Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Notizie di viaggio
  • "Corto e fieno", sul lago d’Orta arriva il festival del cinema rurale

Film, cortometraggi, anteprime, laboratori e mercati a km zero: dal 1 al 3 ottobre ad Ameno, Miasino e Omegna

"Corto e fieno", sul lago d’Orta arriva il festival del cinema rurale

di 
Fabrizio Milanesi
28 Settembre 2021

Ecco "Corto e Fieno", un bel festival che si tiene il prossimo weekend nella cornice pittoresca dei paesi che guardano allo specchio del lago d'Orta. Siamo in Piemonte ovviamente, tra le province di Novara e Verbania, e fa piacere dare notizia di questa iniziativa che saluta l'autunno con molte suggestioni per tutti, bambini compresi. "Corto e fieno" è un festival dedicato al cinema "rurale", patrocinato dal Touring Club Italiano; soprattutto è un evento rodato, visto che replica per il dodicesimo anno la sua presenza nei graziosi comuni di Ameno, Miasino e Omegna.

Il festival parte da un’idea semplice: portare sullo schermo campagna, ruralità, prati, boschi, acque, animali, donne e uomini. Ogni anno permette di interrogarsi sulla ruralità oggi, in Italia e in giro per il mondo. Riflette sull’importanza della terra e dello starle vicino. E lo fa attraverso i suoi film: film di genere, documentari, interviste, narrazioni, animazioni.
Germogli, Yablunevyi chelovek (Apple Tree Man), Alla Vartanyan, Russia 2020, 11'
 
"FRUTTETO" E "GERMOGLI" LE SEZIONI IN CONCORSO
Due le sezioni in concorso, con la metà dei film presentati nel 2021 diretti da donne. "Frutteto", concorso internazionale cortometraggi, con 20 film selezionati (più uno fuori concorso); e i 15 lavori di "Germogli – Disegnare il cinema", concorso internazionale per animazioni e cortometraggi animati. Si aggiunge la proiezione speciale di Honeyland – Il regno delle api, documentario candidato all’Oscar (Miglior documentario e Miglior film internazionale), vincitore del Premio della giuria al Sundance Film Festival. Girato nella Repubblica della Macedonia del Nord, è il racconto della straordinaria storia di Hatidze, l’ultima donna cacciatrice di api selvatiche in Europa. Ma anche la lezione di Bruno Fornara, critico cinematografico e selezionatore dalla Mostra del Cinema di Venezia, che nella sezione Sempreverde esplora un grande film della storia del cinema legato al mondo rurale.
 
La pêche miraculeuse (A Fishy Fishing Trip), Fabrice Luang-Vija, Francia 2019, 6'_Germogli
 
Corto e Fieno nasce nel 2010 da un’idea dell’Associazione Asilo Bianco ed è diretto da Paola Fornara e Davide Vanotti. È un festival curioso fatto da persone per persone. Ed è anche un viavai di storie: quelle viste sullo schermo e quelle che vengono scritte ogni anno nelle giornate di proiezioni, in quell’atmosfera magica intorno al lago d’Orta tra ville, stalle, granai, fienili, maneggi, sale cinematografiche e teatri, tutti alla pari. Negli anni sono state organizzate proiezioni un po’ ovunque. E anche se quest’anno, causa Covid, salta la proiezione in stalla, restano le atmosfere rurali dei pascoli e prati sulle alture del lago, così come le occasioni e gli incontri con i produttori locali.
 
Sono confermati due mercatini: sabato 2 ottobre a Omegna in piazza Beltrami – miele e apicultori, domenica 3 ottobre nel parco di Villa Nigra a Miasino – formaggi, verdure e prodotti a km0. Così come due laboratori per i più piccoli legati ad api, circo, vita green e plastic free, subito dopo le proiezioni della sezione Germogli.
 
Sopravvissuti all'Homo sapiens, Paolo Rossi, Nicola Rebora, Italia 2021, 19'. Frutteto
 
L'ARTE DI MASSIMO CACCIA
La locandina 2021 è d'autore. La firma Massimo Caccia, artista poliedrico che mette in scena uno spaesato mondo animale colto all’interno di improbabili situazioni di vita quotidiana, collaboratore del Corriere della Sera per cui realizza le illustrazioni del supplemento laLettura. Così Caccia: “Quando mi hanno chiesto di creare l'immagine per il manifesto di Corto e Fieno ho pensato subito a due animali rurali che si legassero, in qualche modo, alle due parole: il pulcino (corto) e la mucca (fieno). A quel punto mancava un riferimento al cinema. Buio (il pulcino con gli occhi chiusi) e sguardo (della mucca) sono le prime parole che mi sono venute in mente pensando a una sala cinematografica. Il fotogramma era pronto”.
 
Corto e Fieno 2021 / locandina di Massimo Caccia
 
INFO E CONTATTI
Per tutte le informazioni www.cortoefieno.it
Tutte le proiezioni sono a ingresso gratuito. Sono obbligatori il green pass e la prenotazione via email a: cortoefienofestival@gmail.com
Qui il programma completo: https://bit.ly/CeFprogramma2021