.com.

Il castello di Voltaire a Ferney

IN PROVENZA
Qualche idea anche per esplorare la Provenza, sempre ricchissima di offerta e di appuntamenti. A Porquerolles, l'isola più grande delle Isole di Hyères, apre Villa Carmignac, una selezione della collezione di arte moderna e contemporanea dell'omonima famiglia: il visitatore sarà a piedi nudi, berrà una tisana, si immergerà tra le sale esplositve e la natura intatta del parco. A Marsiglia, duecento proposte artistiche sul tema dell'amore, mostre su Picasso (Viaggi immaginari e poi Balletti russi). Mostre anche ad Arles e ad Aix-en-Provence. Ad Arles, grande mostra L'armata Romana al Museo Arles Antique (dal 14 dicembre), nuova presentazione e nuove esposizioni al Museo Reattu (tra cui il lavoro fotografico di Alfred Latour, 7 aprile-30 settembre) e mostre alla fondazione Vincent Van Gogh Arles: "Sole caldo, sole tardivo" su Van Gogh e Picasso (21 aprile-28 ottobre) e "Paul Nash" (stesse date). A Aix-en-Provence, mostra su Picasso e Picabia (9 giugno-23 settembre) al Museo Granet e "Nicolas de Stael in Provenza" (20 aprile-30 settembre) a Caumont Centre d'Art. Novità anche ad Avignone, dove il Palazzo dei Papi offre un tablet interattivo sorprendente per la visita, e a Vaucluse, con il nuovo museo sensoriale delle fibre nobili di Brun De Vian Tiran. 

Info: www.provenceguide.it; www.hyeres-turismo.it; www.marseilletourisme.com; www.arlestourisme.com; www.aixenprovencetourism.comwww.avignon-tourisme.com.

Van Gogh, Moisson en Provence (mostra Sole caldo Sole tardivo) - Foto fondation-vincentvangogh-arles.org

IN CORSICA
A Bastia taglio del nastro per un nuovo festival, nominato Creazione, trampolino d'eccellenza per i giovani creativi corsi (dal 15 al 17 giugno): un vero e proprio festival mediterraneo della moda e del design. Ricordiamo anche il Festival del Vento (Festiventu) a Calvi, con spettacoli, incontri, concerti; a fine ottobre.

Info: www.visit-corsica.com.

Dona