Scopri il mondo Touring

Dal 28 giugno al 24 luglio la 62a edizione. Sconti per i soci Touring

A Spoleto per il Festival dei Due Mondi

27 Giugno 2019
Dona
Il Touring Club Italiano è a fianco, come già negli scorsi anni, del Festival dei Due Mondi di Spoleto giunto alla sua 62a edizione. Un irrinunciabile appuntamento, che dà il via all’estate culturale italiana – quest’anno dal 28 giugno al 14 luglio - con il suo carattere originale e il suo prestigio internazionale. Storico luogo d’incontro tra culture diverse, il Festival dei Due Mondi offre una vetrina d’eccellenza ai grandi artisti e a quelli emergenti ed è promotore di nuove creazioni.

“Il Festival dei Due Mondi di Spoleto ha varcato la soglia dei 60 anni" ha detto Giorgio Ferrara, alla guida da diversi anni "e oggi vive una fase di nuovo splendore, confermata da risultati qualitativi e numeri di grande soddisfazione. Una sfida vinta, che ci spinge a proseguire il nostro percorso nelle Arti con la consapevolezza di chi crede nel coraggio e nell’efficacia della cultura”. “Spoleto racchiude in sé molti di quegli elementi che riconosciamo come precipui della bellezza e della cultura del nostro paese civile" ha affermato Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano. "Vi convivono un teatro romano, uno seicentesco e uno ottocentesco, una rocca, un centro cittadino di rara armonia, chiese longobarde e gotiche, palazzi nobiliari e, per finire, la Basilica e la Piazza del Duomo che ogni anno accoglie con naturalezza i concerti del festival. In questo concentrato di bellezza, italianità, qualità della vita e convivenza civile non può che avere origine un evento così importante per la cultura mondiale quale il festival di Spoleto, che la nostra associazione ha scelto di sostenere”. 

IL VOLUME DEDICATO AL FESTIVAL
Per celebrare i cinque anni della collaborazione, il Touring - oltre a offrire sconti a tutti i suoi soci (vedi informazioni in fondo alla news) pubblicherà il 10 ottobre un volume fotografico dedicato al Festival e a quelle rappresentazioni che maggiormente ne rappresentano lo spirito e la storia. Di forte impatto visivo ed emotivo, assolutamente inedito in Italia, l'opera racconta questi ultimi anni, la narrazione di un dialogo tra storie, discipline e sguardi diversi.
 
Le immagini degli spettacoli, degli artisti e dei backstage sono introdotte da un dialogo tra Giorgio Ferrara e lo scrittore francese René de Ceccatty sul valore del festival. Le pagine sono 256; il formato cm 24x32. 

Il volume è già prenotabile nei Punti Touring e online sul nostro store
 

Spoleto, Festival dei Due Mondi - il volume Touring Club Italiano

 
IL PROGRAMMA 2019
Vetrina d’eccellenza per i grandi artisti e per i giovani talenti emergenti, “officina” di creazioni originali, il Festival anche quest’anno inaugura con una nuova produzione, Proserpine, opera lirica in due atti, tratta dall’omonimo poema drammatico di Mary Shelley. Fra i più brillanti maestri della sua generazione, sarà invece Daniele Gatti a dirigere l’Orchestra e il Coro del Teatro dell’Opera di Roma per il tradizionale Concerto finale a Piazza Duomo. In programma musiche di Giuseppe Verdi dal repertorio francese.
 
Tornano, attesisissimi, i Concerti di mezzogiorno e i Concerti della sera, che saranno eseguiti dai giovani talenti provenienti dai maggiori conservatori italiani e vincitori del Premio Nazionale delle Arti. La danza è rappresentata dal Dutch National Ballet con uno spettacolo omaggio al coreografo di fama mondiale Hans Van Manen, e dai ballerini-allievi della rinomata Ecole-Atelier Rudra Bejart di Losanna fondata da Maurice Bejart. 


Spoleto, Festival dei Due Mondi 
 
A100 anni dalla fondazione della Bauhaus, vero cantiere della modernità, si ricorderà quella straordinaria stagione creativa, con un programma speciale - in collaborazione con il Festival Bauhaus100 e l'Akademie der Künste di Berlino - proponendo la ricostruzione dei più famosi esperimenti interdisciplinari di quegli anni - il Balletto Triadico di Oscar Schlemmer del 1922 e Quadri di un’esposizione di Vassily Kandinsky con la musica di Modest Musorgsky del 1928 - insieme a incontri con studiosi, critici e personalità del mondo dell'arte. Per il teatro, Adriana Asti, Marisa Berenson, Lucinda Childs, Emma Dante, Eva Riccobono, Andrée Ruth Shammah sono tra i protagonisti di questa edizione, mentre Corrado Augias e Paolo Mieli incontreranno il pubblico con due performance ideate per il Festival. Il Festival ospita poi il Fashion Freak Show di Jean Paul Gaultier, uno strabiliante musical con un folto cast di attori, ballerini, cantanti e artisti circensi, che racconta cinquant’anni di cultura pop, attraverso lo sguardo unico ed eccentrico dell’enfant terribile della moda.
 

Spoleto, Festival dei Due Mondi 
 
Ancora, Stefano Bollani e Hamilton De Holanda saranno in concerto al Teatro Romano per uno straordinario connubio fra pianoforte e bandolim, mentre Vinicio Capossela presenterà i suoi ultimi lavori in un concerto a Piazza Duomo. Prosegue la collaborazione con l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” e con le principali scuole di teatro europee con il progetto “European Young Theatre”, una grande palestra della creatività, per i futuri protagonisti del teatro in Italia e nel mondo. La Fondazione Carla Fendi, infine, continua il suo viaggio nella Scienza con Ecce Robot, una narrazione integrata, dalle astrazioni scientifiche dell’Intelligenza Artificiale alle applicazioni pratiche della Robotica, e presenta l’installazione avveniristica Future.

Il manifesto della 62a edizione è di David LaChapelle.
 
GLI SCONTI PER I SOCI
Anche per l’edizione 2019 i soci Touring avranno uno sconto speciale. Basterà presentare la propria tessera per ricevere uno sconto dal 10 al 30 per cento sui biglietti di tutti gli spettacoli (a eccezione di opera inaugurale, concerto finale e spettacoli ospitati); in ogni caso, secondo disponibilità. Un'occasione davvero straordinaria per avvicinarsi a una manifestazione che racconta un bel pezzo di storia d’Italia.

INFORMAZIONI
Festival dei Due Mondi, Spoleto - 28 giugno/14 luglio 2019.
Sito web www.festivaldispoleto.com.
Dona