Scopri il mondo Touring

La poesia di una regione, dalla Capitale Europea della Cultura 2019 agli spazi dei suoi paesaggi

Matera e la Basilicata, la nuova Guida Verde Tci guarda all’Europa

26 Ottobre 2018

Che cosa c’è da vedere in Basilicata? Tutto. La risposta è semplice, almeno secondo Franco Arminio, insegnante, poeta e “paesologo” irpino, da sempre innamorato degli immensi spazi della Basilicata, ma anche dei suoi paesi abbandonati ed evocativi, dei suoi paesaggi vuoti e ricchi di bellezza. Una bellezza che Arminio celebra con alcune poesie contenute nella nuova guida Verde Touring Matera e la Basilicata.
 
Si tratta forse del primo esperimento al mondo di guida turistica con contenuto poetico. Assieme alle dettagliate descrizioni storico artistiche, agli approfondimenti culturali e sociali e ai migliori indirizzi della regione, la Verde contiene anche alcune poesie lucane, oltre a testi narrativi a firma di Arminio, che raccontano un territorio con quella capacità di andare in profondo che solo i poeti hanno.
 
Trekking nel parco del Pollino / foto Thinkstock

Matera nel 2019 vivrà dodici mesi di fermento culturale, grazie al titolo di Capitale europea della cultura. Un momento di esposizione che non deve intaccare la sua bellezza autentica, che vive anche della luce di una regione sorprendente.
 
Con questo entusiasmo, per la prima volta nella storia della collana, Matera apre la guida che racconta palmo a palmo una regione a tratti ancora poco nota, passando dalle cime del Pollino ai calanchi, dai parchi archeologici alle belle spiagge dell’una e l’altra costa, quella ionica di Metaponto e quella tirrenica di Maratea.
 
«La Lucania è un sud in cui a tratti circola un’atmosfera antica nella quale ancora un po’ si può guarire andando dietro il paesaggio, disonorando la civiltà dell’impazienza»: scrive Franco Arminio. 
 
Matera e la Basilicata
Pagine 216, 23 euro
Prezzo web 19,55 (-15%)
Prezzo soci TCI 18,40 euro (-20%)