Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • Un Carnevale speciale nei borghi Bandiera arancione

Dalla Valle d'Aosta alla Sardegna, i paesi accoglienti dove la tradizione incontra il divertimento

Un Carnevale speciale nei borghi Bandiera arancione

1 Febbraio 2018
Questo è uno degli articoli dedicati al Carnevale 2018. Ecco tutti gli approfondimenti:

Tra i tanti borghi italiani che festeggiano il Carnevale, alcuni sono certificati con il marchio di Bandiera arancione, che il Touring conferisce per qualità dell'offerta e dell'accoglienza turistica. Se dovete scegliere tra quali paesi visitare, sappiate dunque che quelli dove sventola la Bandiera arancione hanno una marcia in più... Ecco i borghi dove il Carnevale è davvero tipico e autentico
 
ETROUBLES (AO)
Il piccolo borgo medievale di Étroubles (Ao) si trova nello splendido contesto alpino della Valle del Gran San Bernardo. A febbraio si svolge il particolare Carnevale della “Comba Frèide” in cui le maschere indossano costumi tipici, ancora oggi confezionati dalla gente del luogo, e rievocanti il passaggio delle truppe napoleoniche. Lo spettacolare corteo delle maschere al gran completo fa il giro del borgo il giovedì e venerdì grasso (quest'anno l'8 e il 9 febbraio) allietando con canti e balli le fredde giornate invernali.
Informazioni su Etroubles: scheda del borgo sul sito Bandiere arancioni

Carnevale di Etroubles (foto: Comune di Etroubles)
 
FOBELLO (VC)
Siete mai stati in val Mastallone? È una valle laterale della Valsesia, in Piemonte, circondata da bellissime montagne. Qui sorge il borgo di Fobello (Vc), che l'ultima domenica di Carnevale (quest'anno l'11 febbraio) festeggia con la preparazione e la distribuzione della gustosissima paniccia, una zuppa di verdura con trippa e salamini tipica della zona: la tradizione risale al 1946, quando gli abitanti del paese si riunirono per trovare insieme la forza di riprendere la vita normale dopo il conflitto bellico. Nella stessa giornata si intona la Canzone di Carnevale, nella quella si narrano in modo scherzoso i fatti dell'anno.
Informazioni su Fobello: scheda del borgo sul sito Bandiere arancioni.

 
SAPPADA (BL)
Formato da 15 borgate, Sappada (Bl) si trova in un ambiente montano di grande bellezza. Assai tipici sono il caratteristico Carnevale e le maschere utilizzate per questo evento, simbolo del paese, tutte realizzate artigianalmente in legno. Numerosi gli appuntamenti: le domeniche 28 gennaio, 4 febbraio e 11 febbraio sono rispettivamente dedicate ai Poveri (Pèttlar), ai Contadini (Paurn) e ai Signori (Hearn), mentre la sfilata del Rollate, la maschera simbolo del paese caratterizzata da una folta pelliccia scura, avrà luogo lunedì 12 febbraio e martedì 13 febbraio. Durante il Carnevale vengono anche preparati diversi dolci tipici e tutti gli artigiani solo al lavoro per realizzare le maschere: da non perdere!.
Informazioni su Sappada: scheda del borgo sul sito Bandiere arancioni

Carnevale di Sappada (foto: Consorzio Comelico Sappada Dolomiti)
 
MANIAGO (PN)
Maniago (PN) non ha niente da invidiare a borghi molto più famosi: vanta infatti un centro storico ben conservato e soprattutto un bellissimo museo del coltello (l'arte della coltelleria è da sempre tipica del paese e ancora oggi sono molte le aziende che lavorano nel campo). Da tempo nella cittadina friulana si festeggia il Carnevale dei bambini, con la piazza del paese addobbata a festa (e a sopresa: nessuno sa la scenografia dell'anno) e cortei mascherati. Quest'anno i festeggiamenti sono previsti per domenica 11 febbraio.
Informazioni su Maniago: scheda del borgo sul sito Bandiere arancioni.

 
BUSSETO (PR)
Busseto (Pr), affascinante borgo della Bassa Parmense ricco di storia e tradizioni, è la terra di Giuseppe Verdi. Qui si festeggia il Gran Carnevale storico della risata, nato nel 1881. L'appuntamento è per ben quattro domeniche di festa (28 gennaio, 4, 11, 18 febbraio) nel centro storico di Busseto, dove sfileranno grandi carri umoristici in cartapesta, soggetti speciali, bande e gruppi folkloristici provenienti da varie parti d’Italia. Ogni domenica un programma diverso, per soddisfare tutti i gusti, e tante iniziative dedicate ai più piccoli.
Informazioni su Busseto: scheda del borgo sul sito Bandiere arancioni

Carnevale di Busseto (foto: Comune di Busseto)

ALIANO (PZ)
Antico e suggestivo il Carnevale di Aliano, in Basilicata, l'ultima arrivata in casa Bandiere arancioni. Il giorno del Martedì Grasso (quest'anno il 13 febbraio) originali figure si aggirano per le stradine del paese: sono le Maschere “Cornute” costruite dagli artigiani del paese. Dall'aspetto minaccioso - ma dai coloratissimi cappelli - le maschere rievocano creature demoniache e goffe e sono protagoniste di una commedia improvvisata, detta “Fras”. Ad Aliano vanno in scena anche sfilate ed eventi la domenica di Carnevale, 11 febbraio. 
Informazioni su Aliano: scheda del borgo sul sito Bandiere arancioni.
 
 
GAVOI (NU)
A Gavoi (Nu), piccola località della Barbagia, il Carnevale inizia il giovedì grasso (quest'anno l'8 febbraio), quando si tiene "Sa Sortilla ‘e Tumbarinos", il raduno dei tamburi, costruiti interamente a mano, che diventa poi sfilata per le vie del paese fino a notte inoltrata. Numerosissimi i partecipanti alla "sortilla” che rappresentano una attrattiva per i visitatori. Il carnevale gavoese, il più musicale dell’isola, ha origini molto antiche, deriva probabilmente dai riti in onore di Dionisio. Tanti i prodotti tipici da degustare in questa occasione.
Informazioni su Gavoi: scheda del borgo sul sito Bandiere arancioni



Scoprite sul sito www.bandierearancioni.it tutte le località Bandiera arancione certificate dal Touring, piccoli borghi dell’entroterra italiano che si distinguono per l’offerta di eccellenza e l’accoglienza di qualità.

E per San Valentino? Ecco alcuni borghi Bandiera arancione particolarmente romantici:
 
- Orta San Giulio (No): concedetevi una pausa per ammirare l’incantevole vista sullo specchio d’acqua da cui emerge il profilo dell’Isola di San Giulio.
- Castellaro Lagusello (Mn): passeggiate nel piccolo borgo raccolto e silenzioso, inserito in un paesaggio collinare praticamente intatto e di grande fascino agreste.
- Fontanellato (Pr): scoprite la rocca, uno degli esempi di fortilizi meglio conservati della regione, in cui l’architettura fortificata si associa alla funzione residenziale; in occasione della festa degli innamorati c’è il San Valentino tris alla rocca che presenta tre proposte su tre date: quella per i golosi (sabato 10); quella per i sognatori (domenica 11, mercoledì 14 e domenica 18 febbraio); quella per chi è in cerca di un brivido.
- Lucignano (Ar): suggellate il vostro amore davanti all’Albero dell’Amore di Lucignano. Secondo una leggenda locale scambiarsi promesse d’amore davanti ai suoi rami porterebbe fortuna. Si tratta in realtà di un reliquiario a forma di albero di imponenti dimensioni, tempestato di coralli, cristalli e miniature su pergamena. 
- Gradara (Pu): è qui che probabilmente ha avuto luogo la tragica storia d’amore tra Paolo e Francesca, narrata da Dante nella Divina Commedia. Anche l’enogastronomia ha molto da offrire: il territorio circostante infatti è ricco d’ulivi, vigneti e possiede un’antica tradizione culinaria.
- Letino (Ce): vuole la tradizione romantica che Lete derivi da Letizia, nome di una principessa longobarda che bagnandosi in questo fiume dimenticava le sue pene d'amore. Il paese è raccolto su un lungo sperone di roccia del versante meridionale del Matese, in un contesto paesaggistico incontaminato, in posizione centrale e panoramica tra il lago di Gallo e il lago di Letino, e offre ai suoi visitatori l’atmosfera e l’ambiente giusto per una fuga romantica da trascorre tra natura, storia e sapori antichi.