Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • È scomparso Salvatore Veca, filosofo, accademico e Consigliere Touring

Il ricordo del Presidente Iseppi

È scomparso Salvatore Veca, filosofo, accademico e Consigliere Touring

7 Ottobre 2021
 
Oggi ci ha lasciato Salvatore Veca. Il Presidente Franco Iseppi, i Consiglieri, il Direttore Generale e tutti i dipendenti di Touring Club Italiano partecipano al grande dolore della cultura italiana per la scomparsa del Consigliere Touring e Presidente del Comitato Scientifico dell'associazione. "Ci mancheranno la sua umanità, i suoi pensieri, il suo ruolo di appassionato educatore e di illuminato costruttore di futuro" ha dichiarato il Presidente Iseppi.
 
Salvatore Veca, nato nel 1943, era filosofo e accademico, presidente onorario della Fondazione Feltrinelli di Milano e docente di Filosofia politica allo Iuss di Pavia. Entrato nel Touring Club Italiano come Consigliere nel 2018, aveva partecipato attivamente a varie attività dell'associazione: tra le più recenti, era intervenuto all'incontro "Prendersi cura dell'Italia bene comune" nell'ambito dei festeggiamenti per i 125 anni del TCI; aveva conversato insieme al Presidente Iseppi sui temi legati al turismo del futuro post pandemia nell'ambito di “Formarsi a un cambio d'epoca", un BITtalk di BIT 2021; aveva contribuito alla creazione dell'Executive Master in Management dello Sviluppo Turistico e Territoriale, organizzato da Touring con Fondazione Campus (di cui Veca era il presidente); aveva inaugurato la rubrica "Idee" sul mensile Touring a gennaio 2021, con il brano "Le ragioni di una speranza", che invitiamo tutti a (ri)leggere per capire l'uomo e il filosofo.

“Medaglia d’oro ai benemeriti della scienza e della cultura e già membro del Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici, Salvatore Veca è stato un intellettuale di grande spessore, dedito all’impegno sia accademico, sia politico. Con la sua opera ha introdotto in Italia significative innovazioni nel dibattito filosofico ed economico, portando all’attenzione del pubblico le tesi sull’egualitarismo destinate a grande fortuna nel nostro tempo. Il suo acume, la sua intelligenza, la sua profondità di pensiero ci mancheranno”: così il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, nell’apprendere della scomparsa di Veca. "Con la scomparsa di Salvatore Veca, Milano perde una delle intelligenze più vivide e incisive della riflessione politica e civile della nostra città" ha detto il sindaco di Milano Beppe Sala. Ci associamo nel ricordo e nel ringraziamento.