Scopri il mondo Touring

Dagli acquari alle gite in bicicletta, dieci esperienze da non perdere insieme ai bambini

Che cosa fare in Bretagna con tutta la famiglia

di 
Stefano Brambilla
9 Luglio 2019
Terre di celti, di fari, di mari in tempesta. Di menhir, di isole, di panorami selvaggi. Ma anche di passeggiate in bicicletta, di spiagge immense dove camminare per ore, di avventure tra canali e castelli: la Bretagna è una meta sempre da scoprire, conosciuta sopratutto per la sua costa ma ricchissima di attrazioni anche nell'interno. Ancor di più se si è in famiglia: sono moltissime le esperienze adatte anche ai bambini, che non dimenticheranno facilmente le conchiglie lasciate dalla marea, i parchi avventura, le crêpes salate...

In quest'articolo vi vogliamo dare qualche suggestione per partire verso la Bretagna insieme ai bambini. Lasciando poi al sito dell'ente del turismo il compito di darvi tutti i consigli più dettagliati e gli indirizzi dove prenotare, esperienza per esperienza. Ecco che cosa fare in Bretagna con tutta la famiglia.

1. PEDALARE LUNGO I CANALI
La Bretagna è una regione ideale per pedalare, non c'è dubbio. La maggior parte del territorio è pianeggiante, non ci sono mai distanze enormi tra un paese e l'altro, lungo le piste ciclabili sono presenti moltissime attrazioni. Per esempio, una pista ciclabile costeggia tutto lo scenografico canale che da Nantes arriva a Brest: sono oltre 360 chilometri tra foreste e campi, ma voi potreste percorrerne in giornata soltanto una parte. Perfetta la tappa che parte da Pontivy, nel sud della regione: lungo il percorso (lungo 25 km) si ammirano ben 54 chiuse, praticamente una cascatella dietro l'altra. I bambini si divertiranno a scovare gli aironi e a osservare gli svassi che pescano... A Pontivy, importante ricordarlo, si possono noleggiare bici per tutte le età (e tutte le gambe).


Foto Simon Bourcier/bretagna-vacanze.com

2. ESPLORARE LE SPIAGGE
Con centinaia di chilometri di costa, la Bretagna regala moltissime possibilità per chi ama passeggiare sulla sabbia. E poi le spiagge sono un po' per tutti i gusti: ce ne sono di selvagge, di attrezzate, di balneabili, di piccole e di grandi, di solitarie e di affollate... alcune sono perfette per far provare ai ragazzi paddle o windsurf, altre per andare alla ricerca di oggetti lasciati dalle maree (che sono uno spettacolo di per sé: quale bambino non rimane a bocca aperta, vedendo le barche che rimangono in secca in un porto? o lo stesso paesaggio che cambia nell'arco di poche ore?). Tanto per fare un esempio: provate a guardare qualche foto di Les Blancs Sablons, vicino a Le Conquet. La sabbia bianca, il mare caraibico... vi verrà subito voglia di partire.

Foto Nicolas Job/bretagna-vacanze.com

3. FANTASTICARE CON LE LEGGENDE
Forse non c'è regione francese che possa raccontare più miti e leggende. I vostri bambini rimarranno affascinati quando ascolteranno i racconti di Re Artù, Mago Merlino e Lancillotto che presero forma nella Foresta di Brocéliande: nel château di Comper, abitato nel IX secolo da re Salomone, è ospitato proprio il Centre de l’imaginaire arthurien, che organizza attività a tema. Stupore garantito nella foresta di Huelgoat (non lontano da Brest), con il suo ammasso di rocce rotonde scagliate da Gargantua e il macigno di oltre 100 tonnellate che anche un bambino può spostare... se preme nel punto giusto. Non lontano, ecco i Monts d’Arrée: un panorama selvaggio, quasi surreale, dove erica, ginestre e creste rocciose creano un mix unico. E poi, ci sono i korrigan, gli elfi malvagi...

Foto Yannick Derennes/bretagna-vacanze.com

4. IMMERGERSI NEGLI ACQUARI
Sono molti gli acquari che faranno la gioia dei bambini durante il vostro viaggio in Bretagna. Strutture all'avanguardia, che uniscono il piacere di ammirare fauna e flora all'educazione e alla conoscenza dell'ambiente marino. Il più importante è l'Oceanopolis a Brest, uno degli acquari più grandi di tutta la Francia. Ma molti altri vi attendono lungo il litorale, da Concarneau a Saint-Malo, con i loro bacini esterni e tattili, pronti a svelarvi i segreti del litorale bretone. E naturalmente a farvi venir voglia di fare una passeggiata lungo la costa, alla scoperta delle meraviglie delle pozze lasciate dalle maree (sapete la soddisfazione a trovare stelle marine e conchiglie, dopo averle osservate in un acquario?).

5. ASSAGGIARE LE SPECIALITÀ
D'accordo, birre e ostriche attireranno più voi che i vostri bambini. Ma le crêpes? Il burro salato? Le torte? I biscotti? I formaggi? In Bretagna sono moltissime le specialità che faranno la gioia anche dei più piccoli. In particolare le crêpes, che vengono proposte in varianti infinite, dolci e salate, una più buona dell'altra. Citiamo anche i mercati, veri e propri "parchi divertimento" all'aperto dove assaggiare e ammirare i tanti prodotti tipici. A partire dal secondo più grande mercato di Francia, il Marché des Lices a Rennes, che va in scena ogni sabato mattina ai piedi delle case a graticcio e in due sale dedicate: un luogo speciale, dove si sente l'essenza della Francia in tutta la sua forza (e dove anche i più piccoli troveranno di che gustare e divertirsi). E aggiungiamo anche che spesso nei ristoranti sono offerti menù per bambini. 

Foto A. Lamoureux/bretagna-vacanze.com
 
6. VISITARE I CASTELLI 
A quale bambino non piacciono i castelli? La Bretagna non ha nulla da invidiare a molte regioni più rinomate per numero e grandezza di manieri. Segnatevi questi nomi: Bienassis, Fougères, Kerjean, Kergroadez, Suiscinio, le Rocher du Portail. In ognuno di questi vi aspettano tour in costume, mercati medievali, cacce al tesoro, giochi di ogni tipo, persino laboratori di calligrafia... come nel punto 3, i bambini si immagineranno cavalieri e principesse, sulle orme dei signori bretoni del passato. A Fougères, per esempio, i ragazzi dai 6 ai 12 anni indossano un elmo da paladino mentre risolvono gli enigmi di quella che è la fortezza più grande d'Europa. Mentre a Kergroadez, attenzione, la marchesa è tenuta prigioniera... bisogna liberarla!  
 
Foto Noé C/bretagna-vacanze.com

7. SCOPRIRE PARCHI E GIARDINI
Se siete stufi di mare e di cultura, non dimenticate che la Bretagna è ricchissima di parchi, giardini, aree verdi dove giocare. Qualche esempio. In tutta la regione, non mancano i parchi avventura, dove arrampicarsi sugli alberi, gettarsi appesi a una fune, attraversare radure e bracci di mare urlando la propria gioia. Per i più piccoli, tante anche le fattorie didattiche, dove avvicinare gli animali della fattoria e imparare qualcosa di più sul loro rapporto con l'uomo. Per tutti, i parchi botanici e i giardini a tema: per esempio, il Parco Floreale dell'Alta Bretagna, uno dei più bei parchi paesaggistici di Francia, dove sono ben 21 i giardini tematici contemporanei (giardino persiano, città antica, giardino delle notti stellate...) e dove i bambini troveranno un giardino preistorico con un tirannosauro, tre labirinti con minotauro, l'antro delle piante carnivore, che si raggiunge dopo una traversata su un alto ponte sospeso... 

8. SALPARE VERSO LE ISOLE DEGLI UCCELLI
E per finire, siete pronti a salpare? Insieme ai vostri bambini, vivrete una vera avventura a bordo del Saint Guirec, una magnifica imbarcazione tradizionale che ogni giorno parte da Perros Guirec e si dirige verso les Sept Îles, le Sette Isole, con i loro tesori. Non solo imparerete come manovrare una barca, timonando e alzando le vele, ma vi avvicinerete molto agli animali che popolano le acque e le isole dell'oceano e che non hanno paura delle vele del capitano Deniz: i bellissimi cormorani dal ciuffo, che asciugano le ali al vento; i simpatici pulcinella di mare, salvati dall'estinzione locale oltre cent'anni fa; le esuberanti foche grigie, che fanno capolino dall'acqua; le maestose sule, che si tuffano in picchiata tra le onde, cercando di afferrare i pesci. Un vero spettacolo!

Foto Jacqueline Piriou/bretagna-vacanze.com

9. VIAGGIARE NELLA PREISTORIA
Sapevate che il dipartimento del Morbihan, nel sud della Bretagna, ospita la più grande concentrazione di siti megalitici al mondo? Il che significa che ovunque - tra i campi, nei boschi, sulla costa, si trovano pietre misteriose, posizionate in fila o una sopra all'altra da uomini molto, molto più vecchi di noi... Prima tappa, imprescindibile, sono i menhir di Carnac, chilometri di pietre una dietro l'altra... per scoprirle, niente di meglio che recarvi nella Casa dei Megaliti, dove anche i più piccoli troveranno spiegazioni e rappresentazioni sceniche sulla vita nella preistoria. Poi c'è il grande menhir spezzato di Locmariaquer, che oggi è disteso in 4 pezzi ma che un tempo raggiungeva i 20 metri di altezza e pesava 300 tonnellate. Come avranno fatto gli uomini di allora a sollevare quelle pietre? 

Foto Emmanuel Berthier/bretagna-vacanze.com

10. AMMIRARE I FARI
E, per ultimo (ma non da ultimo)... in Bretagna ci sono i fari più belli del mondo? O se non sono i più belli, sono senz'altro i più numerosi, visto che si trova qui la più grande concentrazione mondiale di fari. Soprattutto nei dintorni di Brest, sulle punte che danno verso l'oceano... Siete pronti a raccontare ai vostri bambini di quando i capitani confidavano nella luce dei fari per orientarsi, specialmente nelle notti di burrasca? E poi, su molti si può salire in cima, come sul faro di Plouguerneau, il più alto d’Europa e del mondo in pietra tagliata, a ben 82,5 metri d'altezza! Immaginate il panorama... e la felciità dei bambini ad arrivare in cima, dopo una lunghissima scala a a chiocciola. 
 
Foto Martin Viezzer/bretagna-vacanze.com

11. ESPLORARE CITTÀ D'ARTE E BORGHI DI CHARME
E infine - come si dice, last but not least. In Bretagna ci sono tantissime città d'arte e storia da esplorare tutti insieme. Le cattedrali dalle torri slanciate raccontano tempi lontani, così come i palazzi nobiliari, le mura, le grandi piazze... Solo per fare qualche nome: Saint-Malo, che si erge come una nave di pietra sull'oceano; Concarneau, circondata dalle sue fortificazioni; Rennes, Quimper, Vannes... ciascuna ha il suo fascino e le sue caratteristiche. Alcune di queste fanno parte della rete "Città d'arte e di storia". Non solo: in Bretagna esistono anche molti borghi chiamati "Piccole città di carattere bretoni", villaggi sorprendenti, ricchi di case a graticcio, di balconi fioriti, di vicoli medievali - insomma, un paradiso per voi e per i vostri bambini, che potranno scorrazzare tra un mercatino e un negozio d'artigianato tipico. Qualche nome: Roscoff, Pontrieux... Per scoprirli tutti, vi rimandiamo ai siti web sottostanti. Buone vacanze!

INFORMAZIONI
- Tutte le informazioni sul sito www.bretagna-vacanze.com e sulla pagina dedicata del sito www.france.fr.