Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • I Viaggi del Club di giugno e luglio 2020: Paesi Baltici e Mongolia

Parti con noi! Itinerari straordinari ed esperienze speciali

I Viaggi del Club di giugno e luglio 2020: Paesi Baltici e Mongolia

27 Febbraio 2020
 
È pronta la nuova programmazione de I Viaggi del Club per il 2020! Ancora una volta, Touring Club Italiano e il Quality Group insieme per proporre ai soci Touring esperienze di viaggio esclusive e indimenticabili. 
 
La programmazione de I Viaggi del Club 2020 prevede 37 partenze in 20 destinazioni in tutto il mondo: itinerari di gruppo unici, di alto profilo culturale, curati in ogni dettaglio e disegnati per realizzare i sogni di “viaggiatori” sempre più esigenti e consapevoli (a questo link è possibile scaricare il pdf del flyer pieghevole). Massima cura è stata posta nell'ideare ogni viaggio: oltre ad includere la maggior parte dei pasti e tutte le visite previste nel programma, ciascun itinerario è caratterizzato dalla presenza di un esperto accompagnatore dall’Italia o da una qualificata guida parlante italiano in loco (in funzione del raggiungimento del numero minimo di partecipanti previsti per ciascuna partenza).

Confermati per il 2020 i “Viaggi Evento”, tre itinerari per vivere esperienze uniche e irripetibili a stretto contatto con le culture e tradizioni locali in occasione di eventi speciali (Lapponia a febbraio, Bhutan ad aprile, India a dicembre); mentre grande novità sono i sei "Viaggi con i giornalisti Tci", una selezione di sei viaggi disegnati in modo specifico per la presenza di alcuni dei giornalisti della redazione Touring, che racconteranno il viaggio in un’ottica e prospettiva diversa dal solito e con un coinvolgimento diretto dei partecipanti al mondo e modo di viaggiare Touring (Islanda a marzo, Scozia a maggio, Uzbekistan a maggio, Grande West Usa a giugno, Georgia a settembre, Dubai e Abu Dhabi a ottobre). 

Ed ecco due delle partenze più belle per i prossimi mesi. 
 
ALLA SCOPERTA DELLA MONGOLIA, TRA DESERTI E TUNDRA
14 giorni/12 notti - Partenza: 9 giugno
Itinerario: Ulaan Baatar, Baga Gazrin Chuluu, Tsagaan Suvarga, Yolyn Am, Khongoryn Els, Bayanzag, Ongiin, Kharkhorin, Khuvsgul Lake.
 
Un grande senso di libertà. Questa è la sensazione più diffusa di chi ritorna da un viaggio in Mongolia. Piste sterrate senza incontrare anima viva, passeggiate in silenzio per ore e ore, notte in campi tendati immersi in solitari e fantastici paesaggi... il grande Stato asiatico, ancora poco conosciuto, permette davvero di respirare, di tirare il fiato, di fermarsi a contemplare la bellezza del mondo. Lo scopriremo in un viaggio unico, un viaggio peraltro che richiede un certo spirito di avventura e di adattamento: a parte nella capitale, nelle destinazioni toccate dai tour non ci sono hotel, si dorme in campi tendati (la tipica 'gher' mongola) dove i servizi igienici sono talora in comune, il riscaldamento è assicurato da stufe a legna e l'elettricità e l'acqua calda sono assicurate da generatori autonomi. 
 
Quali i punti principali dell'itinerario? La capitale Ulaan Baatar, innanzitutto, con il monastero buddista di Gandan, cuore del buddismo tibetano in Mongolia, il Museo Nazionale della Mongolia, la piazza Sukhbaatar e del palazzo di inverno di Bogd Khan. Poi, spazio al paesaggio: gole, montagne, deserti, laghi, steppe, intervallati da qualche bellissimo antico monastero. Qualche nome e qualche spunto per farvi immaginare quali meraviglie si toccheranno: a Tsagaan Suvarga (Stupa Bianca in mongolo) si potranno ammirare le spettacolari formazioni rocciose dalle forme surreali, il cui colore cambia con il passare delle ore; a Yol Am si contemplerà una incredibile e lunghissima gola verde scavata da un fiume nel cuore del deserto, dove vivono aquile, avvoltoi, stambecchi e altri animali rari del deserto; a Hongor si camminerà sulle spettacolari dune di sabbia, conosciute come 'the ringing dunes' per i particolari effetti sonori del vento (e qui non mancherà neppure un'escursione a dorso di cammello). Ancora, nel parco nazionale di Hustai si andrà alla ricerca dei cavalli di Przewalskii, detti takhi, gli unici a non essere mai addomesticati; e al lago Khuvsgul si rimarrà estasiati di fronte alle pinete e alle praterie dove pascolano indisturbati yak e cavalli. Gli occhi saranno luminosi, al ritorno...


Yol Am, Mongolia - foto Getty Images
 
IL BALTICO E LE SUE CAPITALI
“Il Baltico e le sue capitali” de Il Diamante – I Viaggi del Club
8 giorni/7 notti – Partenze: 12 luglio, 26 luglio, 9 agosto

Itinerario:  Vilnius, Palanga, Riga, Parnu, Tallinn

E se quest'estate programmaste un viaggio a nord? I tre Paesi Baltici rimangono sempre un po' nascosti, tra le destinazioni desiderate dagli italiani, ma offrono molte sorprese a chi li visita con attenzione: non solo una storia interessante, ma anche uno stile di vita rilassato, una modernità a volte sorprendente, una gastronomia eccellente e una popolazione davvero ospitale. In questo Viaggio del Club, dove sarete accompagnati da guide locali e avrete trattamento di pensione completa, toccherete non solo tutte e tre le grandi capitali, ma anche i bellissimi paesaggi tra terra e mare che si affacciano sul Baltico; e potrete mettere a confronto le atmosfere di Lituania, Lettonia ed Estonia, Stati fratelli ma ciascuno con le sue peculiarità e le sue tradizioni. 

Il viaggio inizia dalla Lituania. Innanzitutto Vilnius, la capitale, con una bella città vecchia; poi Trakai, famosa per il castello che sorge su un isolotto del lago Galve, e ancora la costa baltica, con la località balneare di Palanga. Nei pressi si andrà alla scoperta della penisola di Curlandia, Patrimonio Unesco, una lingua sabbiosa che si estende dalla Lituania alla regione di Kaliningrad (Russia), separando il mar Baltico dalla Laguna dei Curoni; e si pranzerà a Nida, famosa per le casette in legno variopinte e per essere la residenza estiva di Thomas Mann. Seconda tappa la Lettonia: Rundale, con l’omonimo palazzo, progettato a metà Settecento da Bartolomeo Rastrelli, l’architetto degli zar; e poi Riga, la “metropoli” del Baltico, con il famosissimo quartiere Art Nouveau. Natura anche qui, con la visita del Parco Nazionale di Gauja, per visitare il castello di Turaida e quini Paernu, località balneare sulla costa estone, celebre a fine Ottocento. Infine l'Estonia, con la capitale Tallinn e il museo a cielo aperto di Rocca Al Mare, che raccoglie esemplari di case e fattorie provenienti da tutte le regioni dell’Estonia.
 

Riga, Lettonia - foto Getty Images

INFORMAZIONI
- Il “flyer pieghevole” dei Viaggi del Club 2020 è scaricabile a questo link.
- Tutte le informazioni sugli itinerari, compresi i costi e vari altri dettagli, sono sul sito dei Viaggi del Club.
- Ricordiamo che per partecipare a un Viaggio del Club è necessario associarsi al Touring Club Italiano e che tutti i viaggi sono prenotabili presso Punti Touringagenzie di viaggio succursali e l'intera rete agenziale italiana.